BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

22 aprile 2012

CARO ASSESSORE SONO CUOMO FILIPPO....


4 commenti:

Ginevra ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con il macchinista: la sicurezza viene prima di ogni cosa e un datore di lavoro non può e non deve dare ordini che potrebbero essere lesivi per il personale e per gli utenti.
La vostra affezionata Ginevra

Anonimo ha detto...

(Cliccare:Aspettando Godot....Per raccontare la fine di un'epoca,ho scelto di riproporre la seconda parte di un articolo già pubblicato il 7 Ottobre del 2010-Il Guazzabuglio della lettera C- che aveva quale tema principale il tragico e drammatico deragliamento del 6 Agosto del 2010...Il commento che segue è del 6 Agosto del 2011....Per non dimenticare)


Dunque:l'alta velocità,la mancanza di un sistema di rallentamento automatico e le condizioni di segnaletica e di " visibilità " insufficiente hanno causato una tragedia che poteva essere evitata con una cura più attenta ai dispositivi sulla sicurezza ferroviaria....
Le conclusioni del P.M. sono al momento incontestabili.......
Restano ancora vive in molti di noi:le immagini delle lamiere contorte,il sangue,le ambulanze,i feriti....
Non ho mai creduto alla tecnica del capro espiatorio.....Trovare l'unico colpevole da crocifiggere assolvendo colpe di chi per compiti e responsabilità è deputato a programmare interventi mirati su tracciati ferroviari pericolosi ....è un atteggiamento miserevole .....
Il mio obiettivo è stato sempre quello di alzare il livello di attenzione sulle tematiche che riguarda(va)no la sicurezza del viaggio e di chi opera sulla rete ferroviaria....E questo lo dico cari fratelli perché ci sono ancora oggi in azienda capacità e competenze lavorative che conoscono le lacune sugli impianti,i codici di sicurezza,e lo stato comatoso della rete ferroviaria....
Ci sono le condizioni per poter prevenire il possibile errore umano, con interventi mirati a rafforzare gli argini della sicurezza ferroviaria?Certo!
Ricordo tutt'ora che su quel tracciato ferroviario persistono i limiti del rallentamento.....
Sembra che ancora su quel tracciato:non risulti nessuna modifica sui codici nei circuiti interessati che obbligherebbero " l'uomo e la macchina " al rispetto della velocità consentita dalle norme regolamentari.........
E così un anno dopo il tragico impatto la procura scrive la sua " versione " dei fatti...:alta velocità,segnaletica insufficiente e la mancanza di un sistema di rallentamento automatico....
Queste sarebbero le ragioni dell'incidente...Sotto inchiesta finiscono il macchinista G. N.,l'ex A.D.-B.S.-.,e il Direttore Operativo e di esercizio A. B....Per loro l'accusa di disastro ferroviario,omicidio e lesioni colpose.....
Secondo le indagini il macchinista conduceva il metro star ad una velocità 3 volte superiore rispetto a quella consentita in quel tratto pur disponendo della frenatura automatica i dirigenti(come si legge dagli atti)"omettevano di adottare quello più idoneo a garantire il maggior livello di sicurezza della rete ferroviaria "......
A proposito del disfacimento delle condizioni di sicurezza,gli inquirenti hanno constatato una distanza inferiore tra il segnale di " avviso di rallentamento " e il segnale " di inizio rallentamento "....

Anonimo ha detto...

Una distanza inferiore rispetto a quella regolamentare.....

SCRIVEVO UN ANNO FA....
" Continuo ad avere fiducia nel lavoro serio svolto dagli inquirenti. La Magistratura è un organo di tutela e di giudizio imparziale per ogni cittadino....
I disservizi e le carenze sull'organizzazione ci sono. Non Neghiamo! Rimuovere i problemi addebitando tutto all'errore umano,convitato di pietra sempre presente nel nostro lavoro,non ci aiuta.....
(Scrivevo ancora)Un'ultima considerazione:eseguita " L'esecuzione pubblica del colpevole ",abbiamo risolto il problema?E se domani putacaso,con un signor nessuno,con un'altro "Macchinista" alla guida del Metro star,si ripresenta l'errore umano?Che facciamo?L'errore viene coperto da un sistema di sicurezza che impedisce i 2 morti ed i 58 feriti?Risistemiamo il patibolo per eseguire una nuova sentenza?Il problema sulla sicurezza ferroviaria lo risolviamo?
Un ordine di servizio,una disposizione che autorizzava modifiche sui codici e sulle distanze dei circuiti,....si può ancora fare...Che dice si farà?
Io mi auguro di si,e lei?????
Morale della favola:Giorno dopo giorno,abbiamo la percezione che quest'azienda non " SIA PIU' LA NOSTRA"....
Ambiente in evoluzione?(SIC!)Identità in divenire?Nuovi barbari? L'immagine si scinde,e non lavoriamo più in funzione di ciò CHE ERAVAMO!!!!!!!
Questo scrivevo un anno fa.....Nulla si è fatto!E non mi si dica che non c'erano soldi.....
Tra sprechi,consulenze e nuove infrastrutture costruite e lasciate colpevolmente in degrado tra ruggine e abbandono.....(Moregine,Posto concentratore,Posto movimento,.....potrei continuare....cose più volte denunciate e per negligenza ignorate......)
Una classe dirigente che colpevolmente in questi anni ha tirato a campare salvaguardando corte e culo.....Un assenza di prospettive e di progetti.......Cosa posso ancora dire che non ho detto:un piano industriale inesistente...
Si continuava a lucrare sul passato,mentre la ferrovia perdeva pezzi pregiati......Perché????
Vivevano un altra realtà.....Avevano da tempo interrotti i rapporti con il personale operativo chiusi tra gli intrighi di palazzo e il gossip nelle stanze del potere...Al demerito si associava la negligenza....

Anonimo ha detto...

Una distanza inferiore rispetto a quella regolamentare.....

SCRIVEVO UN ANNO FA....
" Continuo ad avere fiducia nel lavoro serio svolto dagli inquirenti. La Magistratura è un organo di tutela e di giudizio imparziale per ogni cittadino....
I disservizi e le carenze sull'organizzazione ci sono. Non Neghiamo! Rimuovere i problemi addebitando tutto all'errore umano,convitato di pietra sempre presente nel nostro lavoro,non ci aiuta.....
(Scrivevo ancora)Un'ultima considerazione:eseguita " L'esecuzione pubblica del colpevole ",abbiamo risolto il problema?E se domani putacaso,con un signor nessuno,con un'altro "Macchinista" alla guida del Metro star,si ripresenta l'errore umano?Che facciamo?L'errore viene coperto da un sistema di sicurezza che impedisce i 2 morti ed i 58 feriti?Risistemiamo il patibolo per eseguire una nuova sentenza?Il problema sulla sicurezza ferroviaria lo risolviamo?
Un ordine di servizio,una disposizione che autorizzava modifiche sui codici e sulle distanze dei circuiti,....si può ancora fare...Che dice si farà?
Io mi auguro di si,e lei?????
Morale della favola:Giorno dopo giorno,abbiamo la percezione che quest'azienda non " SIA PIU' LA NOSTRA"....
Ambiente in evoluzione?(SIC!)Identità in divenire?Nuovi barbari? L'immagine si scinde,e non lavoriamo più in funzione di ciò CHE ERAVAMO!!!!!!!
Questo scrivevo un anno fa.....Nulla si è fatto!E non mi si dica che non c'erano soldi.....
Tra sprechi,consulenze e nuove infrastrutture costruite e lasciate colpevolmente in degrado tra ruggine e abbandono.....(Moregine,Posto concentratore,Posto movimento,.....potrei continuare....cose più volte denunciate e per negligenza ignorate......)

Una classe dirigente che colpevolmente in questi anni ha tirato a campare salvaguardando corte e culo.....Un assenza di prospettive e di progetti.......Cosa posso ancora dire che non ho detto:un piano industriale inesistente...
Si continuava a lucrare sul passato,mentre la ferrovia perdeva pezzi pregiati......Perché????
Vivevano un altra realtà.....Avevano da tempo interrotti i rapporti con il personale operativo chiusi tra gli intrighi di palazzo e il gossip nelle stanze del potere...Al demerito si associava la negligenza....
Questa è l'unica spiegazione.....Vivevono su un'altro pianeta....Altrimenti, i " LOR SIGNORI ",per quanto intorpiditi nei sensi e obnulati nell'intelletto delle pratiche di vassallaggio,avrebbero avuto assillante le capacità di dover capire lo stupore,l'indignazione,l'esasperazione,la rabbia con cui una parte di dipendenti non li prende neppure in considerazione se non per disprezzarli e auspicare che la Magistratura oppure un vento nuovo li spazzi presto da qui.....
Vivono su un'altro pianeta,perciò non aprono più la bocca e sono terrorizzati da questa crisi che travolge il trasporto pubblico e i loro orticelli.....
Oggi nessuno,se non i loro sodali che li omaggiano ,li crede più,..." noi " in primo luogo e chi da utente utilizza ancora la Circumvesuviana....
Un servizio che contrariamente alla nostra storia ferroviaria continuiamo con abnegazione e sacrifici ad assicurare,anche se in maniera(mi sia consentito il termine) vergognosa....
Avete dissipato un PATRIMONIO,prego IDDIO della ragione che chi ha fallito tolga al più presto il disturbo......
Nutriamo un profondo rispetto per la " nostra magistratura ",garanzia di verità e imparzialità.......... Referente mi associo alla redazione con un ossequioso pensiero alle vittime del " maledetto deragliamento":G. Marotta e C. Cautiero.....
Allo stesso tempo,rivolgo un affettuoso saluto al giovane V.Scarpati e alla sua famiglia......
Un doveroso e affettuoso saluto ai numerosi cittadini coinvolti e feriti........A Giancarlo la mia piena solidarietà...


" I lupi di mare sono ancora vivi!!!!!!"

Guglielmo da Baskerville