BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

19 settembre 2013

QUELLA MIA MOGLIE GIA' ERA BELLA !

Napoli. Fiamme sul treno della Circumvesuviana: 100 persone in fuga nei campi

PER APPROFONDIRE: incendiotrenocircumvesuvianabaianonola
di Francesco Gravetti
A+ A- Stampa
NAPOLI - Era partito da pochi minuti da Baiano ed era diretto a Napoli il treno della Circumvesuviana n. 858 che si è incendiato intorno alle 18.30 sui binari tra Nola e Saviano.

Circa cento persone sono state costrette a scendere in mezzo alle campagne, aiutate dal personale della Circum, che è subito intervenuta per i soccorsi.

Nella discesa, un passeggero ha riportato una leggera slogatura della caviglia, il resto dei pendolari non ha, invece, subito ferite. Soltanto nella tarda serata il treno è stato riportato nella stazione piú vicina.

+++ GUARDA IL VIDEO - CLICCA QUI +++

L'episodio non ha avuto conseguenze ma ha provocato panico tra la gente che stava sul treno: ad andare in fiamme sarebbe stato il pantografo, che si trova sul tetto del convoglio.

Sindacati subito sul piede di guerra. Per Luciano Graziano della Cisal "domani sará stato di agitazione, la situazione è diventata insostenibile
".


IL COMMENTO DI GENNARO FIORENTINO IN PRIMA PAGINA. 

Durante il "Giro del mondo in 80 giorni" il protagonista Phileas Fogg è costretto ad acquistare a caro prezzo il battello Henriette per potersi dirigere verso Liverpool durante la traversata atlantica. Ma, causa la notevole velocità richiesta, il carburante presto si esaurisce. Ed allora incomincia ad immettere nel forno della nave, tutti gli oggetti di legno incominciando dalle sedie per finire con le sovrastrutture. Alla fine, quando ormai non c'era altro da depredare per portare la nave avanti, con stizza lancia nel forno l'ultimo oggetto di legno ossia il suo bastone. Ma giusto in tempo riesce a raggiungere la meta. Mi chiedo se l'on Vetrella abbia metaforicamente un bastone di legno visto che ormai ci siamo bruciati tutto per portare "à varca annanz". Penso alle cannibalizzazioni finite ormai al lumicino, penso ai treni espletati con un solo ETR (anche in ora di punta), penso alle soppressioni. Che Dio salvi la Vesuviana! 
Gennaro Fiorentino

Caro Gennaro per pudicizia e rispetto di questo blog e dei suoi lettori, non ti scrivo quel bastone di legno che destinazione dovrebbe prendere. Certamente diversa dal forno di cui ci hai raccontato !


giona

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Durante il "Giro del mondo in 80 giorni" il protagonista Phileas Fogg è costretto ad acquistare a caro prezzo il battello Henriette per potersi dirigere verso Liverpool durante la traversata atlantica. Ma, causa la notevole velocità richiesta, il carburante presto si esaurisce. Ed allora incomincia ad immettere nel forno della nave, tutti gli oggetti di legno incominciando dalle sedie per finire con le sovrastrutture. Alla fine, quando ormai non c'era altro da depredare per portare la nave avanti, con stizza lancia nel forno l'ultimo oggetto di legno ossia il suo bastone. Ma giusto in tempo riesce a raggiungere la meta. Mi chiedo se l'on Vetrella abbia metaforicamente un bastone di legno visto che ormai ci siamo bruciati tutto per portare "à varca annanz". Penso alle cannibalizzazioni finite ormai al lumicino, penso ai treni espletati con un solo ETR (anche in ora di punta), penso alle soppressioni.
Che Dio salvi la Vesuviana!
Gennaro Fiorentino

Anonimo ha detto...

inutile agitarsi, ormai è troppo tardi! ora si gioca con le vite umane! la gente usa il trasporto per esigenze quotidiane e rischia ogni volta di diventare un articolo di giornale! non riesco a descrivere il mio stato d'animo.....non esiste un vocabolo!
sb.

Anonimo ha detto...

angelo1233@live.it

Mentre noi stiamo a commentare tutto il degrado ed il malessere in cui versa la nostra azienda, il nostro lavoro,i nostri stipendi e le prospettiva di vita dei nostri figli, il governo tutto continua la sua sceneggiata e continuano ad intimorirci sulla catastrofe a cui andremo incontro se si dovesse andare alle elezioni. Tutta una farsa che salva solo le loro poltrone, come salvano solo le loro posizioni i sindacati che da decenni ormai fanno solo parte della classe dirigente. La stessa farsa attuata da Monti e la sua bella Fornero, esecutori di un'azione organizzata a livello europeo, alla quale hanno aderito tutti i governi, in carica e all' opposizione. Con una stessa azione organizzata, assediando queste persone, tutti i lavoratori possono riprendersi gli stessi diritti e azzerare i privilegi di una classe dirigente che non esita a banchettare sul massacro civile e morale di due generazioni.
Se non con una rivolta, chiediamo che si vada alle elezioni e si voti con coscienza, e pronti a far sentire la propria voce.
Non possiamo sostenere con il nostro lavoro pensioni e stipendi creati con un sistema che è stato modificato solo per le classi più deboli. Occorre ricalcolarle con il sistema attuale.
Non si possono considerare diritti acquisiti quelle pensioni, quei vitalizi e quant' altro è stato creato con un sistema evidentemente sbagliato e comunque non più sostenibile e pretendere oltretutto che a reggerne il costo siano gli stessi lavoratori a cui non è più riconosciuto come diritto acquisito lo stesso sistema.
Occorre livellare tutti i redditi legati al pubblico con un sistema che premi o penalizzi a seconda di meriti o demeriti. Gli anziani possono essere di aiuto per la saggezza e l'esperienza e non hanno bisogno di redditi alti. Pensioni al di sopra di 3.000,00 Euro netti, sono un furto ai tanti giovani, esodati e disoccupati che non riescono ad avere un reddito che dia loro la possibilità di vivere dignitosamente e dare un futuro ai propri figli.

Anonimo ha detto...

buonocore_angelo@fastwebnet.it

Mentre noi stiamo a commentare tutto il degrado ed il malessere in cui versa la nostra azienda, il nostro lavoro,i nostri stipendi e le prospettiva di vita dei nostri figli, il governo tutto continua la sua sceneggiata e continuano ad intimorirci sulla catastrofe a cui andremo incontro se si dovesse andare alle elezioni. Tutta una farsa che salva solo le loro poltrone, come salvano solo le loro posizioni i sindacati che da decenni ormai fanno solo parte della classe dirigente. La stessa farsa attuata da Monti e la sua bella Fornero, esecutori di un'azione organizzata a livello europeo, alla quale hanno aderito tutti i governi, in carica e all' opposizione. Con una stessa azione organizzata, assediando queste persone, tutti i lavoratori possono riprendersi gli stessi diritti e azzerare i privilegi di una classe dirigente che non esita a banchettare sul massacro civile e morale di due generazioni.
Se non con una rivolta, chiediamo che si vada alle elezioni e si voti con coscienza, e pronti a far sentire la propria voce.
Non possiamo sostenere con il nostro lavoro pensioni e stipendi creati con un sistema che è stato modificato solo per le classi più deboli. Occorre ricalcolarle con il sistema attuale.
Non si possono considerare diritti acquisiti quelle pensioni, quei vitalizi e quant' altro è stato creato con un sistema evidentemente sbagliato e comunque non più sostenibile e pretendere oltretutto che a reggerne il costo siano gli stessi lavoratori a cui non è più riconosciuto come diritto acquisito lo stesso sistema.
Occorre livellare tutti i redditi legati al pubblico con un sistema che premi o penalizzi a seconda di meriti o demeriti. Gli anziani possono essere di aiuto per la saggezza e l'esperienza e non hanno bisogno di redditi alti. Pensioni al di sopra di 3.000,00 Euro netti, sono un furto ai tanti giovani, esodati e disoccupati che non riescono ad avere un reddito che dia loro la possibilità di vivere dignitosamente e dare un futuro ai propri figli.

gioNa ha detto...

Non voglio dissertare sulle carenza che hanno provocato l'incidente perchè rischierei di versare benzina sul fuoco e ottenerne effetti catastrofici, ma vorrei evidenziare la presenza della mano dell'angelo custode della Circumvesuviana che non ha consentito che l'incidente si verificasse qualche giorno prima allorquando, in quel posto, la sede era un sottobosco impenetrabile di arbusti secchi ed infiammabili.
Speriamo che questa mano divina riconosca sempre la Circumvesuviana, specialmente adesso che costituisce il bolo nell'impianto digerente del mostro politico EAV che l'ha masticata e fagocitata, trattenendola ancora nel dubbio del futuro.
Saluti Gennaro Massa