BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

27 giugno 2013

PER NON DIMENTICARE...

Terza iniziativa collaterale delle "presentazioni" del libro "Quella sporca dozzina", il cui ricavato va alle Vittime della camorra: dopo Martedì 19 Giugno 2012 presso l'Albero della Legalità (sito in Piazza Municipio a Napoli) e Sabato 18 Novembre 2012 presso la targa dedicata a Silvia Ruotolo (sita nei giardini di Piazza Medaglie d'Oro a Napoli), Martedì 25 Giugno 2013, Tonino Scala ed Emilio Vittozzi si sono recati a San Sebastiano al Vesuvio nel ricordo di un'ennesima Vittima innocente della malavita organizzata.
Aveva 17 anni Paolino Avella, di Pollenatrocchia, il 5 Aprile 2003 quando a San Sebastiano al Vesuvio cadde sbattendo la testa nel tentativo di difendere lo scooter del Padre, un'Aprilia Scarabeo 125, da una rapina tentata ai suoi danni da Luigi Minichini e Pasquale V.
Dopo 7 giorni appena avrebbe compiuto gli attesi 18 anni...
Nel suo ricordo i due hanno deposto un bouquet floreale ( Omaggio de "La Bottega dei Fiori" in Piazza Enrico de Nicola 72 a Napoli), un cartoncino plastificato ed acceso un lumino nei pressi dell'albero dove avvenne il fattaccio. 
I due, non contenti di tutto ciò, hanno pulito la zona circostante da carte, cartacce, erba, bottiglie e quant'altro...
Le foto mostrano la semplice, sentita, sincera, dovuta Iniziativa dei due Autori di "Quella sporca dozzina", convinti che anche fra le Vittime innocenti della camorra ci siano Morti di Serie A e Morti di Serie B!
Eppure, citando il grande Totò, 'a morte è 'na livella...
Dinnanzi all'Onnipotente siamo tutti uguali, tutti nudi con le nostre povertà (che, certamente, non sono quelle economiche!).
Bisogna essere sempre fedeli alla memoria: anzi, essere davvero memoria!
Che diviene coscienza!!
Che pretende di essere, come è giusto, civile scelta consapevole!!!
Che è schieramento!!!!
Quello di Tonino e di Emilio è un impegno fatto di piccole cose, secondo le proprie possibilità, nella propria professione e nel proprio territorio.
Con un medesimo convincimento di fondo: quello di contribuire a costruire Democrazia, Giustizia Sociale, Legalità, Solidarietà, cioè quei Valori che le mafie vogliono negare!
Prossimamente Tonino ed Emilio parleranno nel Carcere di Airola (BN), sulla tomba di don Peppe Diana a Casal di Principe (è uno dei 12 protagonisti del libro!) e a Volla.-




giona1960's VITTOZZI album on Photobucket

Nessun commento: