BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

12 giugno 2013

VERIFCA DELLA CORRETTEZZA DEGLI ATTI AZIENDALI DA PARTE DEI SINDACATI


1 commento:

Gianfranco ha detto...

Il comunicato fatto dalle OO.SS. è assolutamente privo di credibilità.Intanto il provvedimento assunto da EAV, allo stato e nel breve -medio tempo non porterà alcun miglioramento dei conti aziendali perchè anche se dovessero essere coivolti in processi di riconversione il personale ex impiegatizio dovrà essere comunque ugualmente retribuito. L'eventuale processo di riconversione può essere iniziato previo idoneità psico-fisica da accertare ( e desideriamo che ciò avvenga esclusivamente presso un organo Istituzionale pubblico e non strutture private condizionate, che sappiamo essere sensibili ai richiamo vari....); per fare subìto cassa e per dare un segnale di equità anche nei confronti degli altri lavoratori, ivi inclusi i cugini di EavBus, dovevavo contestualmente essere varati i contratti di solidarietà anche dei parametri 250,230 e 205 che costano un accidenti di soldi in più, per le loro particolari indennità, molti in sovrannumero, e molti ancora senza che sappiano fare granchè, lavorativamente. L'elenco pubblicato di coloro che dovranno essere convertiti non contiene alcuni nomi e desideriamo sapere perchè? uno dei quali è la signora Tomeo, segretaria della Avv. Casizzone e del Prof. Polese, nonchè consorte dell'ing. Battaglia dell'Ustif preposto a......ilk quale ha anche due fratelli nell'attuale EAV. Poi bisogna non pagare con i soldi delle aziende quesi sindacalisti ( e ne sono tanti( che risultano impropriamente distaccati da ann i e riportati negli ordini di servizio di 2° livello. Questi godendo di tutti i benefici retributivi anche di salario accessorio (ticket? indennità di presenza? di carica? reperibilità?), sono da anni e anni asssenti dal lavoro e dovrebbero essere collocatoi in aspettativa sindacale senza retribuzione ma con retribuzione a carico del sindacato. Allora se risparmi si devono fare, incominciamo a farli nel rispetto della legge. Una ultima considerazione: questi 130 esuberi e forse anche oltre di personale amministrativo che dovrà scendere dagli uffici come sono stati assunti in queste qualifiche? in che periodo? da quali società dell'ex EAV? con quali procedure? Allora l'attuale amministratore Unico di Eav, l'assessore ai Trasporti, constatando che furono fatte operazioni costose tanto da porare danni erariali, quando denunciano il tutto alla Procura della Repubblica e della Corte dei Conti? Quì si corre il rischio che fallisca anche l'EAV, dopo l'EavBus.