BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

5 marzo 2012

Parma-Napoli 1-2 a cura di Ciro Orazzo


Parma: Mirante, Zaccardo, Paletta, Santacroce, Biabiany, Mariga, Musacci (20' st Valdes), Galloppa, Modesto, Giovinco, Okaka (31' st Marques). A disp. Pavarini, Jonathan, Morrone, Brandao, Pereira. All. Donadoni

Napoli: De Sanctis, Grava (36' pt Fernandez), Cannavaro, Britos (19' pt Campagnaro), Maggio, Dzemaili, Gargano (15' st Inler), Dossena, Hamsik, Lavezzi, Cavani. A disp. Rosati, Zuniga, Pandev, Vargas. All. Mazzarri

Arbitro: Valeri di Roma

Marcatore: 40' pt Cavani, 32' st Zaccardo, 41' st Lavezzi
Note: ammoniti Grava, Zaccardo, Mariga, Musacci, Dzemaili, Lavezzi, Cannavaro, Santacroce

Ora di pranzo. Tra un cannellone e una polpetta gli occhi dei Napoletani sono rivolti ad una partita di vitale importanza per tutta la stagione. Con il Derby a Roma , gli azzurri hanno la possibilità di guadagnare punti sulle due squadre della capitale. Bisogna però battere il Parma, squadra tutt’altro che  facile e rabbiosa dopo la vittoria negata a Genova dagli errori arbitrali. Mazzarri lascia in panchina Zuniga e Inler, mentre il Parma gioca con gli uomini contati.
Parte meglio il Parma, che mette per gran parte del primo tempo in difficoltà gli azzurri con gli inserimenti dei centrocampisti,troppo imprecisi per punire un Napoli che ha concesso molto in difesa.  Nel momento migliore degli emiliani, i campani passano: Musacci sgambetta Cavani in area, calcio di rigore . Para Mirante, ma nulla può quando sulla respinta il Matador lo fredda. Napoli in vantaggio al 40’,e sedicesimo goal stagionale per l’uruguaiano . Il Parma cerca la reazione appena tre minuti dopo. Galloppa stende Lavezzi lanciato a rete, per l’arbitro è tutto regolare e il Parma riparte. Giovinco appoggia in area per Paletta che però non trova la porta da due passi. Finisce così il primo tempo, Napoli non brillante ma cinico.
Il secondo comincia sulla falsa riga del primo, con i ducali all’attacco. Grande occasione al 3’, con un clamoroso fallo di mano di Dossena su colpo di testa di Paletta non sanzionato dall’arbitro, proteste dei giallorossi. Il Parma continua ad attaccare e a sciupare, azzurri in affanno. Gli sforzi della squadra di Donadoni vengono premiati al 32’, con Zaccardo che raccoglie la respinta e deposita in rete. 1-1, risultato anche giusto. Quando il finale cominciava ad annunciarsi come un assedio del Parma per i 3 punti, il Napoli passa.Al 41’ Cavani imbecca Lavezzi (in posizione irregolare non sanzionata) e il Pocho, come ormai è consuetudine, non sbaglia. 2-1, Napoli cinico e fortunato. Finisce così, tra le polemiche, una partita sofferta ma vinta con la cattiveria delle grandi squadre, quella che dall’inizio della stagione era mancata. Con il pareggio di Udinese e Inter e la sconfitta della Roma, la classifica degli azzurri si fa davvero molto interessante, con i friulani a soli tre punti e la zona Champions a 5.Nulla è impossibile, bisogna crederci. 

Forza Napoli!


                             
CIRO ORAZZO
                                                                                                                                            


Nessun commento: