BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

12 marzo 2012

DAL MATTINO PUNTO IT, SU SEGNALAZIONE DEL COLLEGA SAVERIO DI GIOVANNI


Dillo al Mattino / Circumvesuviana,
dal 2004 ad oggi tanto è cambiato

      RSS
Cara redazione, buongiorno.
Chi scrive viaggia per lavoro quotidianamente da almeno 10 anni, quasi sempre utilizzando mezzi pubblici. Arrivata a Napoli nel 2004 il servizio che all'epoca e per anni ho riscontrato efficiente era la circumvesuviana. Quando mi dovevo recare in varie zone dei paesi vesuviani, reputavo la cosa più semplice ed efficiente recarmi a prendere la vesuviana.

Questa affermazione non corrisponde più al vero da diversi mesi. Tutti i giorni linee quali Poggiomarino e Acerra subiscono qualche problema.. peraltro i treni vengono spesso prima annunciati e poi decorsi anche 10 minuti si avvisa l'utenza che non passerà.. è diventato un calvario..

Mi chiedo ma è normale in una citta quale Napoli avere incertezze continue, di viaggio di spostamento, di sicurezza in generale, si parla tanto di mobilità sostenibile ma se i treni non funzionano si porta all'esasperazione le persone, che dovranno riprendere le automobili per raggiungere la sede di lavoro.

Inoltre qui si paga un biglietto spesso passa del tempo, il biglietto scade..per non dire chi ha un abbonamento unico campania e vede passare il tempo nell'incertezza ....

Spesso ci viene detto che mancano gli elettrotreni, mi chiedo ma se poco tempo fa sono stati introdotti dei treni nuovi dove si vuole arrivare..se il servizio non è più efficiiente perchè non si pone ai ripari, l'assessore Vetrella perchè non coordina un tavolo per capire il problema...e risolverlo.

Cordiali Saluti

Filomena



 COMMENTI     (17)ordina dal più vecchioOrdinaScrivi un commento
@gigi 889
in quale parte del mondo le aziende PUBBLICHE di trasporto si mantengono solo sui biglietti??? dimmene una sola! sono andato a controllare se per caso fosse così a San Marino o la Citta del Vaticano...e ho scoperto che lì addirittura non si paga neppure il ticket perchè è tutto a carico dello Stato! ...poi vogliamo parlare dei trasporti a Napoli ai tempi di Polese...quando circolavano 100 autobus in tutta napoli??? quali sono questi servizi che di cui parli? ...lo sai che a Napoli non esistevano neppure i cassonetti della spazzatura fino agli inizi degli anni 90? i rifiuti si mettevano agli angoli delle strade! le tasse non si pagavano?? io ho ancora conservati tutti i bollettini ICI e Tarsu pagati profumantamente da sempre! Eav è un carrozzone clientelare? sono d'accordo con te! e chi ci sta a capo di questo carrozzone? guarda un pò proprio il tuo Nello Polese!!! che da buon ex socialista di clientele ne sa fin troppo bene!!! Lui e l'amico Caldoro! Forse è meglio se riordini un poco le idee prima di parlare...
commento inviato il 11-03-2012 alle 15:26 da sancio78
Non prendeci in giro Sancio78-Premium25-simpaticoblu
@Sancio78 in tutto il mondo tranne in Italia le aziende si mantengono con i costi dei biglietti, io non sò dove abiti, l' unica disinformazione stai cercando di farla tu ora!

@Premium 25 anni fa vi era il fatorino nei bus, non c'era unico campania e in circumvesuviana saliva il bigliettaio!

@Simpaticoblu Polese era il sindaco di Napoli, fu arrestato e si diede spazio al trio Bassolino-Iervolino De Magistris, i risultati sono sotto gli occhi di tutti, quindi credo di polese non si possa parlare, se è vero la sua giunta non era perfetta, ma non pagavamo tasse e avevamo i servizi, mentre ora manca solo l'aria poi paghiamo tutto , e non riceviamo servizi, si è vero La giunta Polese non era perfetta ma non capitava di essere sommersi dai rifiuti!


Se i servizi non funzionano e perchè non si torna ai sistemi di 25 anni fa!
oggi a Napoli paghiamo 1 biglietto 1,20€ per mantenere tante aziende quando chiudere unico campania e far mantenere le aziende con soli i biglietti (ripeto funziona così in tutto il mondo non credere a menzogne) il biglietto costerebbe 0,50 €.
Quando compriamo un biglietto anche per un sola fermata di bus, paghiamo:
Unicocampania,sepsa,circumvesuviana,anm,ctp,metrocampania,e tanti altri carrozzoni clientelari!
commento inviato il 10-03-2012 alle 17:18 da gigi889
@gigi 889
in nessuna parte del mondo esiste un trasporto pubblico che si mantenga solo sul costo dei biglietti, sarebbe impossibile, solo chi non sa quello che dice può fare un'affermazione del genere! bisognerebbe riflettere un po' sui numeri che girano intorno al sistema trasporti, prima di fare disinformazione! ...ma a Napoli molti sono bravi a scrivere, pochi sanno quello che dicono!
commento inviato il 10-03-2012 alle 15:53 da sancio78
La politica regionale ha prodotto questo sfacelo.
Basta fare un confronto: 25 anni fa in Vesuviana c’erano circa 4.000 dipendenti con 11 dirigenti (e il servizio funzionava come un orologio svizzero), con un rapporto quindi di circa uno per 350 dipendenti, oggi in EAV Ferrovia (Circumvesuviana, Sepsa e Metrocampania Nordest), con 2.400 dipendenti, c’è un dirigente ogni 80. Valutate voi.
commento inviato il 10-03-2012 alle 15:38 da premium
Manager incapaci
Il Presidente EAV Prof. Polese in ogni dichiarazione o intervista che rilascia incolpa le amministrazioni aziendali precedenti e la Giunta regionale Bassolino-Cascetta per lo sfascio in cui si trova attualmente il T.P.L. regionale e quello delle società che fanno capo ad EAV. La risposta non è convincente, è assolutamente pilatesca e denota anche da parte di questi amministratori incapacità nell'affrontare e risolvere i problemi. Prima, almeno, il servizio di trasporto era adeguato e non sofferente come quello che viene offerto oggi. Poi tutti questi lavori in atto da tanti anni per migliorare il trasporto pubblico in Circumvesuviana, Alifana e Sepsa a cosa sono serviti? a spendere migliaia di miliardi per peggiorare il servizio di trasporto? incredibile e paradossale questa situazione che denota incapacità e incompetenza dei manager che di volta in volta si sono avvicendati alla guida di queste società politicizzate e sindacalizzate, tanto da offrire servizi da terzo mondo.
commento inviato il 10-03-2012 alle 10:06 da simpaticoblu
@Sancio78
Unico Campania è solo un carrozzone clientelare, le aziende tranviarie si mantengono con le nostre tasse, io incomincio a pensare che fa bene chi non paga il biglietto in quanto già paga le tasse!
é giusto che si paghino bus, metro, funicolari e tutto, non converrebbe a te perchè è comodo con 1,20€ usufruisci di tanti servizi e noi con le tasse paghiamo, mentre già in provincia non è cos'!
Io non voglio più pagarti il trasporto, in tutto il mondo le aziende si mantengono con i costi dei biglietti solo in italia paghiamo il servizio 2 volte!
Chiudiamo unico campania!
commento inviato il 09-03-2012 alle 20:10 da gigi889
Lamentele inutili.
Prendere il treno ,a Portici ,che arriva da Sorrento nella fascia oraria 7-8.30 è impossibile.Si viaggia come sui carri bestiame.Sempre 2 etr invece di 3 su corse affollatissime.Quelli che viaggiano con me si lamentano solamente con il personale ( a volte sì arroganti ) ma una volta scesi tutte le minacce rimangono parole al vento.Scusate ma questi treni quante persone possono trasportare ?Spesso c'è gente che si sente male..ma nessuno lo dice ?E tutti quelli che ci sono pagano ? Il problema sicurezza nessuno lo pone ?Inoltre sentii tempo fà il controllore che parlava con il guidatore e dicevano che il Consorzio Unico è fallimentare ed i soldi dei biglietti invece di essere distribuiti alle aziende per il servizio servono per pagare quelli messi lì da Bassolino e dall'ingegnere Sannino.Quelli erano tempi diversi degli attuali (si sperperava ovunque)e non si erano raggiunti i drammatici livelli attuali.La verità è che l'attuale giunta regionale e provinciale non riesce a gestire la cosa.Il sign Vetrella quanta conoscenza specifica ha dell'assessorato che amministra? Penso sia cosa buona continuare a votarli altrimenti le favolette chi ce le racconta?.Il sign Vetrella disse tempo fà che la riduzione del servizio Circum non avrebbe provocato disagi.Difatti..ahahahaha..Li avete votati?? e ce li dobbiamo tenere ..funziona così.Organizziamoci con le auto e pazienza.E' l'obiettivo ecologico che magnificava questa giunta nel periodo elettorale.Ahhhahaahahhahah
commento inviato il 09-03-2012 alle 19:58 da __castlerock__
@gigi 889 - impensabile toccare unicocampania
pensare che il problema sia del sistema integrato unicocampania è un errore madornale! se si pensa che si possa gestire il TPL con i proventi dei biglietti si è completamente fuori strada, i ticket coprono una minima parte dei costi del servizio, il resto è sempre stato e dovrà sempre essere a carico degli enti pubblici, i quali hanno ridimensionato in maniera eccessiva i trasferimenti alle aziende di trasporto: questo è il vero problema! ritornare al vecchio sistema di tariffazione significherebbe pagare il bus, pagare la metro, pagare le funicolari, pagare la cumana, pagare la vesuviana, pagare la vecchia direttissima...insomma un salasso che non converrebbe a nessuno, neppure alle aziende, le quali con un maggiore introito derivanti dai ticket comunque non sarebbero in grado di fronteggiare i tagli del 40% subiti negli ultimi anni! Lunga vita al consorzio unico campania, l'unica cosa buona ideata da Cascetta che ci è rimasta!
commento inviato il 09-03-2012 alle 18:49 da sancio78
@ fmontella...
...Caro Montella, l'E.A.V. (Ente Autonomo Volturno) oltre alle luci del cimitero, forniva luce elettrica per 1/3 alla città di Napoli, insieme allal'ora S.M.E. (Società Meridionale di Elettricità).
commento inviato il 09-03-2012 alle 18:41 da ALMA-6
Colpa di unico campania
Anni fa in Circumvesuviana si pagava il biglietto, se si veniva trovati sprovvisti si acquistava in vettura, e cmq non era nel consorzio unico campania.!
Se chiudiamo Unico Campania i nostri trasporti torneranno efficienti ed economici!
Unico campania il carrozzone clientelare di Bassolino e compani
commento inviato il 09-03-2012 alle 16:58 da gigi889
E CONTINUANO A SPRECARE
Quanti sanno che Circumvesuviana ha speso un mucchio di soldi per un software assolutamente inutile per vedere sui telefonini dove si trova un treno? Non funziona ed eventualmente sarebbe a costo degli utenti, ma i sistemi informativi sono abituati da anni a sprecare i nostri soldi. E mentre siamo qui a parlarne continuano a proporre soluzioni inefficienti, ma costosissime. Non ho mai visto un PM indagare sull'origine di questi costi. C'è qualcuno che si è assicurato il futuro suo e delle prossime generazioni della famiglia.
commento inviato il 09-03-2012 alle 16:23 da frankna
Per antoniolaquaglia
Caro antonio, l'EAV si occupava dell'illuminazione del cimitero di poggioreale.
commento inviato il 09-03-2012 alle 15:13 da fmontella
Circumvesuviana, ......
Beh, Filomena.... hai perfettamente ragione.... tutto è cambiato. Circumvesuviana non è più quella di un tempo: quello che ricordi di 10 anni fa rimane, infatti, tutto e solo un ricordo.
I nuovi elettrotreni? Si, ne sono arrivati 24 (due li devono ancora consegnare) e oramai anche essi sono arrivati al punto di fermarsi..... per mancanza di ricambi! La manutenzione in garanzia viene effettuata da chi li ha venduti ma, prima o poi, la stessa finirà e.... i nuovi treni si fermeranno!
Sono assicurati (per adesso) solo gli stipendi ma l'aria che si respira in azienda è di quelle più infernali. Mi sa che tra un pò anche gli stipendi non pagheranno più. E la regione Campania.... cosa fa a tal proposito? Lo dico io: NULLA!
La passata amministrazione regionale gestiva sforando il patto di stabilità (tutto a debito), quella attuale non manda un quattrino manco per pagare una piccola percentuale ai fornitori che, ormai, sono sull'orlo del collasso. Domanda spontanea a Filomena: chi hai votato? Cosa pensi che gli amministratori regionali stiano facendo? Le domande a cui devi chiedere risposta sono queste e non basta, quindi, la bella letterina che ci fa ricordare i tempi che furono.
Si è al collasso, anzi, all'infarto e alla morte, ormai preannunciata, di una grande azienda e di una grossa realtà del sud, fiore all'occhiello per anni nel TPL in Italia. E' come vedere un agonizzante e dargli un calcio in bocca. Si pensava di risolvere i problemi con la fusione...... che schifo!
commento inviato il 09-03-2012 alle 15:11 da fmontella
finalmente qlcn si lamenta!!!!!questo succede anche sulla linea Madonnelle,ogni mattina e'un avventura ci fanno timbrare il biglietto poi arriva la comunicazione che il treno e'soppresso.ci hanno messo trent'anni per darci questo servizio utilissimo,ma come al solito a Napoli nn funziona niente!!!!!!!!E poi ci fanno anche la morale sull'ambiente!Lasciate le macchine a casa servitevi del servizio pubblico!!!Ma il "servizio" ce lo fanno a noi tutti i giorni!!!!Abbiamo tutti il coraggio di denunciare di farci sentire nn se ne puo' piu'!!!!!
commento inviato il 09-03-2012 alle 13:09 da dennyd
Sono d'accordo
La lettera della signora Filomena riporta fedelmente l'attuale situazione dei mezzi di trasporto a Napoli e dintorni. Sindaco ed assessori, intervenite.
commento inviato il 09-03-2012 alle 13:09 da Nemesi
EAV la holding dei trasporti della Regione Campania
Un tempo la Circumvesuviana era l'emblema dell'efficienza del trasporto pubblico in Campania. Lo era anche la Sepsa, altra azienda del TPL, il cui intero pacchetto azionario era tenuto dall' 'EAV, Ente che si occupava della manutenzione degli orologi pubblici (?) e con l’esaurirsi del progetto rimase pressoché inoperoso e la Sinistra di trenta anni fa, definendolo "Ente inutile" ne propose, a gran voce, lo scioglimento. A quei tempi l'EAV era pressoché una struttura di esigua entità, con uno sparuto numero di impiegati e dirigenti. Alcuni anni fa, la svolta: la Giunta di Santa Lucia, decise di trasformare quell'"Ente Inutile" in holding del trasporto regionale. Modificando la modesta entità in una megastruttura; il cui management ed il personale è stato reclutato (si fa per dire) fra la casta napoletana. Ci hanno fatto credere che tutto ciò era mirato ad migliorare il trasporto pubblico in Campania. Bugie. Da allora è scoppiato il DISASTRO. Che è sotto gli occhi di tutti, sia dell'utenza Sepsa che di quella Circumvesuviana.
E a farne le spese è, come al solito, l’utenza, fatta di lavoratori e studenti
Saluti
Antonio
commento inviato il 09-03-2012 alle 12:55 da antoniolaquaglia
Cara signora
La Circumvesuviana purtroppo..se la sono pappata!

Nessun commento: