BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

4 maggio 2012

DA CISAL RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Il Gruppo EAV va avanti da solo…?!



Come è noto, il 24 aprile u.s., presso la sede del Gruppo EAV, si è svolto un incontro tra la FAISA-CISAL, rappresentata dai Delegati Sindacali delle Aziende Circumvesuviana, Metrocampania Nord-Est e Sepsa, assistiti dal Commissario della Federazione di Napoli, ed i vertici EAV, per “comunicazioni urgenti relative alle Società del Gruppo”.


Questi ultimi, dopo un’approfondita analisi della situazione economica del settore, sia in ambito regionale, che relativamente a quella del Gruppo, tracciarono un percorso che delineava gli intendimenti aziendali.
In quella sede la FAISA-CISAL dichiarò che il processo di fusione doveva essere preceduto dall’omogenizzazione dei trattamenti economici, e che il tutto non poteva essere un’operazione fatta unilateralmente dall’Azienda, ma doveva essere “partecipata e concertata” con il Sindacato, senza che l’Impresa esercitasse veti. TALE POSIZIONE, CHE CI SEMBRAVA CONDIVISA DAL GRUPPO EAV, È STATA DI FATTO DISATTESA!


Infatti, le Aziende del Gruppo, in maniera unanime, sovvertendo l’ordine del percorso tracciato, hanno tentato di convocare il Sindacato per discutere di “turni del personale treni e personale di movimento”.
Premesso che per la FAISA-CISAL, da sempre, il confronto sui turni di servizio rappresenta un momento dove confluiscono le comuni istanze finalizzate a raggiungere l’equilibrio tra le necessità aziendali ed i giusti diritti dei Lavoratori, che aspirano a vedersi garantiti tempi e ritmi di lavoro sostenibili, non si può prescindere dalla conoscenza di elementi “fondamentali” come i “trattamenti economici del personale”, che al sistema dei turni sono strettamente connessi.


Nel corso dei precedenti incontri relativi all’armonizzazione dei trattamenti economici delle diverse Aziende del Gruppo, la FAISA-CISAL, non condividendo appieno quanto proposto dalla controparte, aveva fatto una serie di osservazioni finalizzate, nel rispetto dell’Accordo Regionale del 16 dicembre 2011, a ricercare soluzioni condivise e non disastrose per i Lavoratori.


Da quelle riunioni nessuna risposta alle nostre osservazioni…. ovvero un silenzio che lascia presagire dissenso! Come già detto, non è un’Azienda moderna quella che intende avviare profondi processi di trasformazione imponendo rigidamente la propria visione, ignorando le legittime osservazioni del Sindacato che, sia pure nel rispetto di Accordi Regionali, vuole dare il proprio apporto, senza lasciarsi schiacciare da negazioni aziendali preconcette. Dopo le rimostranze sindacali sul metodo di confronto adottato dalle Aziende del Gruppo, in data odierna, le stesse, hanno annullato tutte le riunioni programmate, riservandosi di comunicarci ulteriori loro intendimenti.


LA FAISA-CISAL GARANTISCE AI LAVORATORI DELLE AZIENDE DEL GRUPPO EAV, LA SUA MASSIMA ED ATTENTA PRESENZA E VIGILANZA IN QUESTA VERTENZA, CON L’IMPEGNO DI COMUNICARNE TEMPESTIVAMENTE OGNI EVOLUZIONE.


Napoli, 03 maggio 2012 I Delegati FAISA-CISAL


Aziende del Gruppo EAV

Nessun commento: