BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

25 ottobre 2012

DALL'AMICO E COLLEGA GREGORIO BEZZECCHERI, RICEVO, CONDIVIDO IN PIENO E PUBBLICO !


Carissimo GIONA, è ormai da tanto tempo che non scrivo...
I motivi sono molti e diversi, ma la ragione è una sola: non ne avevo la forza...
Purtroppo i tempi sono offuscati sempre più da tante nefandezze, ingiustizie, eventi che lasciano senza più parole, ma che continuano ad inperversare nella società: a tutti i livelli...
Tante parole sono state spese per esternare concetti, pensieri, opinioni, critiche, giudizi, fatterelli...
Attualmente la nostra azienda mi ha fatto conoscere lo scenario che mi attende: un quadro dipinto ad "olio" nel quale si intravedono soltanto ragioni che non hanno colore se non quello di un prossimo avvenire triste e oserei definire indifendibile per me...
Tuttavia resto legato al valore che cerco di seguire "in questa vita": la Fede nel Signore Gesù!
Quindi, ricordandomi della lettera di S. Giacomo Apostolo che ho ascoltato durante la celbrazione Eucaristica del 30 settembre u.s., ho pensato di farla leggere a tutti i lettori del mitico Blog...
Lascio ad ognuno la sua libera interpretazione, ben consapevole della mia indegnità.
Il Signore Gesù ha detto: < ...chi ha orecchi per intendere intenda...!!!>. [dalla parobola del seminatore....]

Buona lettura... 

Gregorio Bezzeccheri
 

Le vostre ricchezze sono marce.



Dalla lettera di san Giacomo apostolo

  
Ora a voi, ricchi: piangete e gridate per le sciagure 

che cadranno su di voi!
  
Le vostre ricchezze sono marce, i vostri vestiti sono 

mangiati dalle tarme.

 Il vostro oro e il vostro argento sono consumati dalla 

ruggine, la loro ruggine si alzerà ad accusarvi e

divorerà le vostre carni come un fuoco.

Avete accumulato tesori per gli ultimi giorni!

Ecco, il salario dei lavoratori che hanno mietuto sulle 

vostre terre, e che voi non avete pagato, grida, e le 

proteste dei mietitori sono giunte alle orecchie del 

Signore onnipotente.

Sulla terra avete vissuto in mezzo a piaceri e delizie, e 

vi siete ingrassati per il giorno della strage.

Avete condannato e ucciso il giusto ed egli non vi ha 

opposto resistenza.

Nessun commento: