BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

8 maggio 2012

ECCO COME LA PENSA DON COSCIOTTO DEI MACCHINISTI



VOCABOLARINO
(abbecedario semiserio a cura di DON COSCIOTTO)

CASTA

Termine di moda ma non tanto, che letteralmente vuol dire “gruppo sociale chiuso i cui membri hanno in comune razza, nascita, religione o … mestiere; in senso figurato è una classe di persone che si attribuiscono speciali privilegi”.
Nella sua accezione sociologica-politica-ideologica-fantascentifica viene utilizzato per indicare una cerchia più o meno ristretta in possesso di privilegi generalmente im-meritati e di in-competenze particolarmente mirate, che si autoriproduce difendendo con i denti le proprie posizioni nell’ambito della società. Può essere composta da intere categorie sociali o anche da parti ristrette di talune categorie. Facciamo qualche esempio.
La casta per definizione e quella maggiormente rappresentativa è la classe dirigente di un intero paese quando questa dirige verso l’in-efficienza; la condizione dell’inefficienza è necessaria per definirsi casta, perché in caso contrario si chiamerebbe classe politica. Un’altra casta molto rappresentativa dell’epoca contemporanea è quella dei top manager. Sono ubicati nelle aziende cosiddette societarie perché il loro scopo principale è quello di fregare i soci. Sono in aumento vertiginoso perché sono il frutto di scalate verso l’alto. Si parla poi di casta di: magistrati composta da sacerdoti in possesso di verità che sono utili per decidere gli altrui destini, giornalisti che utilizzano strani strumenti per colpire gli altri, imprenditori che vogliono abolire lavoratori ma solo se ci sono contributi pubblici, sindacalisti sempre in permesso sindacale anche in ferie e via dicendo.
Altra casta a noi vicina e particolarmente “potente” è rappresentata da una ben definita categoria di lavoro molto circoscritta: i macchinisti ferroviari. Sono autoreferenziali, pensano di essere il fulcro del mondo, dicono di essere unici ed indispensabili. Se qualcuno osa criticarli quel qualcuno è senz’altro disinformato, in malafede, da mandare al quel paese della nefasta serie nessuno ci può dare lezioni.
Non è possibile criticarli perché, come ogni casta che si rispetti, loro vivono nell’olimpo e gli altri sono poveri cristi, loro possiedono professionalità e gli altri sono dilettanti, loro sostengono eroicamente la baracca. 

48 commenti:

Anonimo ha detto...

Non so chi sei tantomeno mi interessa , non sono un macchinista ma so per certo che ci sono caste e caste in azienda c'è la casta dei capistazione, gestori, capitreno,deviatori,assistenti siamo tutti una casta più o meno potente, ma di certo fare il macchinista oggi non è certo il miglior lavoro che c'è in azienda ,l'impegno costante e continuo nella guida in condizioni ambiendali difficili(in estate cabine dove la temperatura raggiunge i 42° ,in inverno il gelo regna sovrano) "mentre gli altri nel palazzo, nelle stazioni, e nei casotti hanno temperature gestite dai climatizzatori" non e certo piacevole .Non ho mai sentito di categorie diverse dal viaggiante che per un errore sul lavoro hanno dovuto rivolgersi ad un avvocato, al massimo qualche fantomatica sanzione della 148,la professionalità come dici tu non e certo prerogativa di una sola categoria ma di chiunque cerca sempre in qualsiasi condizione di dare il meglio per rendere migliore la vita degli altri . Questo tuo pensiero sui macchinisti potevi anche risparmiarlo concentrandoti invece sui problemi che oggi ci assillano p.s deduco dalle cose da te scritte un profondo stato di frustrazione ,forse la tua mansione non ti soddisfa ? puoi sempre fare il concorso a macchinista .saluti da mimmonappi

Anonimo ha detto...

Sei stato perfetto!!! La baracca la manteniamo noi ......... Truovat na fatic nel frattempo.Facci sta cortesia...........

Anonimo ha detto...

Che stronzata... e dei distaccati e ricottari vari ne vogliamo parlare? E di chi non ha mai saputo cosa significhi la parola lavorare, perché per lui anche girare i pollici è faticoso? Ma questo pensiero nel delirio della tua pazzia, caro Don Cosciotto, forse non arrivi neanche a sfiorarlo, da bravo mentecatto. Forse sarebbe davvero ora che i macchinisti e quei pochi altri della "casta" si facessero da parte lasciando a quelli come te l'onere e l'onore di difendere quello che ci stanno rubando... anche grazie a te.
Oltre che ai commenti dovresti prestare attenzione anche agli articoli, caro GioNa...

Anonimo ha detto...

Rallegramenti...ogni casta diventa castone...

Viva 'o rRè (è una firma)

Anonimo ha detto...

Azz Giona senza fare nomi,allusioni, ???Mi fa piacere che tu riesca a calmare le acque in questo momento ............Pubblicando sta cosa .Bravo,ma comunque credo che veramente sia il caso di abbandonare sta valle di lacrime e dare la possibilita' di rendere liberi gli altri da questo peso insopportabile ...........

Anonimo ha detto...

In un clima come quello attuale un articolo come questo è benzina sul fuoco... accussi' se pazzeja 'a ffa' male... e qualcuno credo che ci goda.
Se a questo si aggiunge il fatto che ancora ci si ostina a combattere tra noi senza capire che il problema è di tutti, si evince da quello che traspare dall'articolo che chi scrive problemi non ne ha - se non forse nella testa...
In attesa di conoscere persone che dimostrino di essere in grado (più delle "casta" di cui si parla) di ostacolare questo piano repressivo aziendale, i miei cordiali auguri di buona guarigione all'autore dell'articolo.

Anonimo ha detto...

SONO PRONTO A CONSEGNARE LA CHIAVE DI ABILITAZIONE IN CAMBIO DI UNA MODESTA SCRIVANIA.DISTINTI SALUTI UN MACCHINISTA.

Anonimo ha detto...

Scribacchino da strapazzo venga a lavorare sui treni al freddo in inverno e al caldo in estate, bersagliati dai viaggiatori, lavorando di domenica e i giorni festivi. La informo che a ottobre il personale viaggiante e di stazione ha già subito un aumento del carico di lavoro quindi la casta non siamo noi ma voi amministrativi che, come lei ben rappresenta, durante l'orario di lavoro pensa a scrivere articoli e a curare il blog.

Alessandro Cerrato ha detto...

Giovanni,proprio ieri osannavi le 100000 visite in meno di 6 mesi delle tue pagine e...il giorno dopo hai scritto quest'articolo proprio per divulgarlo quanto più possibile all'esterno dell'azienda.Non solo articoli sul Mattino,leccatine a Vetrella sul suo profilo Fb da parte di un altro filosofo della penna,ora ti metti pure tu a denigrare una categoria di lavoratori che,se sono parte attiva ed esposta dell'azienda,non è colpa loro,se hanno subito un grave ritocco dello stipendio a settembre,non è colpa loro,se è accusata dai viaggiatori di tutti i disservizi che subiscono,non è colpa loro...Facciamo così:se il 26 uscirà lo stipendio incontramoci sotto alla direzione e confrontiamo le buste paghe,le responsabilità civili e penali che abbiamo entrambi,i danni biologici che subiamo,l'influenza del nostro lavoro sulla vita familiare e sociale,lo stress derivante dal contatto col pubblico e poi vedremo chi fa parte di una casta,chi gode di privilegi e chi è esposto a tutto...Ok?Ti aspetto.

giona ha detto...

Che l'articolo di don cosciotto, che non sono io, io mi firmo con Giovanni Navarone o al massimo giona, avrebbe riscaldato un pò gli animi me lo aspettavo. Che la reazione avrebbe trascinato anche me nel gorgo, non ci voleva certo la zingara per indovinarlo.
Ma alla fine ho dovuto operare una scelta, difficile ma alla quale non ho potuto sottrarmi. Censurare o pubblicare l'autore che comunque conosco e quindi non è un anonimo.
Certo censurare sarebbe stata la scelta per me più facile e senza conseguenze. Troppo facile. Allora mettiamola così, don cosciotto ha una sua idea sui macchinisti. Io non la discuto perchè quando ho avuto qualcosa da esternare l'ho fatto di mio pugno. Ho deciso alla fine di dargli spazio per quel principio di libertà di opinione tanto invocato.
Voi del resto gli state rispondendo per le rime e alla fine dovrà farsene una ragione. Lo avevo tra l'altro avvisato. Quindi cari (due per tutti) Alessandro Cerrato e Ferdinando Kaiser (incontrato 10 minuti fa di persona)lungi da me denigrare questa o quella categoria, non lo farei mai. Mi sono trovato di fronte alla figura del censore (molti mi accusano di esserlo) ed ho tentato di evitare di calarmi nei panni di questo odioso personaggio. Ci sono riuscito al prezzo delle vostre "invettive"...ma ripeto, era un prezzo che ero consapevole di dover pagare, il prezzo della libertà di esprimere comunque il proprio pensiero.

Un saluto
giona

Anonimo ha detto...

Che tu sappia chi e', non cambia molto resta sempre un vigliacco. Chi non ha il coraggio delle proprie idee ...........vale poco............anzi niente! Che tu sia ,complice e avalli un codardo del genere ...............be'e' un dato...... lo hai scritto prima....."perchè quando ho avuto qualcosa da esternare l'ho fatto di mio pugno".Non sei meno colpevole ...................La nostra categoria..........per un fatto genetico ha sempre dimostrato attributi ...........di dimensioni esagerate.Forse e' questo che duole a qualcuno che ..........ne e' sprovvisto.Ma tanto pèuo' rimediare in giro da un po', ci sono prodotti specifici.........Io mi auguro una cosa ma me lo auguro tutti i giorni che ci sia lo scorporo...

Alessandro Cerrato ha detto...

Comprendo bene la tua posizione imbarazzante,Giovanni e condivido pienamente la tua scelta di aver pubblicato l'articolo,ma scusami per l'appunto,avresti dovuto ben specificare che il don cosciotto non eri tu...a dir il vero qualcuno di noi ha sentito subito la puzza che dietro a questa "schifezza" si celava Lui,l'"Omm",ma,personalmente,non credevo che usasse il tuo blog per continuare la sua opera denigratoria verso i macchinisti come se neanche questi gli avessero ammazzato i figli nelle culle...e mi meraviglio che tu non gli abbia almeno imposto di farlo comparire col suo vero nome...Va bè,butteremo giù anche questa,ma spero che quando leggerà questa mia risposta si sentirà ancor più verme di come normalmente madre natura lo ha creato....

giorgio de luca fiscone ha detto...

ormai,al punto in cui siamo arrivati,non credo ci possa essere più imparzialità rispetto a certe cose,e forse è anche logico credere al " ciuccio che vola " quando si parla dei macchinisti.Quello che io ho notato,però,è che non si perde occasione per far apparire questa categoria,agli occhi degli altri,ancora più una casta.Io sono un macchinista e svolgo il mio lavoro nella maniera più professionale possibile.Siamo sicuri che anche le altre categorie facciano questo???....quando conquisterò una poltrona anch'io,allora saprò rispondere,per il momento aspetto una risposta........

Anonimo ha detto...

Salve (non sono un macchinista),ma tengo a dir la mia,non sò che problemi ha con questa categoria ma certo la loro posizione li fà onore...come mai non ha evidenziato anche la categoria dei Capostazioni ? anche loro occupano una casta di superiorità,forse tempo fà ha partecipato ad un corso per diventare macchinista e l' hanno scartata ?e quindi sputa veleno, bè non le fa onore, come non le fà onore non firmarsi con il vero nome, certo non ha la faccia di affrontarli,come dire piccolo uomo pecoraro.......Non capisco come mai il caro Giona le ha permesso di scrivere queste stupide affermazzioni criticando una categoria sul suo blog.MA!!!!!

Anonimo ha detto...

Se non ho firmato con il mio nome è perchè mi adeguo all'interlocutore........

Anonimo ha detto...

Ha scritto bene l'amico del commento precedente sol oche ha esagerato un po' ha scritto uomo (Che e 'una parola grossa per te)Eventualmente solo ..PIECR.........

giovanni graziuso ha detto...

caro don cosciotto,fortunatamente non ti conosco,mi viene il dubbio che i tuoi scritti siano dettattati da un risentimento verso chi attivamente partecipa
allo svolgimento del servizio ferroviario.Non ho mai ritenuto importatante il parere di chi si nasconde dietro sigle o pseudomini , chi scrive o parla lo può ancora fare in libertà purchè dica il propio pensiero e non quello dei suggeritori di turno ,che sicuramente lo hanno aiutato nel suo cammino lavorativo.Ti invito ad un turno di lavoro da macchinista, da capotreno, da capostazione, da addetto di stazione......
poi ne trarrai le tue considerazioni..giovanni graziuso

Anonimo ha detto...

(Da IL POTERE DEGLI UFFICI pubblicato su CIRCUMVESUVIANANDO)
Mentre ci dilungavamo in questi discorsi una voce mefistotele e profonda, improvvisamente tuonò….
--- Ma perché meravigliarsi?Anche i burocrati si dannano!---
(E prima che potessi obiettare appena qualcosa di sensato,la voce proseguì)
---Mi chiamo CERBERO e sono il guardiano di questo palazzo! Colui che impedisce l’uscita ai lamentosi che latrano e non si ribellano, e tento di carpire l’anima ai vivi….Perciò fate attenzione:è un territorio a voi ostile …..E’ il regno deil’Accidia,dell’Invidia e della Superbia….
Gli uomini la chiamano burocrazia,un termine di origine francese che significa “ il potere degli uffici”… E’ un potere sottile e corrosivo….…Lobby potentissime e caste privilegiatissime ….
Guardateli:…….schiere di impiegati,curvi sui loro tavoli,come gli schiavi-rematori delle antiche galere,……
Guardateli intenti a compiere opere scure,sotto la sferza di crudeli dirigenti cooptati dal potere politico o manageriale e fedeli soli agli interessi dei loro referenti…
Avete presente il ragioniere Fantozzi e la signorina Silvani?…..Bene!
Il ragioniere e la signorina,sono pronti con armi diverse(la Salvini in una maniera e il Fantozzi in un’altra) a soffrire le pene dell’Inferno pur di soddisfare le velleità di un superiore ….
Apparentemente sembrano situazioni comiche …..
Solo apparentemente …..però …… Nulla da invidiare ……
Nella vita reale,negli ambienti come i vostri,vige la cosiddetta “LEGGE DELLA SCRIVANIA”…..
Questa legge è più feroce e impietosa di quella della giungla,dove,inseguendo il miraggio della “ carriera “,ci si accoltella alle spalle gli uni con gli altri…..
Metaforicamente? Si,certo, s’intende…….la morte del pensiero non è ancora considerato un omicidio……---
“ E quella dell’anima?(Provo ad interromperlo timidamente)Quella dell’anima come viene considerata? “
---E’ un delitto che apre il baratro dell’Inferno….Guai a quell’anima che smarrisce la retta via…..(risponde la voce)---
“ (Ringalluzzito dal provvisorio successo provo di nuovo a chiedere):Ma il compito di ogni burocrate non è quello di non commettere errori…??? “

Anonimo ha detto...

---(Cerbero m’interrompe)Lei crede?Frate lei è un illuso !La pregherei di usare il condizionale qui,….
Gli errori vengono commessi,…. altroché se vengono commessi!
Osservi !Chi sono i più bravi?Chi sono i più meritevoli?Come viene considerato oggi il servizio ferroviario?Si può ritenerlo, un servizio di qualità?E gli ETR?I vecchi son fatiscenti,e i nuovi?Chi li ha progettati i nuovi?
La sicurezza viene garantita?La formazione professionale viene curata?Come viene curata?Come vengono catalogati gli approvvigionamenti?La trasmissione della conoscenza e del sapere, come avviene?I brevetti sulla sicurezza vengono rilasciati?Si osservano le norme sull’antinfortunistica?Per ogni agente quante ore di lavoro di straordinario vengono consumate?Si rispettano le norme relative all’intervallo di riposo tra un turno ed un altro?Con la penuria di risorse economiche e con i tagli al TPL si pagano le consulenze?A chi?Perché?Che necessità c’è?Quali interessi si nascondono?Chi controlla?Cosa si controlla?Dirigenti e burocrati cosa CAZZO fanno????
Per non ammosciare i maroni,frate,non ci sono correnti vive nella vita intellettuale e morale della vostra azienda,….
Questo è un pantano di acqua stagnante frate,non una corrente sorgiva….Solo una sassata può agitare la superficie e,tutt’al più,smuove il fango sul fondo e intorbidisce l’acqua del pozzo….
Sotto un’atmosfera soporifera si estende un deserto spirituale di un’aridità terrificante….Non c’è freschezza né spontaneità,….….Sono tutti complici dello stesso sistema …..Morti,defunti,ectoplasmatici!E sa perché? Perchè non c’è gioventù,e non c’è il merito!!!!!!Non c’è stato quel ricambio generazionale indispensabile alla sopravvivenza di ogni azienda….…E non c’è formazione professionale!
Chi l’ha programmata?Come è stato programmata?Chi ha fallito?
Caro frate,,da queste parti(eh,eh,eh,---ride---)si usa dire che il Diavolo fa le pentole e non i coperchi---
E il nostro FAUST ha prenotato posti per tutti voi,tra le fiamme dell’Inferno!Ignoti, di lande trascurate siete,e tali resterete …. A nulla serve vendere il culo per dare redenzione ad un futuro che voi certamente non vedrete ……Ah,Ah,Ah,…………….Una risata infernale rimbombò tra le sale …..

(Tuoni,fulmini e saette ed una quiete irreale dopo la tempesta)

& Virgilio tomo-tomo cacchio cacchio interrompe quella strana atmosfera di silenzio surreale che era calata su di noi e mi dice:Frate adesso ha capito?Questo è un labirinto Kafkiano di uffici e impiegati…….
Mezze calzette,intente a tenere burocraticamente il conto delle pene da somministrare agli utenti ed ai dipendenti che operano sul ballast……Ci godono,…tant a Napul se dic a nu palmo del mio deretano d’oro seduto su poltrone dal tessuto damascato e broccato chi fott,fott! !!! &

“ Dopo il cazziatone e la mefistolica paura…mò aggià asciutta a culat pur e Virgilio?Indiscutibilmente non c’è più religione in questo mondo!Chiedo aiuto a Sant’Ignazio da Loyola…….
Per tutta risposta l’angelo di Dio,mosso a buon cuore, mi fa precipitare in una profonda meditazione……
(Nel dormiveglia tra sonno e meditazione, illuminato da Fra Girolamo elaboro quanto segue:) Il segno incontrovertibile della decadenza di quest’azienda è stato l’avvicendarsi continuo di dirigenti e A.D. dentro la macchina del potere …..Viene uno e se ne va un altro…..
Chi sapeva fare veniva messo da parte…..
Adesso,siamo al << si salvi chi può >>, arriva la truppa dei compari…
….Negli uffici dei palazzi vengono innalzati i peggiori e avviliti i migliori….Ecco il sintomo più devastante di una malattia irreversibile….
Tutto è in mano a dilettanti allo sbaraglio,o meglio a servitori vestiti da principi…..….
Se i contenuti non reggono,divengono inutili i competenti …..Meglio scatenare banditori e venditori di spazzole …..”

Guglielmo da Baskerville

Alessandro Cerrato ha detto...

Quando la casta ha perso a settembre circa 200 € dallo stipendio,dov'erano il pecorone e tutti quelli che si "azzuppano la fresella" quando si denigra questa categoria?A scrivere scrivere scrivere,ma questa cosa non l'ha scritta?Mi sa che ognuno si cominci ad assumere le proprie responsabilità di quello che dice,scrive e pubblica e CHE SI ABBIANO LE PALLE DI DIRLE IN FACCIA CERTE COSE...
Giovanni,comunque il fatto che tu conosca di persona il pecorone lo rende comunque anonimo a noi che leggiamo una sua cazzata senza firma...

Anonimo ha detto...

Giovanni, abbiamo parlato e sai come la penso in merito, e capisco anche la tua posizione, pur non condividendo la decisione di pubblicare lettere anonime. A tale proposito urge una mia rettifica: stamattina ho scritto un commento che - causa insufficiente perizia in merito - è stato postato come anonimo. Lo riscrivo:

"Che stronzata... e dei distaccati e ricottari vari ne vogliamo parlare? E di chi non ha mai saputo cosa significhi la parola lavorare, perché per lui anche girare i pollici è faticoso? Ma questo pensiero nel delirio della tua pazzia, caro Don Cosciotto, forse non arrivi neanche a sfiorarlo, da bravo mentecatto. Forse sarebbe davvero ora che i macchinisti e quei pochi altri della "casta" si facessero da parte lasciando a quelli come te l'onere e l'onore di difendere quello che ci stanno rubando... anche grazie a te.
Oltre che ai commenti dovresti prestare attenzione anche agli articoli, caro GioNa..."

...e mi firmo: Ferdinando Kaiser, orgogliosamente e dignitosamente membro della casta dei "Macchinisti" da oltre 27 anni

Caro il mio cosciotto di pollo, hai il coraggio di fare altrettanto, o continui a rimanere nell'ombra, alla stregua di coloro che scrivono messaggi anonimi nelle latrine?

La tua definizione di casta mi fa venire in mente una celeberrima poesia del grande Totò, 'A livella, che ad un certo punto recita (riferendosi profeticamente e te):
... la casta è casta e va, si, rispettata
ma voi perdeste il senso e la misura.
La vostra salma andava, si, inumata
ma seppellita nella spazzatura!

Anonimo ha detto...

P.S.:….Per “ Onorare “ la censura,attività questa molto praticata nell’era di CESARE,ho recuperata due prediche del Savonarola ….
Il frate domenicano Girolamo Savonarola,è passato alla storia per le feroci invettive contro la corruzione e il degrado morale in cui verteva la Chiesa romana e la società della fine del Quattrocento….
Per questo fu scomunicato da Alessandro VI°, e condannato al rogo in pubblica piazza per eresia…..
Questi scritti,ci offrono l’occasione per scoprire la loro straordinaria modernità, che seppur risalenti a 5 secoli fa, ci appaiono sorprendentemente attuali….
Pensate che sono parole lontane?Ricredetevi! Apparentemente sembrano così lontane,ma sono più vicine che mai…….
Ci parlano infatti di senso comune,della guerra,della tirannia,dell’apparire,della Chiesa,e del nostro scassato Belpaese …..…… La prima poesia del terribile frate è:…..” Io non taccio “…

IO NON TACCIO (Girolamo Savonarola)

Sul bene comune(di cui non v’importa nulla)

Voi non siete un’umanità ma una somma di uomini.
Pensate a voi,badate a voi,
v’accorgete che esistono << altri>> solo qualche volta,per caso,
quando c’è da invidiarli o da disprezzarli.
Altrimenti chi se ne frega degli altri:tutto è solo .
I miei fatti. I miei affetti. I miei soldi.
Siete gente arida. Senza calore.
E se vi infiammate per una questione all’apparenza < di principio >
Non lo fate perché ci credete,no,
ma solo per difendere quello stramaledetto orto che è il vostro
interesse….
Il bene comune?Ma che ve ne parlo a fare?
Non è una lingua vostra,questa.
Per farmi capire dovrei parlare forse di guadagni,di interessi.
Dovrei parlare di tornaconto. Dell’acqua al vostro mulino.
Allora saltereste tutti sugli attenti,direste < fammi sentire !>.
Come si dice? Musica per le vostre orecchie.
Invece,guarda caso,mi intestardisco,non mi stanco:
parlo di bene comune,
parlo di cercare qualcosa che valga per tutti,nessuno escluso,
parlo di fare cose utili,di non dividere ma unire,
anche se ci perderai qualcosa.
Vi interessa? Ho capito:sto abbaiando.
Ma sono fiero,non mi vergogno,d’essere un cane…………………

Il viaggio continua con la prossima puntata…..
(Brano tratto da IL POTERE DEGLI UFFICI-Pubblicato su CIRCUMVESUVIANANDO)
Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville

Gennaro Conte ha detto...

Io sono macchinista, sono orgoglioso di esserlo, mi fa onore e piacere appartenere alla casta che ha scritto sulla propria pelle la storia del sindacato in Italia, se poi al momento della contrattazione il mio potere supera quello di qualcun altro che invece è abituato a vivacchiare godendo delle varie protezioni di funzionari, dirigenti e/o politici, è solo e soltanto perché la mia forza viene solo dal mio impegno IN PRIMA PERSONA E SULLA MIA PELLE di lavoratore e di uomo. In questi ultimi tempi poi, noi della casta, stiamo subendo un attacco mediatico da più fronti, certo "MEGLIO INVIDIA CHE PIETA'", e poi...il tempo è galantuomo e penso che quando c'incontreremo saprò spiegartelo meglio...

Anonimo ha detto...

Buonasera sono Iolanda Picchi(nel caso mi dimenticassi di firmarmi alla fine)mi rivolgo a chi ha un blog letto da molti, a te Giovanni Navarone, ma dico io in questo clima ti permetti di pubblicare una cosa del genere anonima a tutti tranne che a te (guarda un po)ma ti rendi conto che non sei un giornalista in nulla? Libertà di espressione? Allora io posso dire ciò che non fate o fate molti di voi al GTR??Ma quanto ti diverte tutto ciò??? Almeno Ciro Pastore ci mette nome e cognome, tu crei un casino, si tu, non il vigliacco anonimo ai più Don Cosciotto, perchè tu gli hai dato visibilità per darla a te! Ma tu e tutti gli altri come te vi rendete realmente conto in che situazione stiamo TUTTI?????? Ma credi di stare al sicuro? Io no e neanche tu dovresti stare tranquillo visto ciò che sta accadendo... ma tu ti stai divertendo a tutto ciò? Lotte intestine verso chi se ha avuto qualcosa in più in passato è perchè rispetto a te se lo è guadagnato In circum ci siamo tutti da anni e bene o male sappiamo tutto di tanti, compreso te..... !!!! Domani a chi toccherà? A quale categoria? interessati delle lotte dei lavoratori...non alle lotte verso i lavoratori!! ma del resto tu non sei quello che alla prima manifestazione sotto la Regione mentre scriveva: Tutti alla Regione, se ne restava nel suo ufficio dicendo: io? Io non vado da nessuna parte.........!!!!Completamente schifata da chi come te mette benzina sul fuoco invece che aiutare a coalizzare tutti i lavoratori verso un unico fine: Conservare con dignità il proprio posto di lavoro!!!
Iolanda Picchi

Anonimo ha detto...

caro giovanni a scanso di dimenticanze sono MAURIZIO PIERMATTEO. non entro nel merito della discussione perche' sono intellettualmente libero e accetto le opinioni di tutti. ma vorrei conoscere i tutti....... chi e' don chisciotto????? chi e' guglielmo da bakerswille???????. giova' qui, se non si e' capito, non e' piu' tempo di scherzare, io ho bisogno di sapere con chi ho a che fare e da che parte sta A COMINCIARE DA TE. basta fare il Ponzio Pilato a lavarti le mani dicendo "non e' colpa mia"........ giovanni tu hai creato un mostro che e' questo blog, troppo bello,troppo importante, troppo letto, ma come ogni medagli che ha due facce sono aumentate le tue responsabilita' come amministratore e devi prendertele. io ti chiedo ufficialmente di NON PUBBLICARE PIU' COMMENTI SENZA FIRMA O FIRMATI DA PSEUDONIMI...... so perfettamente che difficilmente pubblicherai questo post ma a scanso di equivoci ti ripetero' le stesse cose da vicino. fai l'uomo giovanni almeno tu in questo panorama di ectoplasmi....... MAURIZIO PIERMATTEO

giona ha detto...

"...... so perfettamente che difficilmente pubblicherai questo post..."
Alla luce di questo tuo convincimento ovviamente sbagliato, ora comprendo anche il motivo della tua poco opportuna esortazione A FARE L'UOMO...Quanto poco mi conosci amico mio. Giona

giona ha detto...

Quanta cattiveria, quanto astio personale che poco ha a che vedere con la vicenda dalla quale è chiaro che prendi solo spunto. Intanto per fermare lo schifo che ti faccio prenderò gli opportuni accorgimenti e poi una prece...non lo leggere più questo blog, non ti vorrei portare sulla coscienza.
"...allora io posso dire ciò che non fate o fate molti di voi al GTR??"
E cosa mai ci azzecca il GTR ? Ah...che stupido, le fotocopie, come ho fatto a non pensarci. Passi e vedi cosa facciamo e non facciamo al GTR.
Un'ultima cosa. Non replicare. Ti sei espressa abbastanza, io per dovere ho risposto anche se non lo meritavi ma basta così. Per i lunghi dibattiti di questa tipologia, resta sempre facebook magari lì riesci a far chiudere qualche altra pagina.
A proposito, a tanto astio rispondo come sempre e tu lo sai bene.... Tanta indifferenza. giona

giona ha detto...

Dimenticavo, mai detto o scritto di essere un giornalista. Sono e resto lo scribacchino di sempre !

Bruno Ioime ha detto...

Giona, come vedi siamo in tanti a chiederti di evitare di pubblicare questo genere di cose.Quantomeno, facci capire con chi abbiamo l'onore ............Tu non sei un Religioso, un Avvocato.................non sei tenuto ad avere come dire " IL SEGRETO CONFESSIONALE" Perlomeno quando dei .............Non so come definirli nun tenen e pall e sparlano continuamente di alcune persone.RIPETO PERSONE perche' prima di essere degli Agenti siamo persone e tanti anche Uomini..........Quindi , siccome hai delle responsabilita' in questo blog, e direi anche dei doveri, rispiamaci questi scritti fatti da persone che non hanno nulla a che fare con chi lavora.Ti invito ad evitare di farci sentire , sta gente e che evitino di parlare di noi..........Nuje nun tenimm nient a che fa' cu sta gente ........Non per n iente non leccghiamo i culi ai nostri superiori,non facciamo i Fantozzi dei ns Superiori, Siamo Lavoratoti con i ............. come tanti che stanno qua'in Azienda e sinceramente ci/mi sono rotto di sentire e parlare del mio lavoro!Quindi ti rinnovo l'invito di non farmi leggere piu' sti strun.........e poi se puoi Aiutali........

Anonimo ha detto...

Giovanni, abbiamo parlato e sai come la penso in merito, e capisco anche la tua posizione, pur non condividendo la decisione di pubblicare lettere anonime. A tale proposito urge una mia rettifica: ieri mattina ho scritto un commento che - causa insufficiente perizia in merito - è stato postato come anonimo. Lo riscrivo:

"Che stronzata... e dei distaccati e ricottari vari ne vogliamo parlare? E di chi non ha mai saputo cosa significhi la parola lavorare, perché per lui anche girare i pollici è faticoso? Ma questo pensiero nel delirio della tua pazzia, caro Don Cosciotto, forse non arrivi neanche a sfiorarlo, da bravo mentecatto. Forse sarebbe davvero ora che i macchinisti e quei pochi altri della "casta" si facessero da parte lasciando a quelli come te l'onere e l'onore di difendere quello che ci stanno rubando... anche grazie a te.
Oltre che ai commenti dovresti prestare attenzione anche agli articoli, caro GioNa..."

...e mi firmo: Ferdinando Kaiser, orgogliosamente e dignitosamente membro della casta dei "Macchinisti" da oltre 27 anni

Caro il mio cosciotto di pollo, hai il coraggio di fare altrettanto, o continui a rimanere nell'ombra, alla stregua di coloro che scrivono messaggi anonimi nelle latrine?

La tua definizione di casta mi fa venire in mente una celeberrima poesia del grande Totò, 'A livella, che ad un certo punto recita (riferendosi profeticamente e te):
... la casta è casta e va, si, rispettata
ma voi perdeste il senso e la misura.
La vostra salma andava, si, inumata
ma seppellita nella spazzatura!

Alessandro Cerrato ha detto...

Premetto che non non mi ergo a difensore della collega,nonchè amica e grande lavoratrice Iolanda Picchi perchè non ha bisogno di essere difesa da nessuno,vista la sua grande capacità di farlo bene da sola,ma una cosina vorrei puntualizzarla,visto che in un passaggio mi sono sentito indirettamente tirato in ballo.Lei non ha fatto chiudere nessuna pagina su Facebook;se è stata chiusa è stata una scelta dell'amministratore,visto che sia lui e poi la figlia dopo,hanno preferito così,piuttosto richiamare all'educazione,al buon senso e al rispetto del prossimo,soprattutto delle persone disabili,quell'imbecille di Ciro Pastore(sì,a differenza dei vili,faccio nome e cognome e firmo sempre i miei interventi)che,dall'alto della sua presuntuosa saccenza e arroganza,definì Iolanda,me e altri colleghi non solo degli ignoranti e poco di buono,ma addirittura disabili mentali solo perchè non avevamo intenzione di leggere nè il suo blog,nè le ingiurie che ci regalava con quel suo linguaggio ricco di arzigogoli lessicali e ricami grammaticali.So che questo commento è poco attinente all'articolo anonimo,ma vorrei spronarti a rispondere quando leggi su Facebook o a cercare riscontri se determinati episodi ti vengono raccontati...

giona ha detto...

IL COMMENTO CHE SEGUE E' DELLA SIGNORA IOLANDA PICCHI. LO PUBBLICO IO PERCHE' COME LEGGERETE, LEI HA INCONTRATO DIFFICOLTA' A FARLO DA SOLA.

"Ho deciso alla fine di dargli spazio per quel principio di libertà di opinione tanto invocato."
Bene, come mai allora partendo da questo tuo stesso principio, se don cosciotto scrive sui macchinisti attaccandoli per te è tutto ok, se io attacco te e in più mi firmo, te ne risenti e rispondi permalosamente???Dicendomi che ho astio nei tuoi confronti e tirando in mezzo cose che non c'entrano con il discorso originario?...non sono libera pure io di esprimere il mio pensiero?La libertà o è di tutti o di nessuno..... Solo che le prospettive e i principi cambiano quando si è tirati in ballo in prima persona
Ti ringrazio hai confermato con i fatti ciò che ho cercato di farti capire con le parole...
Buon proseguimento e buon lavoro Giovanni sopravviveremo entrambi ignorandoci, del resto è gia così......
Iolanda Picchi

P.S. Non riesco a pubblicarlo sul blog.....Non so se lo pubblicherai o no, da ciò che hai scritto in precedenza non credo...... spero di sbagliarmi almeno stavolta.

giona ha detto...

COSI' COME PER IL COLLEGA MAURIZIO PIERMATTEO, ANCHE PER LA SIGNORA IOLANDA C'E' IL TIMORE CHE I SUOI COMMENTI NON VENGANO PUBBLICATI. CREDO CHE ENTRAMBI NON ABBIANO BEN CAPITO CON CHI HANNO A CHE FARE. NON MI SONO MAI SOTTRATTO ALLE CRITICHE ANCHE LE PIU' FEROCI E NON HO MAI OMESSO LA PUBBLICAZIONE DI COMMENTI CHE MI RIGUARDANO ANCHE I PIU' OFFENSIVI, COME RITENDO CHE SIA QUELLO POSTATO DALLA SIGNORA IOLANDA CHE ADESSO SI MERAVIGLIA CHE IO ME LA SIA PRESA. INCREDIBILE. ALLORA INVITO LA SIGNORA MA NON SOLO, A RILEGGERE LE RIGHE SCRITTE DA DON COSCIOTTO E A CONSIDERARE LA "POTENZA DI FUOCO" (I COMMENTI), SVILUPPATA COME RISPOSTA A QUELLO CHE RIPETO NON E' UN ANONIMO. TROVATEMI UNA SOLA OFFESA AD PERSONAM PARAGONABILE A QUELLE RIVOLTEMI DALLA PICCHI CHE TANTO SI STUPISCE. MI VIENE DA CHIEDERLE MA LEGGE QUELLO CHE SCRIVE ? SI RENDE CONTO DI ESSERE USCITA FUORI MISURA DICENDOMI CHE LE FACCIO SCHIFO ? DON COSCIOTTO, DI CUI PUR NON CONDIVIDO L'OPINIONE NON HA OFFESO NESSUNO COSI' COME HA FATTO LEI, CON UN LIVORE FUORI POSTO NEI CONFRONTI DI CHI OGNI GIORNO, SOTTRAENDO TEMPO ALLA FAMIGLIA E AI PROPRI IMPEGNI E ANCHE SE NON VA A TUTTE LE MANIFESTAZIONI SOTTO LA REGIONE, PORTA AVANTI QUESTE PAGINE METTENDOCI LA FACCIA, CARA SIGNORA!
POI BASTA UN DON COSCIOTTO CHE SI "PERMETTE" DI DEFINIRE CASTA UNA CATEGORIA E COGLIAMO L'OCCASIONE PER OFFENDERE IL RESPONSABILE DEL BLOG ? A MIO AVVISO E NON SOLO, IN QUANTO COME LEI SCRIVEVA CI CONOSCIAMO TUTTI E HO AVUTO MODO DI ASCOLTARE ALTRI PARERI, QUESTA VOLTA ANCHE SE E' TECNICAMENTE DIFFICILE PER UNA DONNA, "L'HA FATTA FUORI DAL VASO". MA LEI IN FONDO QUESTO LO SA. DIVERSAMENTE NON AVREBBE SCRITTO NEL MIO DIARIO SU FACEBOOK TANTO MENO AVREBBE INVIATO UN ULTERIORE COMMENTO AL MIO EMAIL. MA VENIAMO ALLE RIGHE.

LE RIGHE GALEOTTE
Altra casta a noi vicina e particolarmente “potente” è rappresentata da una ben definita categoria di lavoro molto circoscritta: i macchinisti ferroviari. Sono autoreferenziali, pensano di essere il fulcro del mondo, dicono di essere unici ed indispensabili. Se qualcuno osa criticarli quel qualcuno è senz’altro disinformato, in malafede, da mandare al quel paese della nefasta serie nessuno ci può dare lezioni.
Non è possibile criticarli perché, come ogni casta che si rispetti, loro vivono nell’olimpo e gli altri sono poveri cristi, loro possiedono professionalità e gli altri sono dilettanti, loro sostengono eroicamente la baracca.

ALLORA ? C'E' QUALCUNO CHE FINALMENTE DOPO LO SFOGO INIZIALE E' IN GRADO DI ANALIZZARE A FREDDO QUELLO CHE E' SUCCESSO ? DON COSCIOTTO HA OFFESO CHI ?
DON COSCIOTTO E' ANONIMO ?
PROVATE UN PO' A CONTARE QUANTI DEI COMMENTI PUBBLICATI RECANO UN NOME E UN COGNOME. RIPETO, NON CONDIVIDO L'OPINIONE DI DON COSCIOTTO PERCHE' NON E' QUELLO IL MIO MODO DI PENSARE SU CERTE COSE MA E' MIO DOVERE INVITARVI ALLA RIFLESSIONE.
PER QUANTO RIGUARDA LA SIGNORA PICCHI DALLA QUALE PRENDO LE DISTANZE (SI SARA' NOTATO ?) E' E RESTA UNA FACCENDA CHE LEI HA MESSO SUL PERSONALE E A CUI SOLO LEI, SE VUOLE E CON LE DOVUTE "PUBBLICHE" MODALITA', PUO' RIMEDIARE. LEI PUO' DIRE E SCRIVERE QUELLO CHE VUOLE IN LIBERTA' COME DON COSCIOTTO MA CON LA STESSA CIVILTA' E SENZA OFFENDERE. DIVERSAMENTE, HA SCRITTO FIN TROPPO BENE....LA NONCURANZA CONTINUERA' AD ESSERE LA PIU' GIUSTA DELLE SOLUZIONI.

TANTI SALUTI A TUTTI, GIONA

PS

IN MERITO AI PROVVEDIMENTI CHE AVREI ADOTTATO E A CUI ACCENNAVO NELLA MIA PRIMA RISPOSTA ALLA SIGNORA PICCHI, INTENDEVO CHE NON LE INVIERO' PIU' LE NOTIFICHE RELATIVE ALLE PUBBLICAZIONI. INFATTI, COME LE HO GIA' CHIESTO, AVREI PIACERE CHE LEI NON LEGGESSE PIU' IL BLOG. MA SE PROPRIO INTENDE ANCORA FARLO...NON POTRO' IMPEDIRGLIELO.

Alessandro Cerrato ha detto...

Giovanni,davvero non riesco a capire qual'è il limite tra l'attentare alle nostre intelligenze,il difendere la tua posizione ad oltranza e il dirottare tutte le attenzioni sul caso Picchi...Leggendo quello schifo,noi macchinisti non ci saremmo dovuti offendere di nulla?non vedi offese,nè ingiurie?e perchè ti aspettavi che avrebbe destato scalpore?e poi il fatto dell'anonimato:ma solo perchè tu conosci di persona l'autore non è anonimo?non lo sarà per te,ma per noi sì.Giovanni,perchè non rispondi anche agli altri commenti di dissenso alla scelta di pubblicare un articolo ANONIMO di denigrazione di una categoria?(proprio in un periodo così particolare quale quello che stiamo vivendo)

giona ha detto...

Alessà, nessun attentato, nessun dirottamento. Anzi di solito non intervengo così tanto nei commenti. La vostra l'avete detta e la state ancora dicendo. La mia l'ho detta e la replica che ti assicuro sarà l'ultima, è dovuta al fatto che la Signora Picchi mi ha scritto e non sarebbe stato educato non rispondere. Ora se volete continuare ma credo che il Vostro pensiero sia chiaro come altrettanto lo è il mio fate pure ma ad un certo punto bisognerà tirarla a terra. Ci sono altre cose più importanti che ci aspettano.
Ci siamo confrontati, ognuno ha espresso il proprio pensiero, credo che la questione possa anche essere archiviata. Caccia alle streghe ? Non credo sia il caso. Oggi Don Cosciotto scandalizza. Ma forse dimenticate che di mia iniziativa sul blog ho ospitato per diverso tempo e in più occasioni e con piacere la "vostra" Santa Inquisizione che non la mandava certo a dire ed ancora oggi non manco di dare spazio ai "Fratelli Caponi", eppure nessuno nè allora nè adesso ha emesso un fiato. Orsù, i commenti restano aperti ma sono certo che ormai le idee ce le siamo chiarite e non la tireremo ancora tanto per le lunghe. Come in ogni confronto, ognuno alla fine decide se restare sulla propria posizione oppure cambiare ma questa è una scelta personale e a mio avviso va comunque rispettata. Ti saluto

Anonimo ha detto...

eccomi qua......scusa il ritardo ma faccio parte della casta dei macchinisti e non ho un pc anche nelle ore di lavoro a disposizione............ giova' con tutto il rispetto secondo me TU E PERZ A CAPA......... e ti spiego pure perche'!!!!! 1) e facile estrapolare una parola da un contesto, l'italiano.....lingua difficile...... basta cambiare posizione a una parola e cambia il significato della frase....... SEI UOMO(e bada comincio con delle scuse) pubblichi tutto e mi fa piacere. 2)il mio interveto di ieri non era mirato al post quanto alla vigliaccgeria di chi ta l'ha mandato che non mette la faccia e dovresti capire che tutto cio' non e' giusto soprattutto alla luce del momento che stiamo vivendo..... 3)capitolo picchi...... conosco la signora in questione da 24 anni da quando cioe' venne assunta in questa azienda e, a differenza di molte mie colleghe in servizio a comiziano e altrove che quando avevani un turno non confacente alle loro esigenza slacciavano un bottone alla camicetta si abbassavano sulla scrivania e il capo di turno le accontentava, si inbarcava da sola su una macchina e andava ad aprire alla 4 di mattina fermate tipo terme,gianturco,rione trieste,seiano....e la sera a mezzanotte con la stessa macchina tornava da casilli,trecase, via nocera e quant'altro....... la signora in questione con la madre malata terminale e' venuta in servizio senza chiedere carita' a nessun capo altrimenti sarebbe entrata nei famosi libri gtr(giova' sai di che si tratta eh.......)quindi giova' la signora picchi ha diritto alla parola come LAVORATRICE con la elle maiuscola(invio perche se no e lungo ma riprendo dopo)

Anonimo ha detto...

5) ma come fai a dire che don cosciotto non e' anonimo? ma comm quando lo incontri lo saluti "ciao don o ciao cosciotto?????" giova' ia nun fa o scem........non ha offeso??????? noi siamo la casta che godiamo di privilegi im-meritati....... non e' offesa...... ok tu al gtr ti giri i pollici a tal punto che gestisci il tuo blog nelle ore di servizio(offeso??????)....6) giova' il tempo rubato alla famiglia agli amici MA CHI TE L'HA CHIESTO?????? stai facendo una bella cosa giova' e fino ad ora nessuno si era lamentato ma nessuno e' morto e te l'ha lasciato scritto...... Giova' noi abbiamo chiesto solo di sapere con chi abbiamo a che fare per un contraddittorio sereno tu difendi l'indifendibile........ SMETTILA DI PUBBLICARE STI VERMI CHE SI NASCONDONO, PRENDI RESPONSABILITA' DA AMMINISTRATORE CON LE PALLE......NON E' DIFFICILE.......o magari si perche' perdi contatti e visibilita'........ Due cose in ultimo, guarda che non e' stat iolanda a far chiudere la pagina che ti hanno riferito ma un'amministratore senza spina dorsale che non volendo cacciare chi aveva tacciato noi di "disabilita' mentale" e non potendo cacciare un gruppo di amici che si e' difeso ha chiuso la pagina. l'ultima cosa.......SE AVESSI PUBBLICATO L'ARTICOLO CON NOME E COGNOME TUTTO QUESTO NON SAREBBE SUCCESSO........pensaci...... ah a proposito SEI COSI' APERTO ALLA DISCUSSIONE E POCO INCLINE ALLA CENSURA CHE HAI DECISO DI NON MANDARE PIU' LE NOTIFICHE DEL BLOG ALLA PICCHI.........COMPLIMENTI KAPO' A NOI!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ci ritroviamo dappertutto, a far da pino alla vecchia cartolina. E dappertutto si litiga, si malaparoleggia, si inveisce e sempre con linguaggio tavernaro, da mbriaconi. Mi sembrano veramente quei post scritti in quel posto dove ci si dovrebbe rilassare ed avere un ricambio idrico. Manco là stiamo quieti e se non c'è nessuno cui darle...sbattiamo da soli la testa nel muro. Per favore, dobbiamo essere meno polemici e più costruttivi.
A. Ciaramella

Anonimo ha detto...

E cap’area settentrionali schifano a tutti i macchinisti ca po' loro schifano 'agli operai che schifano a ogni zucagnostr, o'zucagnost schifa o' gestore ca nun ce ne vò cù ‘e capstazione ca nun ce ne vonno cù e guardabarriere ca po' già se schifano uno cu n'ato, o' spacciatore cò disoccupato, o' fravecatore cu l'impiegato, chi tene a' puteca cu l'ambulante, o' pensionato cò rappresentante, o' vigile urbano cù chi tene o' cane, o' malavitoso cò disadattato... ce sta chi tene poco e chi nun tene niente e fanno a chi è chiù malamente ...

O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
S'ann' acchiappato lazzari e fetienti
O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
Stà tarantella è nù ballo re' pezziente
O'ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
E tutto o' burdello chi 'a vence n'ave niente
O' ballo re' pezziente o' ballo re' pezziente
Picciò m'a canto e nun ballo ch'e pezziente
O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
S'ann' acchiappato lazzari e fetienti
O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
Stà tarantella è nù ballo re' pezziente
O'ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
E tutto o' burdello chi 'a vence n'ave niente
O' ballo re' pezziente o' ballo re' pezziente
Io voglio 'e sorde e nun ballo ch'e pezziente…

'e vote io nun capisco buono chello ca succere
nun se po sta chiù tranquilli int'a sta cazz' 'e regione
nun c'abbastava a violenza ca ogni juorno ce rà 'o Stato
nun c'abbasta a' fatica, nun c'abbasta o' precariato
nun c'abbasta ca ogni juorno ascimmo e già simmo sfruttati
nun c'abbastano e' pesuni e a' merda int' e' supermercati
nun c'abbasta ca abballammo peggio r'e tarantolati
tutta 'a vita, nun c'abbasta e ce rammo uno cu n'ato
tu m'e fatto chest' a me, isso ha fatto chest' a te …
e ce scurdammo o' palo n'culo ca tenimmo tutt'e tre
e chi l'ha miso s'arrecrea, siente buono siente siè…
ca se schiatta re' risate a verè o' ballo re' pezziente
O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
S'ann' acchiappato lazzari e fetienti
O' ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
Stà tarantella è nù ballo re' pezziente
O'ballo re' pezziente, o' ballo re' pezziente
E tutto o' burdello chi 'a vence n'ave niente
O' ballo re' pezziente o' ballo re' pezziente
Picciò m'a canto e nun ballo chè pezziente
O' ballo r'e pezziente, o' ballo r'e pezziente
S'ann' acchiappato lazzari e fetienti
O' ballo r'e pezziente, o' ballo r'e pezziente
Stà tarantella è nù ballo r'e pezziente
O'ballo r'e pezziente, o' ballo r'e pezziente
E tutto o' burdello chi 'a vence n'ave niente
O' ballo r'e pezziente o' ballo r'e pezziente
Io voglio 'e sorde e nun ballo chè pezziente…

Anonimo ha detto...

Chi è Guglielmo da Baskerville?Chi si nasconde dietro Guglielmo?Non lo so nemmeno io....E’ il mio doppio che ogni tanto si ripresenta….Siamo in due che dialoghiamo….

Chi si ricorda di Zi Nicola nelle “ Voci di Dentro”?Si era ridotto a parlare solo con un suo familiare che capace di interpretare tric-trac,botte,fischi e bengala,dialogava con lui…
(L'incomunicabilità è simboleggiata dallo zi' Nicola,(Šparavierzi), che per disillusione delle cose umane ha rinunciato a parlare preferendo esprimersi con una sorta di "Codice Morse" dove i punti e le linee sono lo scoppio di petardi.…
..Sono mute le voci della coscienza che parlavano a Zi' Nicola, il vecchio zio che aveva rinunciato a parlare, poiché è meglio essere muto di fronte a un'umanità sorda. Il titolo è emblematico e come tale è entrato nel linguaggio quotidiano: le voci di dentro non corrispondono più alle voci di fuori, e a forza di reticenze, sospetti reciproci e ipocrisie si può arrivare, alla negazione della comunicazione e della stima reciproca rivelando zone insospettabili di una umanità come sperduta)

Così io dialogo io con Guglielmo…..Parlo con lui,in un regime di separazione,non ci siamo mai visti…
Nemmeno adesso,qui……Che cosa so di Guglielmo?
Figlioli:Guglielmo è un cacacazzo mediatico!Un lavoratore del ballast che illuminato come il San Matteo del Caravaggio ha intrapreso l'opera di spassionata molestia contro tutti quelli che hanno contribuito a sfasciare l'azienda.....
Se vuole:un classico del BLOG!Un autoconvocato!Anzi un abusivo!Per i più,un molestatore (ribadisco)....
Un professionista del " mandala ",ovvero un vaffanculo permanente,a tutte quelle eccellenze di questa scassatissima azienda....Nonostante non abbia mai avuto un ingaggio ufficiale da parte di Giovanni....Non poteva averlo!Guglielmo è un impresentabile!Un pericolo pubblico numero uno per ogni pataccaro che racconta fregnacce....Un " sicario " pronto a schizzare fuori a dispetto di ogni censore pronto a placcarlo,a cercare di sventare la sua opera di disturbatore....
Dite la verità:se il fratacchione si ritirasse,mica potreste più godere dei rari momenti di verità di una realtà , la nostra,da tanto,troppo tempo, deformata....
Direbbero i surrealisti:Guglielmo?Un capolavoro mediatico vivente!
Un capolavoro nel denunciare:Orticelli,sprechi,privilegi indecenti,cricche,caste,incapaci,cicisbei, pataccari, gattopardi, e cavalli di caligola... .....
Ricordo che un tempo declinava le sue generalità.....Ma si preferiva offendere,denigrare,oltraggiare e negare,pur di non correggere comportamenti e abitudini sbagliate...In una società dove l'immagine conta più del pensiero,Guglielmo chiede l'anonimato...
Adesso il fratacchione evita tutti i luoghi affollati...Non sa condensare un pensiero in poche righe......Non cerca applausi...Ed è perennemente controcorrente.....
Ricordo ai più,che non molto tempo fa: cazzari,e servitù si facevano le pippe tra feste,pesature,sprechi e cotillons…….Cosa importava se la ferrovia si squagliava…?
La servitù ululante chiedeva la livrea...Non solo!I cicisbei gongolanti e gaudenti applaudivano e festeggiavano:Capi del personale,Amministratori Delegati,ragionieri prossimi alla partenza,e legulei....
Politiche del personali?Assenti!Allegra gestione?PRESENTE!Bilanci taroccati?Chiedetelo a Pastetta!......

Anonimo ha detto...

Scusate ma chi governava in azienda?....La casta?Quale casta?
Forse i macchinisti?Forse gli operatori di stazione?La Confraternità dei PIRLA(I mazziati del ballast)?
Rappresenta la casta chi da 35 anni è sottoposto a turni massacranti;orari e turni nell'arco delle 24 ore,cicli circadiani sfalsati,dislocazione random dei periodi sonno-veglia,impossibilità di usufruire regolarmente delle domeniche e festività,(ini)idoneità fisica,apparati di sicurezza...e aggiornamenti personali….?
Facendo mancare in questi anni a questa “ casta “il denaro per la manutenzione e la messa in sicurezza degli impianti…?
E’ normale lavorare con una carenza del personale che oggi si attesta sul 55% in meno…?
E intanto nel palazzo l'indecenza:organici gonfiati con trasferimenti pilotati........ Si preferiva non riempire le carenze del personale nei Reparti operativi destinati alla sicurezza,mentre si tolleravano organici gonfiati in altri settori.....Perchè?
Orsù,ammettetelo:le esequie della nostra azienda sono uno spettacolo impagabile,nel senso che non si paga nemmeno il titolo di viaggio…..Basta mettersi vicino al finestrino e guardare lo spettacolo…
Noto,reazioni scomposte nel Palazzo….Gente sull’orlo di una crisi di nervi…
Ora che il medico legale(Nellino,Nellino),nelle urne funerarie,certifica la dipartita delle tre aziende decotte:gli arrampicatori,gli scalda sedie non trovano le parole per descrivere quel che sta accadendo? Strano!
Baldanza?Evaporata!Sicurezza?Svanita!Deliri di onnipotenza di signorotti locali?Sfumata!
Non negate:di tutto quello che sopportavano gli altri non ve ne mai fregato un cazzo…..Ricordo che quando per errore,uno sfigato della confraternità dei pirla,incrociava nei corridoi dei passi perduti un cicisbeo,una signorina silvani,un azzeccagarbuglio di Bisanzio,un Quasimodo prostante,….gridolini di sorpresa si levavano come il coro dell’AIDA alla scala di Milano….
Ohhhhhhhhh(somma meraviglia-notare il gridolino)un ferroviere qui?
(Dall’alto in basso)Personale in divisa,con tute di lavoro e con scarponi non confacenti al luogo santificato: come mai?…Cosa vogliono?Cosa ci fanno qui?Proprio qui….In un luogo benedetto per assunzioni al cielo inaspettate…..E adesso?

Anonimo ha detto...

Ed allora per concludere…..
Chi ha sprecato i talenti?Chi era il folle?Chi cieco ha negato ciò che era sotto gli occhi di tutti?Quale formula dobbiamo adesso applicare per riscattare il nostro passato dalla futura “ schiavitù “….?
Qual è il confine netto tra ciò che è possibile sopportare e ciò che segue il punto di non ritorno?
Egregi con-fratelli:quando si parlava di certi argomenti toccavamo nervi scoperti?…..Tutti sapevano ma tutti negavano…… Pesature,raccomandazioni,trasferimenti pilotati verso posti di privilegio, lungimiranti carriere, circo-letti in cui si consolidavano rapporti e pubbliche relazioni,politiche del personale fallimentari,Piano d’Impresa a babbo morto,Sindacato colpevolmente assente,legge della scrivania sempre presente in azienda con il Potere degli uffici,l’ incentivo a taluni negato ed ad altri concesso,il ricambio padre-figlio a taluni concesso ed ad altri negato,progetti sbagliati,sprechi,consulenze,dissesto economico, tagli, pignoramenti,crediti insoluti,….……
Si gestiva: potere,posti,e carriere….e l’unica preoccupazione della corte era il bavaglio alla contro-informazione…..
E ancora ci risiamo……??????…..Non basta aver subito già altre volte tentativi di censura?E passi per l’oscuramento di alcuni commenti….
Pè carità:non si deve chiacchierare sull’effetto ghigliottina dei PPLL…C’è il buon nome dell’azienda da tutelare…. Non si può discutere sul deragliamento ferroviario del 6 Agosto…E sui codici di sicurezza?Peggio che viaggiar di notte…..

……Ma di grazia di cosa dobbiamo discutere?Ma che cos’è un BLOG?Cosa significa per voi:libertà d’informazione?Cos’è la DEMOCRAZIA?E in quanto ai coglioni:li misuriamo ogni giorno sul fronte operativo..

Delicato e sensibile PIER:la censura è roba vecchia……Orsù:siate un poco più moderni……Per dirla alla Totò…..ARRRANGIATEVI,e cambiate aria alle stanze……Puzziamo troppo di morte…..

Guglielmo
Il mastino di Baskerville

Anonimo ha detto...

(Da:Alla Ricerca dell'Arca perduta---Pubblicato su Vesuvianando)

Tagli alle corse e tagli alla Manutenzione:Ma ci sono ancora gli operai?Si,…quei REDUCI della stagione che fu….
APRE LA PORTA UN OPERAIO CON LA TUTA MIMETICA,CON GLI SCARPONI DA SCI,CON LE BRETELLE CATARINFRANGENTI,CON IL CASCO E CON LA MASCHERINA….
L’operaio mi guarda basito e mi risponde così:; Frate non è ne una chiesa e ne un convento……Se poi ci vuole impartire l’estrema unzione prima della cremazione faccia pure…..La discarica di Cava Sari è vicina, ma lì della vecchia azienda,…..non si ricicla niente…..
(Azzò!)PRIMA CHE POTESSI OBIETTARE QUALCOSA DI SENSATO,UNA VOCE RISUONA DA UN VANO APERTO:…..E allora ci siamo sentiti insicuri e stravolti come REDUCI laceri e stanchi…..come inutili eroi,con le bende perdute per strada e le fasce sui volti…Siamo qui a raccontare ai nipoti che noi non buttavamo tutto in aria….
MI AFFACCIO,…LO GUARDO e quello mi fa; Le parole non sono mie…Il testo è di Giorgio Gaber!

“ Valerio Salvatore? Guglielmo dell’Abbazia di Melk,la disturbo? “

Il tempo di contare fino a cinque e con la disgustata atonia di chi è a un metro dall’interrompere ogni contatto….Valerio aziona il pilota automatico - in effetti è probabile,ma ancora non posso saperlo. Cosa vuole esattamente?
“ ….Cerco un punto di vista diverso….Un punto di vista sulle cose concrete che vi sono mancate in questi anni……..La sicurezza meritava una particolare attenzione….Non trova? “
Ancora?Chiedilo a Giovanni:se vai sul suo blog scopri fiumi d’inchiostro e comunicati virtuali vergati dai cacicchi sindacali sullo stato pietoso in cui siamo precipitati….Cosa dobbiamo ancora dire che non è stato già detto
“ Lei lo sa che Circumvesuvianando tra un mese chiude i battenti,e chi se vist se vist?!”
Ascolti bene perché poi,ritenendo l’argomento esiziale,ci saluteremo….Caro frate probabilmente il BLOG finiva lo stesso…..Troppo ostracismo nei suoi confronti…..Era diventato con il tempo uno strumento di comunicazione inviso alle anime belle….Parlavamo di crisi….E di fronte a una crisi, qualunque essa sia,la maggioranza degli individui comincia con il negare la realtà….
Non leggono i documenti giusti,non leggono i giornali,non leggono la realtà che configge con la loro vanità… Non sentono il peso “ dell’opinione popolare “….Inetti e autoreferenziali…. Comandano e non sanno nulla di quello che si muove sul “ ballast “….
Se si ha le palle e si vuol conoscere la verità….Se vuoi conoscere le pulsioni di chi ci lavora nell’emergenza non puoi soltanto affacciarti alla finestra,ma devi andare “ in periferia “,informarti,lavorare senza sosta… Il problema è alzarsi presto al mattino,muovere il culo e tenere la schiena dritta…..Ma chi sta nel Palazzo e dirige,di queste cose se ne è sempre fottuto …….Ha solo pensato a temporeggiare ed a tirare a campare……La crisi?Non c’è!Le carenze?Un peso sopportabile!L’emergenza?Chi ne parla è un terrorista dell’informazione!Mezzi,strumenti,personale,formazione,materiale di scorta insufficiente?E’ un falso problema peraltro risolvibile:senza fretta e con i nervi a posto….Non è il caso di pompare adrenalina….
ILLUSI!SENZA FRIZIONI SI MUORE……Ed è l’unica ricchezza capace di smuovere lo stagno…..Basta?
“ Cacchiarola:è una rampogna APOCALITTICA!Nient’altro? “
Le ho già detto abbastanza. Buongiorno!



Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville

Di Giovanni Saverio ha detto...

Guglie' ... adesso la misura e' colma ... o preferisci la traduzione in vernacolo.
Ma fra tutti i tuoi impegni lavorativi in quel di Torre Annunziata, perché non la smetti di attaccare tutto e tutti.
Fatti promotore di qualche iniziativa e, se la considererò valida sarò il primo a seguirti ... fino ad allora ... lascia inalterata l'integrità dell'organo riproduttivo maschile (per chi si scandalizza del linguaggio scurrile, evitare di tradurre in napoletano).
Saluti,
Di Giovanni Saverio.

p.s. Mentre scrivo il commento, sono in congedo.

Anonimo ha detto...

Figliolo:non confondere,e per favore sgonfi i pettorali che mi intimorisci!
1)Ho solo risposto,tono su tono, al vernacolo utilizzato da altri...
Altri illustri commentatori si sono cimentati in questa singolar tenzone..
(Prego rileggere)
2)Il dissenso non è mai stato amato.....Tuttal'più nelle Organizzazioni Sindacali,con molta munificenza,viene tollerato....
3)Non bisogna mai disturbare il manovratore.....L'assunto è rigorosamente applicato,in tutte " le chiese " seguendo la via maestra della cooptazione;
4)La mia misura è colma da anni.......Sacrifici per noi,mentre chi ci rappresenta viene distratto da inciuci e cofecchie....Manuale Cencelli Docet!
5)Chi la censura chiede,di censura muore!

La verità è che siamo messi male,e la qualità dello spettacolo è scadente….
Siete stati defenestrati dal palcoscenico vesuviano per manifesta inferiorità da parte di dipendenti indignati ed esasperati da:ritardati pagamenti delle retribuzioni dei lavoratori sequestrate da strozzini e saltimbanchi;dallo sfascio;dai debiti;accerchiati da manager incompetenti:da dirigenti incapaci;dal tentativo palese di portare a fallimento le aziende per regalarle ai privati….
Una rincorsa al peggio delle maschere della nostra commedia dell’arte,laddove gli allegri figuranti guidano il gruppo ma anche chi ne ride ha poco da scialare….

Caro Giovanni se non ci fossero:come credi che uscirebbero i figuranti sindacali dal precipizio che ci trascina a fondo?Come credi che uscirebbero se appena ti distrai e giri lo sguardo:vedi pressoché i soliti guitti ingordi e compromissori;litigiosi fra di loro e incerti;insofferenti alle critiche e al dissenso e pronti al solito giro di poltrone?Come credi che uscirebbero:come sono,riluttanti alla democrazia interna e alla TRASPARENZA?
Dinosauri che accentrano poteri e informazioni….Con una R.S.U impedita al regolare svolgimento del suo mandato…..Con Coordinatori di fatto nominati e non eletti dalla struttura sindacale del Consiglio dei delegati….Una struttura che non si è mai riunita……Siamo di fronte ad una R.S.U. oppure una R.S.A.?Non è di poco conto saperlo… C’è qualcuno che ancora si ricorda degli impegni presi?Mai accentreremo giurarono! E invece?
Si annunciano grandi svolte nel 2012…..Chi saranno mai i nuovi soggetti che si papperanno l’azienda?A chi,dopo la svendita,verrà regalata?
Risultato:nel teatrino interno,il linguaggio di cacicchi e moscerini dice a sufficienza di dove siamo finiti…
Ma niente paura:dopo aver chiacchierato e bivaccato…..Il conto alla fine lo paghiamo sempre NOI:….I PIU’ FESSI!
(Radiografia perfetta di un tracollo annunciato)
La manipolazione della realtà,caratterizza la politica della segretezza...
Quando " la diceria ",quando la politica della segretezza,destituisce la politica aperta:le questioni di ordine economico,di ordine politico,di ordine industriale,di ordine sindacale diventano mere QUESTIONI DI POTERE...
Caro Giovanni,non amo il bavaglio!Condivido il tono,e condivido la scelta operata dalla redazione di pubblicare tutti i commenti....Anche quelli più sgraditi.....

Questo è quanto.....
AL LAVORO E ALLA LOTTA (Giorgio Amendola)

Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville

Anonimo ha detto...

Credo sia giunto il tempo di cancellare questo blog dal segnalibri.
Sono un macchinista ed in quanto tale mi ero fatto violenza nel non volere commentare questo post ma a distanza di tempo la curiosità mi ha ucciso ed ho letto il tutto e mi sono partite le dita sulla tstiera.
1-Carissimo Giona se scrivere:
a) classe di persone che SI attribuiscono speciali privilegi
B) privilegi generalmente im-meritati e di in-competenze particolarmente mirate
non vuol dire offendere spiegami cosa vuol dire.
Debbo ricredermi sul tuo conto e ciò mi dispiace.
Quanto a Guglielmo di Baskerville e Don Cosciotto beh mi fanno tenerezza.
Basta guardarli quando sono in ambito lavorativo.
Uno che sembra sempre aver passato un guaio e l'altro beh lasciamo stare,lo offenderei e non voglio.E' già una condanna essere così.
In merito al sign.Pastore un minimo di irreprensibilità sarebbe necessaria ed è palesemente ridicolo sentirlo criticare.
Conosciamo tutti la sua storia ehm diciamo lavorativa (eufemismo).

Ah dimenticavo sono solidale con la signora Picchi che hai trattato male e non mi firmo perchè altrimenti i miei colleghi iniziano a rompere i "cosidetti" per sapere chi sono i nostri.
Nella sala macchinisti per giorni non si è parlato d'altro ed io non amo mettere ulteriore zizzania anche perchè vista l'esasperazione la cosa potrebbe finire male.
Per me se vogliono rimanere anonimi è legittimo ma non ci vuole la zingara.
Addio
Vivremo lo stesso senza che io legga il tuo blog e senza che tu debba leggere me.

Anonimo ha detto...

Caro utente anonimo,era il 10 Settembre del 2010,quando il mio doppio si rivelò,con l'indagine di frate Guglielmo sul deragliamento ferroviario del 6 Agosto....
La mia collaborazione al blog è impressa nell'Archivio di Circumvesuvianando con l'incidente(SIC!)di C.Terme di Gennaio del 2009...Nessuno mai si era cimentato con argomenti così ostici e forieri di guai per un'azienda dedita alla cortigianeria......
Per i dormienti ripropongo la prima parte dell'indagine.....Ricordo che l'argomento venne affrontato da chi per competenza doveva sollevare dubbi sulla sicurezza,con scarni e insufficienti comunicati....
Da allora sono trascorsi circa 4 anni....Ma il che " me ne fotte " imperversava già da anni...Inchiodati a quella frase,i più,hanno atteso il conto...Che alla luce degli ultimi avvenimenti,è stato salato.....TROPPO!
Curatori fallimentari che gestiscono casse vuote....Piante organiche tagliate...."Commissari liquidatori"che in questi anni amputavano ogni speranza....E così dopo il gran consulto di dotti,medici,ed esperti con l'accordo sindacale sull'armonizzazione delle retribuzioni,si massacrano i diritti,si deindicizzano i salari,si abbassa il costo del lavoro futuro con paghe che sono ferme da molti anni.....I lavoratori hanno pagato di tasca propria l'irresponsabilità contabile,la cialtroneria di rappresentanti sindacali e la gestione fallimentare di una consorteria con un sottobosco di inconfessabili patti, che tanti guai ha procurato in azienda.... Il CONSOCIATIVISMO….Il grande male italiano.
La politica degli affari e gli affari della politica, quell’intreccio di interessi che raramente emerge alla luce del sole ma che condiziona in modo decisivo la vita del paese,di una Regione,di un’azienda….Questo è il sottobosco….Il cuore politico-economico dove il business è business…Gli affari sono affari ed “ io tengo famiglia “….Ed ecco il risultato…..
In tutti questi anni si sono dimostrate poche idee e non proprio memorabili.... Quanto ai mitici piani industriali stendiamo un velo pietoso....Si è fatta un'operazione di cassa spregevole in un'azienda indebitata... Una corsa ad ostacoli contro il tempo,per evitare il DEFAULT...
Nel frattempo le comunico che erano stati individuati due "supertecnici "nel ruolo di possibili COMMISSARI AD ACTA.....Sembrano che abbiano declinato l'invito...Il compito è arduo ed i cortigiani sono tanti....Meglio girare al largo...
Caro Anonimo,lei dice,che il fratacchione sembra aver passato un guaio.....Il concetto è chiarissimo:"basta guardarlo mentre lavora"...E' sempre di malumore...Ma i guai sono altri: " fratello "….
Le sensazioni che invece provo,sono figlie di questa rabbia.....E voi invece? Spenti,dormienti,disillusi.... Forse disaffezione?Oppure:Repusione?
Le statistiche ci informano di una bassa partecipazione alla proclamazione degli scioperi....Anche sul C.C.N.L........
A proposito la informo che tra i firmatari dell'accordo ci sono:vecchi pensionati che hanno incassato lucrosi incentivi e che non hanno mai conosciuto il lavoro;gente che da troppo tempo è fuori dalla " produzione "; cacicchi sindacali che centralizzano il potere...Le R.S.U?E chi le ha viste?????Non hanno mai funzionato ed i coordinatori sono stati nominati e non eletti….Ne tenga conto…..........
Se vuole ne possiamo riparlarne della stupidità e del potere dei cortigiani.....
Un male atavico ed antico.....Non è facile essere un uomo libero....
Bisogna fare delle rinunce......Tante.....Troppe per taluni.....
Qualcosa bisogna pagare per poter parlare.......Perciò, stamme a ssenti... nun fa' 'o restivo,e suppuorte il mio malumore.......Fratello,non ti unire al coro di chi per quattro anni,ogni volta che mi affacciavo a questa finestra,faceva di tutto per impedire di parlare....Divagava,confondeva,denigrava.......Il mastino di Baskerville ti rimanda per le conclusioni al commento numero 42......

Anonimo ha detto...

IL GUAZZABUGLIO DELLA LETTERA “ C “
Tra CORREI, COMPLICI, COLPEVOLI( NASO?),CONSULENZE (COSENTINO?--CORTESE?),CURVONE (di 60 gradi?), CODICI,CUNEI (di supporto?) CASSANDRE (Quelli che sembrano di aver passato un guaio),e CAPITANI CORAGGIOSI……..( CHIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii??????)

ALLA BOUVETTE DEL TITANI-C-
“ Sono sicuramente da approfondire gli errori umani ma anche dei sistemi di sicurezza. C’è chi vuole risparmiare per comprare treni e fare affari…Non vi fermate alla scatola nera,ci sono dei risparmi economici sulle linee ferroviarie,indagate sul materiale e sulla manutenzione dei binari e treni.
Tutto questo non vale la vita di mio figlio…..”
Salvatore Scarpati padre del giovane coinvolto nel deragliamento del 6 Agosto
(IL MATTINO/REPUBBLICA 8 Agosto 2010)

PREFAZIONE: Rientravo da lavoro,nell’ora di un caldo tramonto di fine estate .
Mi avvicinò con fare cortese un frate,con il tipico saio benedettino,esile come uno giunco,alto di statura,scuro di capelli,sguardo fiero e schietto;teneva un plico,che con forza stringeva tra le mani……..
Il plico attirò subito la mia attenzione,e appena mi fu consegnato rimasi colpito.
C’era un sigillo di ceralacca,che ermeticamente chiudeva la sua apertura. Il timbro ne attestava la provenienza. La celebre e magnifica ABBAZIA di MELK , luogo della splendida Biblioteca e del dotto Malachia curatore della stessa.
Una nota né accompagna il plico, mi spiega il frate destinato da Guglielmo alla consegna,…
Dopo averlo rifocillato,(trattandolo con cura,come i FEACI erano soliti fare)…il frate mi ricambia la cortesia, raccontandomi del suo lungo viaggio in questo nostro paese malato:….…l’espulsione degli stranieri, la miseria e la povertà dei più deboli,la scandalosa distribuzione di ricchezza, il futuro negato ai giovani, i morti sul lavoro e lo stesso lavoro cancellato, gli scandali, l’orrore del potere,…la giustizia negata…
In attesa di riprendere il viaggio verso l’Abbazia, lo rendo ,… edotto della conoscenza della lettera,….…… dandone pubblicamente lettura……………………

(Parla Guglielmo):Caro Colonnello, ho seguito e seguo con molta apprensione le drammatiche vicende di voi vesuviani. Il deragliamento, le inchieste, il dibattito, i post…
Sono stato colpito da questa diavoleria che vi siete inventati della scatola nera…
Colpito dai tuoi articoli al vetriolo,e da alcuni post: Quello del padre del ragazzo,quello sui presunti correi e quell’altro di un tale che si definisce un TUTTOLOGO, perizia i luoghi e chiacchiera in chiesa durante il rito funebre, mentre il macchinista NASO tace !….
Pertanto ho deciso di prendere l’iniziativa…..
“ POIRET “ (di sorella Agata), direbbe mai fermarsi alle apparenze, perché la verità non è mai ciò che al momento sembra!
E chi dimentica la propria storia, rimuovendo i problemi è condannato, prima o poi, a ripeterli.
Il padre della psicanalisi già vi ammoniva su questo…... Il RIMOSSO RITORNA…!!!
La mia contro-informazione partirà dal Maestro Oby –Wan , per approdare poi alle regole,e al debole chiacchiericcio delle categorie di un popolo primitivo…..
Ti pregherei egregio Colonnello di dividere il racconto in due parti, e farlo pervenire successivamente a GIONA curatore del Blog...
…Caro Colonnello definisci e studi sia i tempi che i modi.

(l'ARTICOLO CONTINUA,MA IL FRATACCHIONE SI FERMA QUI....)



N.B.:Come vede,arguto anonimo,le vere generalità vengono rivelate non solo in questo articolo,ma anche nel commento numero 43....

"Quando hai eliminato l'impossibile, quello che resta, per quanto improbabile, deve essere la verità. Elementare, Watson!"(Sherlock Holmes)

Le cose più semplici spesso sono le cose più difficili da capire.....

Guglielmo (Il mastino di Baskerville)