BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

11 ottobre 2012

CI RISIAMO !

Circum e manutenzione, dieci treni fuori uso in una settimana

Circum e manutenzione, dieci treni fuori uso in una settimana.

L'arrivo dei pezzi di ricambio ha rimesso in sesto diversi convogli fermi da tempo. ma si è trattato di una soluzione provvisoria. La realtà: molti treni stanno tornando in officina.


Circum e manutenzione, dieci treni fuori uso in una settimana
Potrebbe presto cadere in una nuova emergenza la Circumvesuviana. La manutenzione comincia infatti a dare segni di cedimento. Se ieri in funzione c'erano solo 51 treni, una settimana fa si viaggiava con 65-66 treni a disposizione.

C'è però da dire che la riduzione drastica dei treni a disposizione non ha portato fortunatamente a delle vere e proprie soppressioni. Almeno per ora. Ieri ad esempio, racconta Francesco Gravetti sulle pagine del Mattino, ci sono stati cambi all'ultimo secondo, passeggeri spostati da un binario all'altro, ritardi fino a 15 minuti.

Circum e manutenzione, dieci treni fuori uso in una settimana
Sta di fatto che l'arrivo dei pezzi di ricambio ha rimesso in sesto diversi convogli fermi da tempo ma si è trattato di una soluzione provvisoria. La realtà è dunque amara: molti treni ora stanno tornando in officina. L'allarme arriva dall'Orsa: "Gli investimenti veri, quello che dovevano rilanciare la Circumvesuviana in maniera definitiva, non sono mai arrivati. Li stiamo aspettando da mesi, mentre assistiamo al solito balletto delle responsabilità. Crediamo che la responsabilità sia della classe politica, che non guarda all'interesse reale dell'azienda".




L' UDIENZA E' SLITTATA AL 15 OTTOBRE PROSSIMO



Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/circumvesuviana-manutenzione-treni-fuori-uso.html
Leggi le altre notizie su:http://www.napolitoday.it/o seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday


Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/circumvesuviana-manutenzione-treni-fuori-uso.html
Leggi le altre notizie su:http://www.napolitoday.it/o seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday

Potrebbe interessarti:http://www.napolitoday.it/cronaca/circumvesuviana-manutenzione-treni-fuori-uso.html
Leggi le altre notizie su:http://www.napolitoday.it/o seguici su Facebook:http://www.facebook.com/NapoliToday

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Era il 31 dicembre 2011


ASPETTANDO GODOT
NEARER,MY GOD,TO THEE
L’Inaffondabile (SIC!) Titanic
(Da Corazzata a…..Bagnarola…” Per non dimenticare “…)

Per raccontare la fine di un epoca,…ho scelto deliberatamente di riproporre la seconda parte di un articolo già pubblicato il 7 Ottobre del 2010 che aveva quale tema principale il tragico e drammatico deragliamento ferroviario del 6 Agosto del 2010….
Mentre si inauguravano cantieri la ferrovia mostrava tutte le sue lacune prima di sprofondare …..
La presunzione nel sottovalutare le critiche;i messaggi e le denunce sui ritardi della programmazione aziendale che pure erano stati indirizzati,spronava paradossalmente i nostri strateghi, produttori di debito e di sfascio, ad effettuare scelte che poi si sono dimostrate fallimentari…..
La riproposizione di questo articolo è dovuta ad una serie di motivazioni che proverò ad elencare in ordine d’importanza:
1)Nell’archivio di Circumvesuvianando non sono stati recuperati pezzi della sua storia;
2)La censura,l’intimidazione,palese o appena-appena celata ma sempre presente in azienda verso chi racconta e non nega la realtà…;
3)La memoria:per non dimenticare…..In un paese smemorato e addormentato ricordare i tragici incidenti che hanno sconvolto la nostra azienda è cosa buona e giusta,per non ripetere in futuro gli stessi errori del passato;
4)La Circumvesuviana come paradigma e metafora di un paese…;

Sulle cause del debito e della mancata crescita,prima dell’abbandono dell’Europa, vengono le lobby,e le caste,che si sono arricchite sulla pelle di tutti quelli che disonesti non sono….. Se potevano arraffare anche il cielo, depredavano anche quello….
Un silenzio indecente sulla corruzione e sull’evasione accompagna i provvedimenti del Governo e del Parlamento per contrastare default e grande depressione….
Ed allora se è vero tutto questo….E se qualcuno ha motivi per ritenere che l’economia italiana nella fase due(la crescita)sia capace di ripartire da sola è un genio incompreso….
Cari fratelli noi ripartiremo al traino degli altri ma solo se poniamo il lavoro e le retribuzioni come priorità assoluta del paese..….
Mancata innovazione,mancata creazione di mercati,reddito insufficiente per far ripartire i consumi, talenti sprecati e mancata meritocrazia,spoliazione dei diritti…..Quasi 20 anni di berlusconismo basati su aria fritta mediale, mentre chi aveva risorse le occultava all’estero senza pagare tasse e senza investire….….E dopo tutto questo dobbiamo sorbirci le lacrime false della Fornero…A Napoli si dice chi chiagne fotte a chi ride..…..E qua credetemi già da un bel po’, non si ride più….
COMUNICATO NUMERO 36…….
Con il nuovo che avanza cessa di aver effetto la contrattazione di secondo livello a far data dal 31 Dicembre del 2011….
Abbiamo le retribuzioni più basse di tutta l’Europa e questi riducono le paghe di tutti i lavoratori…….
Aziende di trasporto in dissesto, flagellate dalla riduzione delle corse,dalla mancanza dei materiali, dalla poca manutenzione,da un parco rotabile in uno stato vergognoso(ci piove dentro) e dai numerosi disagi per i viaggiatori…..E “ Lor Signori “ fanno cassa con il modello POMIGLIANO….


#6 07 Novembre 2010 - 19:41


Le bugie hanno le gambe corte e il naso lungo, ci suggeriva il COLLODI,e dat che il fratacchione non rispetta il vostro undicesimo comandamento, (elaborazione mentale questa del tutto manichea)… l’indagine sul disastro del 6 Agosto…prosegue!…..
Qualche malandrino già sussurra che Guglielmo par petrusino ogni minest……
Come faccio a dargli torto!Come dare torto a chi non vuole più ricordare……A chi tenta di far dimenticare con il suo silenzio le pesanti responsabilità in questa vicenda dei vertici aziendali…..


Anonimo ha detto...

#6 (Continua)

Come si dice:il tempo è galantuomo e tutti i nodi vengono al pettine!
Miei cari signori il fango schizzato sul macchinista è stato abbondantemente lavato!
I tabulati telefonici danno ragione a NASO: il macchinista non stava telefonando.
Se ha usato il telefono, è stato solo per delle comunicazioni di servizio,e mai prima del ” tragico volo “ del treno….
Dall’esame dei tabulati,dei numeri telefonici chiamati e degli orari,è emerso che il NASO avrebbe fatto 4 chiamate.
La prima alla centrale operativa dell’azienda , 10 minuti prima dell’incidente.
In pratica mi suggerisce il dotto OBI-WAN,si tratta di una telefonata di servizio obbligatoria,….”
E’ la cosiddetta investitura del treno “….
Questa investitura non è altro che,la comunicazione alla centrale che il convoglio si è mosso e di quanti elementi è composto…..
E le altre telefonate?
Per rispondere al pubblico idiota che ha rilasciato, dichiarazioni del tipo:-- era distratto perché telefonava --,vi dirò: che le altre,sono successive all’incidente e sono relative alla comunicazione del sinistro ed alla richiesta reiterata d’aiuto!
Ragazzuoli miei l’ignoranza è una malattia. E il suo antidoto è “ la conoscenza “.
Voi mi direte che l’ignoranza,tanto quanto la povertà e la fame,non è una colpa ma è una condanna.
E’ vero!E’ una forma di oppressione concreta,che lascia brutti segni nell’anima.
Produce brutture e infamie. Come le parole che bruciano gli uomini vivi, senza aver verificato le prove della loro innocenza!
E’ un peccato mortale,e non è poi detto che la confessione l’assolve!
Non temete,sarà solo questione di giorni per la trascrizione delle telefonate fatte…..
Dall’inquirente è stato poi deciso un nuovo sopralluogo sui binari,ancora sottoposti a sequestro……..
Non dimentichiamo che il macchinista non è il solo ad essere indagato…..
Insieme a lui sono indagati per il disastro ferroviario due dirigenti della CIRCUMVESUVIANA…
Ricordiamo inoltre che il macchinista,aveva segnalato alla centrale operativa la presenza di un cuneo sui binari…….
I riflettori adesso, verranno sicuramente accesi sullo stato della rete ferroviaria e sulle scelte dirigenziali adottate in materia di tagli ed investimenti……
Quel gran genio del mio amico Malachia, stuzzicandomi mi fa:le domande da porre sul Metrostar, devono essere 10 e rigorosamente numerate…

Proseguendo, con una mitragliata in sequenza mixata Malachia mi colpisce così :

1)SCOPRITE CHI E' STATO L'INTERFACCIA CON IL FORNITORE CHE, CON REGOLARE INCARICO PROFESSIONALE DI 25.000 EURO, (Commento N° 3)HA TRASMESSO A QUESTI I NOSTRI DESIDERATA....
Il marrano, operò da solo?Con chi divise il “ MALLOPPO “?E la magistratura cosa dirà ?Ne verrà mai a capo?
2)In curva con il rollio, se occupi il posto nella parte terminale del " TOMBONE " avverti la sensazione di ondeggiare in mare aperto?
3)E come la mettiamo con il bilanciamento dei pesi!E l'aderenza alle rotaie?
4) Lo scartamento rilevato dalla nuova macchina ha rilevato una distanza tra i 2 binari che si discosta dalle misure fissate!!!!
5)E la limatura rilevata su parte del tracciato?E la stessa altezza?Il METRO’ era stato PROGETTATO per una velocità di 120 Km/h?Qualcuno li ha informati che il ferro è da 50???
6)Ma è vero che circola con insistenza la voce di modifiche apportate al prototipo?Ma è vero che aveva già dato dei problemi,che sono stati verificati poi nelle officine aziendali?
7)Da chi sono stati collaudati?
8)Sui nuovi rotabili, chi è deputato all'intervento?
9)Quanto dura la garanzia ed a chi compete il rifornimento del materiale?
10) ALLA LUCE DELL'INCIDENTE,QUAL'E' IL GRADO DI AFFIDABILITA' CON I NOSTRI SISTEMI DI SICUREZZA?




















Anonimo ha detto...

(Continua)

Miei devoti dipendenti qualche domandina vi sarà venuta in testa nel frattempo. Ed è gradita la vostra partecipazione con un piccolo pensiero,….magari un’opinione….
Prima di lasciarvi la domanda di riserva la pone il FRATACCHIONE:

11)Dopo tanti anni di paralisi e di fallimenti,un Risorgimento civico e politico può veramente cominciare qui e altrove?????

Non mi dite che Napoli sarà il laboratorio dove si chiuderà la parabola del Satrapo?
A Munnezza,Escort,Veleni,e soprattutto Pomigliano,….con quello che resta dei diritti dei lavoratori:in FIAT e fuori!!!

COSI’ SIA!!!


“ Chi non conosce la verità è uno sciocco,ma chi,conoscendola,la chiama bugia è un delinquente…”
B. Brecht



#10 06 Agosto 2011 - 22:52

Poche parole per ricordare ad un anno dal deragliamento del 6 agosto " i nostri morti "...
L'archivio del blog ha conservato in memoria molte mie parole su questo giorno infausto.... E non solo l'indagine sul guazzabuglio della lettera " C " (L'indagine I PARTE e II PARTE con i relativi commenti......)
Dunque:l'alta velocità,la mancanza di un sistema di rallentamento automatico e le condizioni di segnaletica e di " visibilità " insufficiente hanno causato una tragedia che poteva essere evitata con una cura più attenta ai dispositivi sulla sicurezza ferroviaria....
Le conclusioni del P.M. sono al momento incontestabili.......
Restano ancora vive in molti di noi:le immagini delle lamiere contorte,il sangue,le ambulanze,i feriti....
Non ho mai creduto alla tecnica del capro espiatorio.....Trovare l'unico colpevole da crocifiggere assolvendo colpe di chi per compiti e responsabilità è deputato a programmare interventi mirati su tracciati ferroviari pericolosi è un atteggiamento miserevole .....
Il mio obiettivo è stato sempre quello di alzare il livello di attenzione sulle tematiche che riguarda(va)no la sicurezza del viaggio e di chi opera sulla rete ferroviaria....E questo lo dico cari fratelli perché ci sono ancora oggi in azienda capacità e competenze lavorative che conoscono le lacune sugli impianti,i codici di sicurezza,e lo stato comatoso della rete ferroviaria....
Ci sono le condizioni per poter prevenire il possibile errore umano, con interventi mirati a rafforzare gli argini della sicurezza ferroviaria?Certo!
Ricordo tutt'ora che su quel tracciato ferroviario persistono i limiti del rallentamento.....
Sembra che ancora su quel tracciato:non risulti nessuna modifica sui codici nei circuiti interessati che obbligherebbero " l'uomo e la macchina " al rispetto della velocità consentita dalle norme regolamentari.........
E così un anno dopo il tragico impatto la procura scrive la sua " versione " dei fatti...:alta velocità,segnaletica insufficiente e la mancanza di un sistema di rallentamento automatico....
Queste sarebbero le ragioni dell'incidente... Sotto inchiesta finiscono il macchinista,l'ex Amministratore,il Direttore Operativo e di esercizio....Per loro l'accusa di disastro ferroviario,omicidio e lesioni colpose.....
Secondo le indagini il macchinista conduceva il metro star ad una velocità 3 volte superiore rispetto a quella consentita in quel tratto pur disponendo della frenatura automatica i dirigenti(come si legge dagli atti)"omettevano di adottare quello più idoneo a garantire il maggior livello di sicurezza della rete ferroviaria "......
A proposito del disfacimento delle condizioni di sicurezza,gli inquirenti hanno constatato una distanza inferiore tra il segnale di " avviso di rallentamento " e il segnale " di inizio rallentamento "....
Una distanza inferiore rispetto a quella regolamentare.....


(SCRIVEVO)Continuo ad avere fiducia nel lavoro serio svolto dagli inquirenti.




















Anonimo ha detto...

(Continua)

La Magistratura è un organo di tutela e di giudizio imparziale per ogni cittadino....
I disservizi e le carenze sull'organizzazione ci sono. Non Neghiamo! Rimuovere i problemi addebitando tutto all'errore umano,convitato di pietra sempre presente nel nostro lavoro,non ci aiuta.....
Un'ultima considerazione: eseguita " L'esecuzione pubblica del colpevole ",abbiamo risolto il problema?E se domani,si ripresenta l'errore umano?Che facciamo?L'errore viene coperto da un sistema di sicurezza che impedisce i 2 morti ed i 58 feriti?Risistemiamo il patibolo per eseguire una nuova sentenza?Il problema sulla sicurezza ferroviaria lo risolviamo?

Morale della favola:Giorno dopo giorno,abbiamo la percezione che quest'azienda non " SIA PIU' LA NOSTRA"....
Ambiente in evoluzione?(SIC!)Identità in divenire?Nuovi barbari? L'immagine si scinde,e non lavoriamo più in funzione di ciò CHE ERAVAMO!!!!!!!
Questo scrivevo un anno fa.....Nulla si è fatto!E non mi si dica che non c'erano soldi.....
Tra sprechi,consulenze e nuove infrastrutture costruite e lasciate colpevolmente in degrado tra ruggine e abbandono.....
Una classe dirigente che colpevolmente in questi anni ha tirato a campare salvaguardando corte e culo.....Un assenza di prospettive e di progetti.....Un piano industriale inesistente...
Si continuava a lucrare sul passato,mentre la ferrovia perdeva pezzi pregiati......Perché????
Vivevano un altra realtà.....Avevano da tempo interrotti i rapporti con il personale operativo chiusi tra gli intrighi di palazzo e il gossip nelle stanze del potere...Al demerito si associava la negligenza....
Questa è l'unica spiegazione.....Vivevono su un'altro pianeta....Altrimenti, i " LOR SIGNORI ",per quanto intorpiditi nei sensi e obnulati nell'intelletto delle pratiche di vassallaggio, avrebbero avuto assillante le capacità di dover capire lo stupore,l'indignazione, l'esasperazione,la rabbia con cui una parte di dipendenti non li prende neppure in considerazione se non per disprezzarli e auspicare che la Magistratura oppure un vento nuovo li spazzi presto da qui.....
Vivono su un'altro pianeta,perciò non aprono più la bocca e sono terrorizzati da questa crisi che travolge il trasporto pubblico e i loro orticelli.....
Oggi nessuno,se non i loro sodali che li omaggiano ,li crede più,..." noi " in primo luogo e chi da utente utilizza ancora la Circumvesuviana....
Un servizio che contrariamente alla nostra storia ferroviaria continuiamo con abnegazione e sacrifici ad assicurare,anche se in maniera(mi sia consentito il termine) vergognosa....
Avete dissipato un PATRIMONIO,prego IDDIO della ragione che chi ha fallito tolga al più presto il disturbo......




...Personalmente non dimentico....Non dimentico chi addossò con molta superficialità le responsabilità dell'incidente solo al personale alla guida...
Pubblico lubridio,gogna mediatica sulle telefonate vere e presunte...E come non ricordare il quadrato che impose la dirigenza per assolvere e garantire solo i propri dirigenti........
....Si diceva è colpa dell'eccessiva velocità nel curvone maledetto.....L'inchiesta interna fugherà dubbi e perplessità....
Aspetto ancora gli esiti sia dell'inchiesta sul 6 Agosto,e sia del mai dimenticato incidente ferroviario di C.Terme di Gennaio del 2009.........
Ricordo i commenti sprezzanti di una parte del personale...A chi sollevava dubbi sul tracciato,sui codici di sicurezza e sugli interventi tecnici per prevenire l’errore umano la risposta era:non cerchiamo giustificazioni, è la velocità che lo condanna...!


Anonimo ha detto...

(Continua)

La solita coazione a ripetere:la vittima sacrificale....
Per la disorganizzazione e il caos il capro espiatorio è la risposta più semplice per rimuovere:cause e responsabilità....La migliore soluzione?Assolvere l’Amministrazione e sic e simpliciter liquidare la faccenda del deragliamento individuando solo nella velocità la causa del tragico volo…….
Dicevano i latini:IL DENARO non ha cattivo odore….E’ il modo in cui si sperpera,che puzza di morto…..E noi in quanto a sperpero non siamo secondi a nessuno…..Si risparmiava sui reparti operativi, mentre si costruivano cattedrali nel deserto:abbandonate poi all’incuria ed al degrado….

Chi amministrava e gestiva:la sicurezza?A chi competeva la programmazione?Chi doveva pianificare gli interventi per proteggere un tratto ferroviario tanto importante,come il percorso che lega Gianturco con il terminale di Piazza Garibaldi?Una linea questa soggetta da anni a lavori e rallentamenti….
....Faccio presente che nel frattempo lo sfascio organizzativo continua...Rilevo che su quel tracciato non ci sono stati interventi correttivi…..Faccio presente che in alcuni reparti operativi:ci sono solo 10 unità lavorative che devono coprire 25 turni.....Di cui 14 su turni ciclici....
Si garantiscono orticelli e sacche di improduttività,mentre il personale sugli impianti è al collasso....(Si aggira sui 60 anni la media anagrafica)
Di cosa vogliamo discutere:di sicurezza?Qual è?Ed i maggiori responsabili di questo stato di cose sono sempre presenti?Nessuno passa mai la mano?Nessuno che transea in altro luogo?
Nel frattempo altre partenze dai reparti operativi impegnati sulla sicurezza....
L'Organico vistosamente diminuisca ancora....
9 su 25....
Di cosa stavamo parlando?Già:Di sicurezza....

P.S:E' folle Guglielmo?Mandiamolo a visita TOSSICOLOGICA,così ricordo che suggerivano i più salaci commenti!
Cari dipendenti devoti:Guglielmo ha superato la visita. Nemmeno con lo straordinario risulta tossico e in quanto alla follia,…dice il saggio:“ il folle e lo straniero,sono capaci di vedere cose che l’abitudine rende opache “!!!!



Guglielmo da Baskerville