BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

27 aprile 2013

ACCONTO ARRETRATI ANNI 2009 - 2010 - 2011, CONTRATTO NAZIONALE TPL


Trasporto locale, prima intesa sul contratto:
subito 350 euro in busta paga per gli addetti


L'accordo preliminare siglato da governo e parti coinvolte prevede un acconto di 700 euro sul trattamento del triennio 2009-2011 che sarà versato in due tranches uguali a maggio e a ottobre 2013. Il negoziato prosegue in vista del rinnovo contrattuale che interessa 116 mila lavoratori


ROMA - Le parti sociali hanno raggiunto un accordo preliminare in vista del rinnovo del contratto collettivo del trasporto pubblico locale, scaduto da cinque anni, che interessa circa 116 mila lavoratori. Le associazioni dei datori di lavoro si sono impegnante ad erogare la somma una tantum di 700 euro per dipendente in due rate uguali, quale anticipazione del trattamento economico spettante per gli anni 2009 -2011. Lo sblocco sulla vertenza è arrivato dopo mesi di trattative, una trentina di incontri e la proclamazione e la revoca di tre scioperi nazionali.

L'annuncio dell'intesa, sottoscritta da governo, sindacati e le associazioni Asstra e Anav, è stato dato dal viceministro del Lavoro, Michel Martone. Di accordo "storico" parla anche il viceministro dei Trasporti, Mario Ciaccia: "E' con grande soddisfazione e senso di responsabilità - ha detto Ciaccia - che si è raggiunto un accordo di grande importanza, grazie all'impegno del vice ministro al Lavoro, Michel Martone, per parti sociali, lavoratori e cittadini", dice Ciaccia. L'intesa, aggiunge il vice ministro, si è raggiunta "anche attraverso l'impegno nel reperimento delle risorse per il settore del trasporto pubblico locale".

Per Martone "si tratta di un accordo importante che sblocca una trattativa ormai ferma da 5 anni e che consente di rimettere in moto un settore strategico per l'economia nazionale. Anche in questo settore, grazie al senso di responsabilità dimostrato da tutti gli attori istituzionali 
coinvolti, è possibile fronteggiare la crisi economica coniugando rigore, equità e crescita".

"L'acconto - ha spiegato Michele Imperio, segretario nazionale Fit-Cisl - sarà erogato in due traches di uguale importo e sarà inserito nelle buste paga di maggio e ottobre 2013. L'accordo prevede che le intese precedentemente raggiunte su provvedimenti per il contrasto dell'evasione tariffaria, permessi ex lege 104, patente di guida e CQC, risarcimento danni, copertura assicurativa e tutela legale siano rese operative in via sperimentale".

La somma, spiega in una nota la Filt Cgil, sarà sarà oggetto di conguaglio definitivo in occasione del rinnovo contrattuale, "su cui il negoziato prosegue". Questo primo accordo rappresenta comunque, secondo il sindacato, "un primo parziale passo avanti della trattativa contrattuale".

________________________________________________________________________________


 QUESTE SONO LE PRIME NOTIZIE, RITENIAMO CHE DA LUNEDI' P.V. CI POTRANNO ESSERE DELUCIDAZIONI E INTERVENTI CHIARIFICATORI DA PARTE DEI NOSTRI ESPERTI IN MERITO A QUELLA CHE NON SEMBRA ESSERE LA CHIUSURA DEL CONTRATTO MA PIUTTOSTO UN'INTESA COSI' COME INDICATO NEL TITOLO DI REPUBBLICA 

1 commento:

Anonimo ha detto...

D'accordo la una tantum......ma l'aumento mensile???????????