BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

21 giugno 2013

VENERDI' 21 GIUGNO 2013 TUTTI GLI ISCRITTI SONO CHIAMATI AL VOTO PER DECIDERE IL FUTURO DEL NOSTRO C.R.A.L.

GIOVEDI 20 IN PRIMA CONVOCAZIONE E VENERDI 21 GIUGNO 2013 ALLE ORE 16.00 IN SECONDA CONVOCAZIONE PRESSO LA SALA "PRIMATO" DI CIRCUMVESUVIANA, TUTTI GLI ISCRITTI AL CRAL CIRCUMVESUVIANA, SONO CHIAMATI ALLE URNE PER DECIDERE IL FUTURO DEL CRAL.

LA SCELTA DOVRA' ESSERE TRA RESTARE CRAL AZIENDALE CIRCUMVESUVIANA  OPPURE FONDERSI CON IL CRAL DEI COLLEGHI DELLA SEPSA (METROCAMPANIA NORD-EST NON HA UN PROPRIO CRAL) PER DARE VITA AD UN DOPO-LAVORO UNICO SOTTO L'EGIDA DELL'ENTE AUTONOMO VOLTURNO. 

INTANTO IN TAL PROPOSITO, L'ATTUALE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SI E' GIA' PRONUNCIATO CON UNA VOTAZIONE CHE HA VISTO LA MAGGIORANZA SCHIERARSI PER UN UNICO CRAL EAV. UNA MOZIONE DIVERSA E CIOE' RESTARE CON L'ATTUALE ASSETTO DI CRAL DI EX AZIENDA CIRCUMVESUVIANA, PARE SIA STATA VOTATA DA SOLI DUE MEMBRI DELLL'ATTUALE C.D. 
DI SEGUITO UNO STRALCIO DAL VERBALE DI ASSEMBLEA...


Cral Circumvesuviana


Assemblea dei Soci del 21 Giugno 2013 ore 16.00 Sala Sindacale

Argomenti iscritti all’odg:
-         Rendiconto Economico Finanziario;
-         Preventivo 2014;
-         Evoluzione del contesto sociale e prospettive future;
-         Proposta di accorpamento dei cral Circumvesuviana e cral Sepsa;
-         Separazione del Cral dal Fondo di Solidarietà;
-         Eventuali e varie.

........Per quanto riguarda la proposta di accorpamento tra Cral Circum e Sepsa, nei vari consigli direttivi, è emersa la necessità ed anche la volontà aziendale di un Cral unico, considerata anche la fusione aziendale precedentemente avvenuta. Certamente è stato riconosciuto dalla maggioranza dei consiglieri la valenza positiva di detto accorpamento sotto tutti i punti di vista, in modo particolare sotto l’aspetto economico in quanto il contributo aziendale  risulta essere di fondamentale importanza. Naturalmente, questo porta ad uno elaborazione accurata di un nuovo statuto e di una futura riorganizzazione sicuramente positiva ed al passo coi tempi.
Si contrappongono a questa decisione due consiglieri ed uno in particolare affermando che l’inopportunità della questione, anche tenendo presente la volontà aziendale siccome, il contributo aziendale vista la disastrosa situazione economica, non può essere assicurato e, di conseguenza il Cral può funzionare anche senza tale contributo. Pertanto, i due consiglieri non risultano essere favorevoli alla fusione dei Cral. Dopo ampie opinioni espresse da tutti i consiglieri presenti, il consiglio direttivo approva la proposta di fusione portando in assemblea dei soci la relazione per la votazione che è sovrana.

INTANTO LA POSIZIONE DELL'ATTUALE DIRIGENZA EAV NEI CONFRONTI DELLE DUE MOZIONI CHE SARANNO OGGETTO DEL VOTO DEL 21 GIUGNO, SONO RIASSUNTE NELLE MAIL DELLE QUALI PUBBLICHIAMO QUI DI SEGUITO IL TESTO

PRIMA MAIL


Egr. Presidente. Come le è noto la soc. è in una fase difficile e complicata che io definirei di passaggio.

Unire tre società non è semplice.

Il cral aziendale puo e deve assolvere a questa funzione.
Proprio per questo l’invito che rivolgiamo a lei ed ai soci della ex soc. Circumvesuviana e quello di costruire un percorso che agevoli il senso di appartenenza.

Pertanto le chiediamo di soprassedere alle elezioni del nuovo cral e iniziare un percorso unitario con il presidente dell’altro cral al fine di creare  una struttura unica nella nuova società.

Da parte nostra vi è tutta la disponibilità ad agevolare tale percorso.

Cordiali saluti. 
Maurizio Papagno


SECONDA MAIL

Egr. presidente. Faccio seguito alla mia precedente e-mail per confermarLe la volontà della società EAV Srl di creare una struttura del tempo libero forte e autorevole.

Per fare ciò è necessario unire le energie e  le conoscenze rappresentate dai CRAL delle ex società del gruppo.

Quindi non è possibile ipotizzare di mantenere in vita strutture autonome che non rappresenterebbero l'unità del gruppo.

Qualsiasi ipotesi che non vada nella direzione del Cral EAV non sarà appoggiata dalla società con tutte le conseguenze del caso.


Cordiali saluti
Maurizio Papagno

ATTENZIONE, PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA DEL NOSTRO CRAL, ALLE VOTAZIONI DEL 21 P.V. SARA' POSSIBILE VOTARE ANCHE PER DELEGA. 
L'OPPORTUNITA' PER ALTRO PREVISTA DALL'ATTUALE STATUTO, DARA' LA POSSIBILITA' AD OGNI ISCRITTO DI VOTARE PER CONTO DI UN ALTRO COLLEGA. 





1 commento:

Francesco Di Palma ha detto...

In riferimento alla possibilità di votare per delega, si precisa che la stessa era già prevista per le precedenti assemblee, come già previsto dallo statuto vigente. Nessuna modifica è intervenuta in tal senso negli ultimi anni.