BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

8 agosto 2012

IL SEGRETARIO REGIONALE DELLA CISL GIUSEPPE ESPOSITO DICE NO ALLA DOPPIA TARIFFAZIONE PROPOSTA DA VETRELLA


5 commenti:

vincenzo201 ha detto...

Buongiorno. Se il Peppe Esposito di cui sopra e il Giuseppe Esposito di questo articolo
http://www.julienews.it/notizia/politica/unico-campania-accolta-la-proposta-della-cisl/272421_politica_1.html
sono la stessa persona, mi sembra di capire che questi non sia contro la doppia tariffazione, ma semplicemente contro l'esistenza del consorzio Unicocampania.

giona ha detto...

Garantisco che è in entrambi i casi, il segretario regionale della Fit - Cisl.

vincenzo201 ha detto...

Grazie. Ho riletto l'articolo e, in effetti, sono espresse delle perplessità sul doppio regime. Abolire di punto in bianco, la tariffa integrata, creerebbe seri problemi agli utenti e, di riflesso, sulla Regione, per cui è improbabile che la aboliscano. D'altra parte, l'opportunità di poter emettere anche biglietti propri, in attesa di un'integrazione post - Unico, non dovrebbe esser fatta sfuggire alle aziende. Quello che, a mio modestissimo avviso, dovrebbero pretendere le aziende, è che questi biglietti singoli siano a prova d'evasione. In particolare, per la Circum:
1) vendita nelle stazioni, che dovrebbero essere tutte presenziate (in alternativa, vendita a bordo solo per chi sale da stazioni impresenziate o, ma questo comporterebbe dei costi, emettitrici automatiche).
2) i biglietti debbono avere stampato un orario entro il quale iniziare il viaggio (come sui vecchi biglietti bianchi e rossi di fine secolo scorso), rendendo superflua la convalida e, in questo modo, evitando la furbata di chi compra il biglietto, senza mai timbrarlo.
3) Sui bus, timbro del rivenditore e vendita a bordo, in orari di chiusura delle rivendite.

Anonimo ha detto...

.... il consorzio unico campania??? ma chi lo paga questo consorzio?? è un passaggio in + di soldi, quindi se ho ben capito il costo del biglietto = costo all'azienda + costo del consorzio

eliminiamo il consorzio, iniziamo ad abbassare il costo del biglietto, sino ad un risanamento delle azienda di trasporto pubblico campano.

Anonimo ha detto...

IN CAMPANIA
1-Una larga % di motoveicoli ed autoveicoli circola con assicurazione falsificata.
Credete sia difficile verificare e sequestrare i mezzi in difetto?
2-Un viaggiatore su due utilizza GRATIS i mezzi di trasporto pubblici.
Credete sia difficile arginare il fenomeno ?
3-Finanzieri a caccia di evasori nei pubblici esercizi ma i LIBERI (in tutti i sensi) professionisti che risultano iscritti negli albi credete sia difficile controllarli?
4-Tutti all'esterno delle abitazioni hanno parabole ed antenne.Quanti pagano il canone ?E' difficle verificarlo?
4-Alla fine di una rampa di scale che immette un grosso flusso di viaggiatori provenienti dalla linea nello snodo intermodale di Piazza Garibaldi ,viene messo prima un bar e poi una saletta ristorante adiacente.Esistono le legalità?
5-Una azienda di trasporto può continuare ad operare nel mancato rispetto della legge sulle barriere architettoniche ?
6-Una azienda di trasporto può operare disattendendo (parzialmente)le normative emanate in materia di evacuazione gallerie in caso di incendio?
Non c'è volontà.. tutti si foderano gli occhi.
Illegalità mancanza di senso etico mistificazione e ricerca continua di sopraffazione altrui nel tentativo di tirare la'cqua al proprio mulino.
Se un politico è l'espressione del popolo ,l'ex primo ministro non era quella a noi più confacente ??
Granita