BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

16 ottobre 2013

DISCENDENTE DI NERONE SE LA PRENDE CON LA CIRCUM...COME SE NON BASTASSE.


Licenziato e lasciato dalla moglie: 60enne disperato appicca incendio alla stazione Circum di Pomigliano


A cura di Gabriella Bellini
Disperato perché licenziato e lasciato dalla moglie ha dato fuoco ad alcune panchine della stazione della Circumvesuviana di Pomigliano d’Arco. La notte scorsa i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Castello di Cisterna hanno arrestato per danneggiamento e incendio un uomo di 60 anni, residente a Marigliano. Poco prima della mezzanotte, infatti, era riuscito a forzare le porte di ingresso della stazione di viale Impero e accatastato alcuni giornali aveva dato fuoco a due panchine di quelle “storiche” che erano nello stabile per essere ammirate dai viaggiatori e quattro di quelle nuove. Poi una breve telefonata, di pochi secondi, al centralino dell’Arma. Alla centrale operativa del 112 era riuscito a dire soltanto “Sto bruciando le cose…”. Poi un dipendente della compagnia di trasporti che stava tornando a casa ha notato le fiamme ed allertato le forze dell’ordine sul posto i militari e i vigili del fuoco. L’uomo è stato arrestato ed ora è nelle camere di sicurezza della caserma in attesa di rito direttissimo, ha spiegato che la sua voleva essere una protesta. Voleva protestare per la situazione disperata in cui si è ritrovato a vivere, 60 anni in mezzo alla strada, perché la ditta per cui lavorava (che si occupa della realizzazione e installazione di porte) lo ha licenziato e la moglie lo ha lasciato. 


Nessun commento: