BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

16 aprile 2012

ULTIMISSIME DELLA SERA....

Eav, dalla Giunta ulteriori 25,5 milioni di euro - Vetrella: anticipazione su somme dovute per legge dallo stato alle società trasferite alle regioni

16/04/2012 - Si è riunita a palazzo Santa Lucia la Giunta regionale della 

Campania, presieduta da Stefano Caldoro.
Su proposta degli assessori al Bilancio Gaetano Giancane e ai Trasporti e

alle Attività produttive Sergio Vetrella, la Giunta ha assegnato 25,5 milioni

di euro alle società ferroviarie del gruppo Eav (Circumvesuviana,

Metrocampania Nordest e Sepsa).
Si tratta di un'anticipazione di risorse aggiuntive dovute dallo Stato alla

Regione per il periodo 2003-2007 (ma non ancora materialmente trasferite)

per l'adeguamento all'inflazione e l'attivazione di nuovi servizi di trasporto

regionale su ferro effettuati da società ex Gestione commissariale

governativa, come appunto quelle del gruppo Eav, fino al 2000 gestite dal

ministero dei Trasporti.
L'anticipazione è stata disposta d'urgenza dalla Giunta, al fine di evitare

l'aggravarsi della situazione di severa criticità che investe le società di

trasporto regionale su ferro, dovuta agli ingenti interessi per esposizioni con

gli istituti di credito e alla grave crisi di liquidità che si ripercuote

negativamente anche sulla erogazione dei servizi di trasporto pubblico

locale.
I 25,5 milioni anticipati oggi dalla Giunta regionale risultano assegnati alla

Campania da un'apposita relazione predisposta dal ministro dello Sviluppo

economico, delle infrastrutture e dei trasporti, di cui la Conferenza Stato -

Regioni ha preso atto, con la richiesta al Governo di una rapida emanazione

del relativo decreto di riparto delle risorse.
Nella delibera la Giunta ha stabilito che la prima quota di queste risorse che

il Governo trasferirà alla Regione dovrà essere destinata prioritariamente

alla copertura dell'anticipazione.
In considerazione dell’urgenza dell'iniziativa, la Giunta ha dato subito

mandato all'assessorato regionale ai Trasporti di effettuare con proprio

decreto le anticipazioni in favore delle società ferroviarie regionali.
"Abbiamo deciso, d'accordo con il presidente e l'assessore al Bilancio

Giancane che qui ringrazio - dice l'assessore Vetrella - di dare un’ ulteriore

risposta immediata alla difficile situazione economica ed espositoria del

gruppo Eav, dopo i 20 milioni di euro stanziati pochi giorni fa per il piano di

manutenzione straordinaria dei treni fermi da rimettere gradualmente in

esercizio. Così come, proprio in questi giorni, stiamo continuando a pagare

regolarmente i corrispettivi dei contratti di servizio anche per le Province e i

Comuni capoluogo.
"Certo la strada da fare per tornare definitivamente alla normalità è ancora

lunga e complessa, ma abbiamo avviato finalmente un percorso virtuoso che

non solo avrà benefici effetti sui servizi ai cittadini - che sono la nostra

priorità - ma che consentirà anche, dopo anni di confusione, bilanci incerti e

sprechi, di risanare e rilanciare le società di trasporto ferroviario regionale,

tutelando al meglio anche i lavoratori.

"Preciso poi - prima che qualcuno, come già fatto in altre occasioni, colga

strumentalmente l'occasione per dire che anche stavolta staremmo

privilegiando Napoli e provincia - che queste risorse - il cui iter di erogazione

è stato accelerato grazie alla Commissione Trasporti della Conferenza delle

Regioni che coordino - sono dovute per legge solo alle società ex Gestione 


commissariale governativa; quelle società, cioè, che - proprio come 


Circumvesuviana, Metrocampania Nordest e Sepsa - erano state gestite dallo 


Stato fino al 2000, quando per il federalismo amministrativo furono trasferite 


alla Regione assieme a risorse e competenze.

"Infine, stiamo portando avanti tutte le altre azioni necessarie al piano di

rientro del gruppo, il cui metodo proprio oggi è stato condiviso dalle

organizzazioni sindacali che ho incontrato, e con le quali abbiamo deciso di

portare a livello nazionale il tavolo tecnico", conclude Vetrella.



FONTE: Sito web Regione Campania


www.regione.campania.it


Nessun commento: