BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

13 novembre 2012

IL COMMENTO LASCIATO DALLA SIGNORA ASSUNTA, SOTTOLINEA LA NECESSITA' DI INFORMARE CAPILLARMENTE I NOSTRI VIAGGIATORI SULL'ATTUALE SITUAZIONE DI CIRCUMVESUVIANA.


Mi chiamo assunta, sono una pendolare, seguo da molto tempo il vostro blog e proprio riguardo a questo vorrei, se permettete, dire una cosa: non tutti i viaggiatori sanno che esiste questo blog e non tutti hanno internet perciò l'informazione che vi proponete di dare non arriva a tutti e si sa l'informazione è potere.
Mi permetto di consigliarvi di fare conoscere le vostre ragioni più ampiamente ed a questo proposito sono d'accordo nell'istituire un giornale o quanto meno dei volantini dove spiegate che i vostri manager hanno stipendi da favole, che con un loro stipendio se ne pagano 3 o 4 di stipendi ai comuni mortali lavoratori, fate sapere le condizioni che vi hanno proposto ed il perchè le avete rifiutato in modo da contrattaccare gli articoli dei media che vi colpevolizzano: è facile parlare quando si è sazi, lo stipendio vi è stato dato in due rate, pagando il mutuo, per chi ce l'ha, non resta molto, ma quelli lo fanno per non farvi diventare obesi, vi mettono a dieta così mangiate un giorno si e uno no, una dieta meglio di questa.
Scherzi a parte fate conoscere le vostre ragioni ma fatelo con un linguaggio semplice, chiaro e comprensibile. Da lavoratore a lavoratore ci sarà più comprensione e non sarete più il capro espiatorio perchè i vostri vertici vogliono che siate questo. Pubblicate stipendi, condizioni contrattuali, tutto, anche questo potrà essere una forma di protesta civile. 


La redazione ringrazia Assunta per aver partecipato al blog con il suo commento.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Gentile Assunta. So bene quello che stai passando tu e tutti gli altri viaggiatori della circum a causa della "circum". Lo so perchè anch'io da dipendente mi ritrovo ad essere quotidianamente viaggiatore anche se a tua/vostra differenza, non pagante, il che non è poco.
I viaggiatori però non meritano di essere presi per il naso...la beffa assieme al danno sarebbe troppo. Pertanto sgombriamo il campo è diciamo che così come siete per noi il pane quotidiano, rappresentate la nostra ma anche la vostra, unica possibilità di salvezza e cioè tentare di non veder fallita questa azienda...forse l'ultima speranza.
Da qui a scartare treni che hanno viaggiato fino a "ieri" il passo è breve. Non siamo in sciopero perchè manco quello ci fanno fare più. Si perdono soldi e nessuno ti si fila. Allora abbiamo deciso per la "non collaborazione". Non possiamo più collaborare con chi invece di dare più treni, taglia le corse riducendo la frequenza da un treno ogni mezz'ora, ad un treno ogni ora quando la richiesta da parte dell'utenza è quella di averne uno ogni 10 minuti. Non possiamo più collaborare con chi, oltre ad averci già tagliato gli stipendi (personale viaggiante,stazioni e fermate) adesso vuole maggiore produttività da chi non fa le cassette di pomodori un tanto all'ora ma guida un cazzo di treno (scusami), pieno zeppo di viaggiatori. Non possiamo più collaborare con chi ci paga a rate o quando recupera qualcosa di soldi chissàò da dove. Non possiamo collaborare più ma potremo riprendere domattina tornando a guidare ancora così come abbiamo fatto fino a 10 giorni, questi treni che ormai cadono a pezzi, se sole ci fosse un segnale positivo da parte della dirigenza EAV e di conseguenza di quella Circumvesuviana ad essa sottoposta.
Invece c'è solo l'arroganza di chi se ne fotte di me, di Assunta e di tutti quanti quelli che la mattina si alzano per andare a lavorare. Sono stati fatti i conti della serva e quindi come la massaia deve risparmiare sulla spesa al mercato, così questi nostri dirigenti dagli stipendi da favola, non sanno fare altro. Il problema è che noi non siamo pomodori tanto meno i viaggiatori sono ravanelli. Siamo persone, con le nostre responsabilità, con la nostra vita ,con nostri affetti. Allora si avesse il coraggio di andare a fare il mazzo a chi ha creato il buco di 500 milioni di debiti che sta determinando tutto ciò nel TPL. Invece li paghiamo a peso d'oro e per cosa ? Per fare i conti della serva e tagliare...tagliare...tagliare. Per quello sarebbe buono anche l'ultimo dei miei figli che ha 5 anni.
E nel frattempo, mi dirà certamente qualcuno,i viaggiatori ne devono pagare le spese ? Sarei un disonesto a dire di no. E' purtroppo così. Siamo costretti, non lo facciamo a cuor leggero tanto meno senza la mortificazione che spesso non ci fa dormire la notte. Ma queste sono chiacchiere e se fossi nei vostri panni avrei i miei limiti ad accettare quello che vi stiamo propinando, ogni santo giorno. Ma almeno adesso vi è stato detto chiaro una volta per tutte. Senza il vostro malcontento, la vostra rabbia, senza le vostre bestemmie, forse ci avrebbero già fatto chiudere i battenti...anche e soprattutto per questo, ce ne dobbiamo fare una ragione...tutti.