BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

5 marzo 2013

L’ESEMPIO SVIZZERO. Di Bruno Vinci

E tornammo a rimirar le 5 stelle. Ricalcando Dante e dopo le appena trascorse elezioni, per quanto ai tradizionalisti e i politicisti puri dispiaccia, nel buio cielo europeo cominciano a brillare le stelle di Grillo.

Una delle prime nazioni in cui l’onda rinnovatrice avanza e la e la extracomunitaria e conservatrice svizzera, che avendo un parlamento federale è stato delegato al beato economicamente dicendo, popolo dei quattro cantoni .

La decisione di abbassare il tetto retributivo dei manager, in vera contraddizione all’immagine svizzera di capitalismo felice e assoluto, è stata presa dal popolo. E già la Francia si appresta a portale in parlamento la proposta di un referendum analogo. E ci si aspetta che il resto dell’europa, anche comunitaria, si adegui a questa iniziativa.

Prima o poi sono sicuro, che con l’avvento del M5S in parlamento ci sarà un iniziativa del genere. Poiché il movimento è accusato dai partiti che hanno governato di non saper costruire. Oddio mi domando che cosa abbiano costruito di funzionante, finora i vecchi partiti. Ma penso che grillo sia abbastanza furbo da non prendersi responsabilità gravose, per cui ritengo che ci vorrà ancora tempo per costituire un governo che soddisfi anche l’M5S.

E se ci sarà, c’è da aspettarsi che le decisioni più onerose vengano attuate in seguito a referendum popolare, come molte volte proposto da Grillo.

In ogni modo ci sarà una guerra tra furbi, le vecchie volpi della politica avvezze a ogni tipo di opposizione e trappole parlamentari e i nuovi furetti del movimento M5S agili e giovani e pronti ad avvertire tramite i mezzi mediatici, il polso dell’opinione pubblica regolando la propria politica.

In definitiva non so che succederà a breve termine e che passi saranno fatti anche nel trasporto pubblico locale, ma sicuramente qualcosa se non cambia sarà sicuramente conformato e adeguato al nuovo e futuro governo, che sarà tendente a demolire tutto ciò che costituisce l’attuale modus vivendi manageriale e politico. E nemmeno si può prevedere cosa attuare in sua difesa l’attuale classe politica e manageriale, non abituata ad a una vera trasparenza nei confronti del popolo lavoratore e contribuente.

In ogni modo ritengo che tutti quelli che si aspettavano di prosperare in un partito non si aspettino più i vantaggi estremi della carriera e amicizie politiche, oggi tutto che si fa non si può nascondere a lungo e una volta scoperto non si può nemmeno nascondere come una volta. Ci saranno periodi di tregua e periodi di grossi scandali ma speriamo che ci adegueremo a popoli confinanti più civili e rispettosi in toto, delle regole e delle leggi.

Per cui invito tutti, dal singolo lavoratore ai grossi gruppi sindacali a fidare nella volontà di un pulito rinnovamento perché se l’M5S è oggi un problema per i politici, deve la sua nascita agli stessi politici che con la casta, i privilegi, gli sbagli e non ultimo i vizi, hanno creato terreno per fare in modo che la protesta sia diventata un grosso partito. Si vede che i nostri politici beati dall’impunità di anni non ricordavano il proverbio della gatta ed il lardo, tanto è che tentano ancora di allungare la zampina sul lardo.



Ho scritto, sostituzione di una chiacchierata con tutti i colleghi amici delle aziende EAV e senza inutili polemiche interne visto che non sappiamo manco se ci sono veri interlocutori attualmente ma al solo scopo di ponderare insieme i momenti attuali.



Bruno Vinci







Nessun commento: