BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

18 settembre 2013

DA GABRIELLA, NOSTRA VIAGGIATRICE NONCHE' "INVIATA DALLA ROTAIA", RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Carissimo Giovanni, è vero, i nostri ragazzi spesso si comportano malissimo: sfogano rabbia, presunzione, frustrazione, e quant'altro sui nostri sempre più malandati treni.

Ma qualche volta capita l'inverso: oggi ho letto di ragazzi aggrediti dai turisti esasperati dai ritardi degli autobus. Nella fattispecie, il caso più eclatante è accaduto ad una fermata di autobus SITA: un turista ha saltato la fila adducendo il motivo secondo cui "i ragazzi possono aspettare, noi no", ed ha ricevuto una serie di improperi da parte degli alunni pendolari, esasperati perché la situazione dei tagli la vivono già quotidianamente sulle loro spalle.

I turisti hanno reagito venendo alle mani con i ragazzi e così: una ragazza ha avuto pugni allo stomaco, e un'altra è stata ferita ad un occhio. Il tutto tra le riprese dei turisti, che credevano di assistere ad un bello spettacolo e non muovevano un dito per evitare una scena indegna di un Paese civile.

In tutto questo, l'autista è stato l'unico a dover calmare i bollenti spiriti di chi attende il proprio autobus, in completa solitudine.

L'articolo è apparso anche sul celeberrimo portale positanonews, come seconda notizia in prima pagina. http://www.positanonews.it/

Ciò si ricollega a quanto già detto in precedenza: il turismo è una risorsa e bisogna saperla coltivare, altrimenti ecco qua cosa succede quando ci si esaspera da ambo le parti...sono sicura che con corse certe, e potenziate specie nei mesi estivi, episodi del genere non accadrebbero (è vero che il maleducato rimane sempre tale, ma senza aver motivo di dar sfoggio della propria maleducazione...non la si esercita...). 

Mi perdonerai se non commento sul sito, ma dati i trascorsi preferisco non creare danni: dato che ora bisogna commentare lasciando la mail, capisci bene che è mia ferma intenzione preservare la mia privacy da eventuali mail irriverenti mandate da chi è convinto della mia inesistenza fisica.

Era però giusto, tra tante notizie di ragazzi che "scassano tutte cose", far menzione di ragazzi che subiscono non solo il disservizio, ma anche ingiurie e schiaffi da parte di altre persone.

Ti saluto e mi scuso per il papiello da "inviata dalla rotaia",Gabriella.


Nessun commento: