BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

12 giugno 2013

LE 132 SCRIVANIE DELLA CORAZZATA POTEMKIN...20 DIRIGENTI; 112 FUNZIONARI E....2290 LAVORATORI

 LA TORRE DI BABELE
NELL’OTTAVO ANNO DEL REGNO DI RAMSES


                                                              
2° MESE (Primavera)

                                            
                 LE 132 SCRIVANIE DELLA CORAZZATA POTEMKIN   20 dirigenti;
112 funzionari E…..2290 LAVORATORI    
                        
 (La Torre, in mattoni, fu costruita sul fiume con l'intenzione di arrivare sino al cielo. …La genesi racconta che, gli uomini 
parlavano tutti la medesima lingua…...Si credevano immortali e volevano arrivare al cielo per farsi un gran nome, sfidando la natura ed il loro tempo….. 

Pressapochismo,boria,presunzione,minacce,paure,portarono 
scompiglio,facendo in modo che le persone parlassero lingue diverse e non si capissero più…)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------Il caso era di quelli rognosi,ma eccitante…Eccitante come chiedersi:perché nessuno ha mai preso,seri provvedimenti sull’inettitudine di una finta dirigenza piena di spocchia e satolla di privilegi goduti a spese del denaro pubblico????Già perché????Questo ragionamento mi frullava in testa da quando una notiziola era  apparsa su di un quotidiano a tiratura nazionale:”VIA AL PIANO DI ACCORPAMENTO EAV….NO DEI SINDACATI:TROPPI DIRIGENTI…..verifico sul giornale la data:8 maggio…..
mentre inizio a leggere l’articolo,un frate minore trafelato dalla corsa,boccheggiante dall’età,ed impedito dal cinto erniario che sosteneva la paposcia,raggiunse la mia celletta e mi pregò di seguirlo nel refettorio,dove il priore ci aveva convocato per urgenti comunicazioni sull’holding E.A.V..
(Mi sono augurato:”speriamo che questa volta non tocchi a me. il problema c’è ed è inutile negarlo. indagare sul Volturno non porta bene. Non a caso l’ente autonomo,cura non solo i trasporti ma anche l’illuminazione nei CIMITERI,e questo fa pensare ad un’esperienza consolidata nei trapassi....)
L’ordine fu perentorio,di quelli che non si discutono,senza contradditorio il priore mi disse:”Frate lei dovrà  indagare sul nuovo organigramma che tante polemiche ha già sollevato in azienda….Diversi screzi sono stati segnalati e puntualmente riportati da fonti confidenziali anonime…
L’araba fenice nata dopo la fusione delle tre aziende è una TORRE DI BABELE …la nuova azienda soffoca nella confusione:Gente sull’orlo di una crisi di nervi che chiacchiera”sull’altro”…Una miserevole querelle nelle stanze dei bottoni….. ”… …umori neri e amori rovinati…. insomma un clima irrespirabile …Se una volta c’era un azienda,adesso c’è una polveriera fatta di invidia e di gelosia….pertanto mi prepari una relazione dettagliata su quello che è successo tra febbraio e maggio…..per quale motivo ci sono gli stessi attori di sempre:quelli già coinvolti nel disordine organizzativo delle tre scassatissime aziende, il che spiega a sufficienza del perché sono sempre sul baratro….com’è possibile che stanno sempre là?-In poche parole,cerco da lei una risposta sul perché si continua ad affidare la soluzione dei problemi a chi li ha creati….
                                                      
IL VIAGGIO FANTASTICO DI  GUGLIELMO
Alla nona ora di una mattinata primaverile il frate errante si è rimesso in viaggio,alla ricerca di buone parole che volendole cercare non mancano mai …..cammin,cammin,cammin,cammin…:ho bussato alle porte giuste e le risposte alla mia indagine infine le ho trovate….esse sono state sorprendenti.....
ma andiamo con ordine…..
Uscivo dal terminale di porta nolana….ad arrestarmi nel mio cammino,fu un ingorgo….un tremendo e terribile ingorgo che bloccava la scala che separa l’ingresso del grattacielo della circumvesuviana dal  piazzale della ferrovia….
La mia fonte anonima mi aspettava,mentre attendeva che Arturo di camelot si liberasse di corte e servitù……
(pensai:per chiedere un appuntamento al regnante,il roger deve avere cose gravi che lo muovono…)
intanto il regnante,sepolta dalla folla tumultuosa e festante,continuava a baloccarsi all’ingresso, impedito com’era dal capannello di persone che ne intralciava i movimenti…..l’ingorgo che si era prodotto non accennava a sciogliersi…(mi chiedevo quale maledetto sortilegio infernale impedisce il frugal colloquio) ….
Mentre la ressa continuava,inspiegabilmente sorto dal nulla si intrufolò un impiegato particolarmente incazzato che con fare sibillino avvicinandosi ad Arturo gli disse:”sono un suo accanito lettore e conosco ogni singola parola di tutti i provvedimenti che lei ha firmato….”(senza lasciare trasparire pensieri o sentimenti,la risposta di Arturo di camelot fu  altrettanto misteriosa)-mi scusi,non mi sembra ancora il tempo per un mio autografo,quando le cose si sapranno con certezza potremmo riparlarne---
ma la sua precisazione riceveva una pronta smentita…..
“Caro DOTTORE,volevo che lei la leggesse” affermava l’ex aficionado,consegnandogli un biglietto….
(da lontano osservavo con particolare interesse la scena senza capirla…notavo solo un pizzino che passava di mano in mano … il poverino in quella incresciosa condizione,non poteva ne muoversi e ne leggere,ma cercando di svincolarsi dalla stretta infernale,riuscì miracolosamente a comunicare con roger la data e l’ora dell’appuntamento …… Minuziosamente l’agente annotò la data e notando la mia presenza venne incontro per salutarmi……non posso evitare di riportare quel che c’era scritto e che la fonte riservata successivamente mi riferì…….
Sul foglietto c’era scritto:CARO ARTURO/ci avete fatto neri/ma ancor nel dubbio/noi ti preghiamo/di non insistere/di ricordare/che come noi/non sei immortale/che puoi soffrire/sino a apparire/giusto un ricordo/di quel che eri…….FORSE IL TUO OGGI SI CHIAMA IERI…..? (messaggio misterioso da decifrare…..qua le cose si complicano… laddove c’è il baccano,vale a dire il sabba, c’è la confusione di mefistofele: incontrastato principe dell’INFERNO s.p.a. vesuviano…) dopo i convenevoli di rito,mentre gustiamo un caffè,roger inizia il suo lungo racconto…….                                                                   
                                                                 
                                                                     
IL RACCONTO DI ROGER
“Caro frate,la promessa fu solenne:le prossime nomine saranno decise secondo criteri selettivi, oggettivi e con procedure trasparenti ….
(il funerale delle tre vecchie aziende era stato svolto con non poche lacrime,e l’amministratore unico spiegava la ragione del rinvio delle scelte sul nuovo organigramma;quali dovevano essere i criteri ispiratori,ed il metodo….)
Intanto i dossier sul tavolo si accumulavano… venivano verificate: competenze,capacità e referenze dei candidati …gongolando,dichiarava:la selezione delle candidature dovrebbe assicurare la qualità professionale e la competenza tecnica dei prescelti….in pratica si trattava di rinnovare la classe dirigente secondo parametri rivoluzionari(così garantiva il nellino)…sornione si lasciava andare ad una considerazione che aveva imparato nel partito socialista del “sole morente:”la rivoluzione non è un pranzo di gala pertanto,qualche testa sicuramente cadrà. non è più possibile tollerare l’incredibile giro di poltrone per delle aziende abituate all’eterna mangiatoia di politici “padroni”,intasati di personaggi improbabili,e sospettati di lottizzazione…..…..
L’iniziativa del megadirettore era notevole,ma mantenere la promessa,caro frate,è un impresa titanica anche per un socialista puro come lui…..e così decise di  congelare le mosse dei soliti noti per scongiurare il votta-votta,e le proposte indecenti….gonfiò poi i pettorali e annunciò:non habemus papa, ma più semplicemente una revisione complessiva dei criteri di nomina….
(Nel frattempo si era scatenata una corsa frenetica all’accaparramento ed all’occupazione di sedie che si liberavano…..una bagarre!!!!! Appetiti famelici e bottini da spartire….) per spiegarti il clima di quei giorni:da forcella si erano presentati(chissà da chi chiamati) sotto il palazzo della ex circumvesuviana impagliatori di sedie,che fiutando l’affare gridavano:Accattatev’e
SEGGIE,SO BELLE,SO’ pulite e sparagnate"…….ACCATTATEVE E SEGGIE, ACCATTATEVE E SEGGIE……

L’IKEA si era nel frattempo assicurata una commessa per la fornitura di 148 scrivanie….
tutto come ai bei tempi,si intruppavano in sala d’aspetto tecnici o presunti tali, amici degli amici del sottobosco governativo regionale…..persino “ omissis” si riaffacciò sul proscenio della ribalta per spiegare che l’eterno ritorno è possibile e pure giusto,visto che c’è un avvicinamento tra maggioranza e opposizione in regione………..venne aprile,i garofani rossi rifiorirono ed improvvisamente riapparve il polese…..era da un po’ che non si vedeva in giro…..movenze regali,passo deciso,aria da combattente,piglio decisionista con l’elmetto in testa:dettò,anzi scrisse,più probabilmente dispose,sicuramente firmò gli ordini di servizio sull’organigramma di secondo livello……il giorno 7 maggio l’organigramma era pronto……
                                                                  
LO SPREAD
 Non vi fermate  dovete costruire la vostra torre,la Torre di Babele ….sempre più grande 
sempre più alta e bella ….... Siete o non siete i padroni della terra? 

1)TRE società diventano una…..L’obiettivo è risparmiare (disse) e far ripartire l’E.A.V.(l’holding dei trasporti);19 DIRIGENTI APICALI;129 QUADRI con funzioni dirigenziali…..e 2290 dipendenti;
(pochi? troppi ?queste figure professionali occorrono?con l’accorpamento di sepsa,metrocampania e circumvesuviana dovevano esserci dei risparmi e invece le caselle incredibilmente si raddoppiano…. praticamente una scrivania ogni 15 lavoratori….28 caselle su 129 erano ad interim:vuote e da assegnare solo successivamente……
E così mentre si paventa un orizzonte fatto di retribuzioni saltate;di contratti di solidarietà e vendita ai privati perché soldi in cassa non ve ne sono,ci sono sprechi;si moltiplicano quadri e dirigenti;senza dimenticare che 4 superdirigenti si ritrovano con i conti bloccati,perché la corte dei conti ha contestato un danno erariale presunto di quasi 2 milioni di euro per alcuni scivoli/incentivi concessi a particolari dirigenti quotati….i magistrati contabili  presumono che per alcuni di loro non c’erano i presupposti….
(probabilmente con il senno del poi,non c’erano i presupposti nemmeno per la loro assunzione….……in pratica:in tutti questi anni si è fatta la beneficenza con i soldi pubblici…)
2)L’amministratore pubblico dell’eav(il nellino),dispose con procura notarile,di affidare le rispettive deleghe ai 19 superdirigenti…..Quelli che  guadagnano,per intenderci tra i 120mila ed i 180mila euro…. (quelli che a parole promettono di tagliarsi:vene e retribuzioni,e poi fanno i sacrifici con i soldi dei lavoratori…)
..nella procura notarile firmata il 19 marzo,oltre ai compiti operativi,sono previsti gli ammontare dei rimborsi spese(udite-udite)autocertificabili….si certificano i propri rimborsi spese e si approvano quelli dei propri collaboratori sino a 1000 euro …
Poi ci sono le spese di rappresentanza nei limiti(però)di 500 euro previsti sia per il direttore operativo di struttura e d’esercizio sino,a scalare,ai 500 euro di rimborsi autocertificabili,per altri collaboratori.. nelle 43 pagine dell’atto,non c’è scritto se le spese autocertificate sono da considerarsi rimborsi settimanali,oppure rimborsi mensili…..
Ho provato,caro frate,a chiedere lumi ai dirigenti apicali…..i superdirigenti tacciono…. si trincerano dietro alla  nota numero 193….tale nota impone il silenzio….in pratica sono diffidati a parlare con la stampa in quanto”L’ENTE PUBBLICO REGIONALE è STATO SOTTOPOSTO AD UNA CAMPAGNA DI VITUPERAZIONE MEDIATICA….
(Proprio così,la nota dice:vituperazione mediatica….. OVVERO:l’informazione nello stato libero delle banane,NON ESISTE!!!!)
3)corre l’obbligo di considerare anche i loro paroloni……il settor customer satisfaction e il customer service……(ovviamente dietro al paravento di questo forbito lessico si moltiplicano uffici e dirigenti)
4)un contrasto nemmeno nascosto tra il nellino ed il vetrella su alcuni incarichi considerati inutili come quello della direzione dell’esercizio funivia….LA FUNIVIA del faito,è chiusa perché non ci sono 1,9 milioni di euro per rimetterla in sesto…..
DICHIARA IL VETRELLA:”Non ci possiamo più consentire di far spendere(udite-udite)soldi alla povera gente per servizi che servono a pochi…..Ed allora una domanda sorge spontanea:Ma se è chiusa,e lo sarà per molto tempo ancora,(si chiedono vertici e delegati sindacali)a cosa serve una direzione dell’esercizio funivia???’’’
5)Il raddoppio delle divisioni(infrastruttura e trasporto)….doppioni giustificati con la prevista scissione….un disegno che prevede di dividere la rete(che deve rimanere in mano pubblica)e la gestione che andrebbe in un futuro a gara…….
E così mentre il mese di maggio  consumava inesorabilmente i suoi giorni,le VOCI (a proposito il commissario dov’è???)ed il chiacchiericcio sulle nomine radicalizzava in azienda un ondata di sdegno, contro,chi,utilizzava denaro pubblico e spesso lo sprecava,faceva debiti e mai pagava pegno….
Nelle ore successive alle nomine,fonti sindacali confermano che “sta cosa scritta” era indigesta….. ….confesso che la mia curiosità intanto aumentava,(chiedevo in giro):cosa faranno adesso le organizzazioni sindacali??? Beh,qualcuno con una mente machiavellica,lo stesso che con finezza d’artista indovina sempre i comunicati sindacali,mi sussurra:ci sarà una procedura di raffreddamento che produrrà il solito verbale negativo….UNA PREMONIZIONE???? Nemmeno il tempo di organizzare un pensiero che pass l’angelo e dice veramente AMEN…
Disturbato da questo spiacevole contrattempo,ma senza scomporsi e perdersi d’animo il nellino convocò subito strutture operative e consulenti…..ed Appena si riebbe dal secchio di acqua ghiacciata che aveva reso flaccide le sue carni toste,ritornò sul proscenio ed impartì ordini sull’orizzonte temporale del volturno:”bando ai lamenti disse…. …l’azienda dovrà darsi una nuova prospettiva entro il 2013…. Sembrava perfino ringiovanito…potenza del potere che deve aver agito sul corpo e sullo spirito come un unguento miracoloso…Spero di non rischiare provvedimenti disciplinari o atti censori se dico con “ vera ed autentica ammirazione” che ci ha messo nel sacco tutti quanti…ero convintissimo che ai reiterati e sdegnosi proclami egli avrebbe tenuto fede… POFFARBACCO è o non è il cultore del merito e dell’abbattimento dello spread(spreco….)…..
Ed infatti dopo appena 1 giorno:la premonizione diventa realtà….il 31 maggio,l’azienda pubblica gli ordini di servizio sulla nuova organizzazione di secondo livello con alcune variazioni…..vediamole……                                                                                            
                                                     
LA  STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELLA POTEMKIN
20 dirigenti;(di cui 1 ad interim);4 agli affari legali;4  alla qualità e ambiente;2 alla gestione audit interno;4 ingegneria-investimento;5 controllo e pianificazione;4 all’amministrazione;3 gestione e tesoreria;6 approvvigionamento-servizi assicurativi e logistica(protocollo);6 risorse umane e org.infrastruttura;5 direzione operativa infrastruttura;7 presenziamenti e gestione impianti risalita-rete(funivia faito);18 manutenzione infrastruttura supervisione esercizio;17(1 ad interim)direzione operativa trasporto e materiale rotabile,monitoraggio processi di ricavo controllo;3 security e controlleria;7 esercizio;7 marcheting e controllo prodotto;4 risorse umane e organizzazione divisione trasporto e materiale rotabile;6 sistemi informativi e ict divisione trasporto e materiale rotabile….;TOTALE:132 scrivanie…..2290 dipendenti divisi in 132 scrivanie=17.3484848485 In pratica:una scrivania…. per 17 dipendenti….      

                                                   
                                                        
PER CHI SUONA LA CAMPANA
Converrete con me che portare fuori l’azienda dal baratro, con questi scalcagnati personaggi,ed in queste condizioni…è un’impresa titanica…..sacrifici chiesti,ai lavoratori da una parte ed ai cittadini dall’altra,a fronte del fatto che nessuno ha ancora pagato per le toppe del sistema;per il fallimento dell’EAV-bus;per l’assessore regionale ai trasporti che  è SEMPRE al suo posto e non ha mai sentito il dovere morale di dimettersi…non ha preso politicamente atto della sua incapacità,ed i dirigenti dell’azienda che non hanno mai subito provvedimenti che scalfissero la loro sicurezza chiedendo il conto dei danni subiti… …(teste che dovevano saltare per prime se consideriamo che hanno portato l’EAV-bus al fallimento)
….Ed allora prima di chiedere i sacrifici SEMPRE ai lavoratori bisognerebbe riportare in azienda coerenza e giustizia.....rendere giustizia ai lavoratori significa prendere atto del fatto che “ i cosiddetti personaggi di spessore”,pur sapendo di non essere in grado di gestire processi più grandi di loro,hanno protervamente continuato in un’opera per loro evidentemente incomprensibile, inghiottendo aziende(E.A.V.-BUS),la NOSTRA STORIA PROFESSIONALE ed il nostro futuro…..lo sfascio ed i debiti delle aziende di trasporto rende solo più evidente quello che tutti sapevano ma facevano finta di non vedere:un intruglio di ruoli,in cui la politica,è riuscita a mescolare controlli e controllati;riuscendo a nominare;a promuovere;ed a far gestire “ SETTORI STRATEGICI di aziende:da incapaci che qualsiasi azienda privata seria avrebbe sbattuto fuori al primo tracollo finanziario,per delle spese non certificate;per tutti gli sprechi e per i soldi buttati;e dimessi al primo incidente ferroviario….il destino era quindi già segnato….in sostanza,abbiamo assistito ad un fallimento della giustizia,dove ha preso corpo una vera e propria sospensione dei diritti che tutt’ora si presenta sottoforma di marionette che la politica non satolla continua a nominare…E quando parlo dei diritti,mi riferisco al DIRITTO ALLA MOBILITA’;al DIRITTO ALLA SICUREZZA;AL DIRITTO AL LAVORO;AL DIRITTO ALLA TRASPARENZA;AL DIRITTO ALLA VIGILANZA;AL DIRITTO DELLE RETRIBUZIONI….. la storia che abbiamo provato a raccontare in questi anni è arrivata quindi alle sue ultime pagine, quella, inevitabile descritta dal governo monti della scissione in due società(trasporto e infrastruttura)….. ad una andrà la rete infrastrutturale(che è la vera ricchezza),all’altra i mezzi:pochi,vecchi e malandati….così inevitabilmente,quando ci saranno le gare,la società che erediterà i mezzi non sarà competitiva,e le aziende che subentreranno avendo praticamente in regalo un servizio pubblico, chiederanno di non assumere tutti i lavoratori precedenti,(come tra l’altro gli consente la legge)e di rivedere i compensi di quanti verranno assunti… colpi micidiali con emergenze salariali ed occupazionali che avranno ripercussioni immediate:sulla sicurezza,sul servizio,sulla qualità dei mezzi e sul numero delle corse garantite….la testimonianza dell’E.A.V-Bus a tal riguardo è esemplare…. ...Tutto ebbe inizio con la divisione (scissione) delle autolinee dalla rete ferroviaria circumvesuviana…. senza preoccuparsi di garantire:clausole di salvaguardia,piano industriale, continuità del rapporto di lavoro,e retribuzioni…..ed affidando ai soliti noti amministrazione e gestione di un bene pubblico….... Maghi,giocolieri,tromboni,cacicchi e dottori:assicuravano luminosi e straordinari obiettivi; favolosi tesori nascosti….la fine ingloriosa è nota a tutti:fitto di ramo d’azienda e…..fallimento..
Mi chiedo:arrivati anche noi all’ultima pagina e chiuso il libro:chi continuerà a pagare tutto ed a chi verrà REGALATA L’AZIENDA? Manca solo da decidere il bando,il giorno per la svendita e l’ora…. attenti solo a chiedere…..MA PER CHI SUONA  ADESSO LA CAMPANA????????
SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI DELL’E.A.V.BUS………
P.S.:---Babele indica,solamente, l'arroganza umana 
che vorrebbe essere immortale,al di sopra del tempo e della natura,simile ad un Dio, autosufficiente, bastevole a sé stessa,onnipotente,chiusa nella sua autonomia. Ma così non è, e gli uomini ne pagano il fio…….----AMEN…..(Guglielmo)

“SIAMO UN POPOLO ATTRATTO DALLA PREVARICAZIONE,DAL CALCOLO,DALL’ATTACCAMENTO ALLA POLTRONA FINO AI 95 ANNI……”---A. CAMILLERI---
SULLA VIA DEL RITORNO…..DIRETTI VERSO L’ABBAZIA DI MELK
….. avevamo lasciato da pochi giorni la TORRE DI BABELE,quando un gruppetto,procedendo ad andatura sostenuta,ci affianca e ci sorpassa…..
guidava quel gruppo un uomo ben piantato con indosso un vestito finemente lavorato a mano…il suo procedere era pesante,e  poco redditizio,ma comunque riusciva a rispondere alle osservazione e alle domande degli altri… (intanto mi chiedevo:Chi saranno???dei militanti?dimostranti?manifestanti?sfidanti,occupanti??) decidemmo di accodarci per capire chi erano….
Il gruppetto incurante della nostra presenza animava una discussione per noi incomprensibile …. parlavano di autolinee,di fusioni,di scissioni,di brand,di C.L.P.,di gare,di libri contabili in tribunale,di lettere dimenticate in un cassetto,e di fallimento…..
Uno di loro preso dallo sconforto,si rivolse all’uomo ben piantato e  disse:”beppe,abbiamo preso un’inculata pazzesca”….
(L’altro per niente agitato)—tu confondi amico:…..Gli abbiamo stritolato l’uccello tra le nostri possenti chiappe----

SBALORDITO,ripresi il cammino cercando di ricordare queste incredibili giornate di maggio,riempite da :sfortunati,sconvenienti,e prodigiosi eventi…





---IL POSTINO DI BASKERVILLE---(V.S.)

4 GIUGNO 2013


2 commenti:

il postino di baskerville ha detto...


NOTIZIE FLASH

E.A.V.bus

Il rinvio per l'assegnazione della gara(per l'affitto del ramo d'azienda)all'11 luglio è servita a prendere tempo per consentire al gruppo E.A.V. di formulare un'offerta...
Fonti sindacali confermano:"E.A.V. potrà costruire,in associazione con C.T.P.,una proposta valida per SALVAGUARDARE SIA I LAVORATORI CHE LA NATURA PUBBLICA DELL'AZIENDA.... Occorre ripianare il deficit di 5 milioni dell'azienda e avviare il piano risanamento dei veicoli......
A tal proposito ricordo ciò che dichiarava Nellino Polese il giorno (Venerdì) 7 giugno...Spiegava:NON ABBIAMO POTUTO PARTECIPARE ALLA GARA.Si è prodotto un buco di 5 milioni causato dai mancati introiti proveniente dai biglietti. Non c'è stato pareggio di bilancio e quindi EAV è(fu)stata tagliata fuori....(Questo dichiarò il Nellino)

P.S.:Ricordo che la società è fallita lo scorso NOVEMBRE con 110 milioni di debiti.....
Ricordo,che la CLP presentò un'offerta per EAVbus per la manutenzione dei mezzi,assieme alla C.T.P....(la stessa che dovrà adesso costruire una proposta con E.A.V)
Ricordo che la CLP formalizzò un''offerta di 400mila euro per il primo anno,600mila per il secondo...


Il postino di Baskerville





































































































Il postino di Baskerville

il postino di baskerville ha detto...

L’EX ASSESSORE REGIONALE PRENDE IL POSTO DI INCALZA, ARRESTATO A MARZO
Cascetta a capo delle Infrastrutture
Delrio ha già firmato il decreto

di Simona Brandolini(Dal Corriere del Mezzogiorno)

Non ha bisogno di grandi presentazioni Ennio Cascetta. Il professore di Pianificazione dei Sistemi di Trasporto, per dieci anni assessore regionale al fianco di Bassolino, padre della metropolitana di Napoli, «la più bella del mondo», è stato scelto dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio come nuovo capo della Struttura tecnica di missione del ministero. Un ruolo delicato e di grande potere. Per dieci anni «padrone» indiscusso delle Infrastrutture è stato Ercole Incalza, fino all’arresto deciso nel marzo scorso.
Il decreto è stato firmato
La prima cosa che ha fatto Delrio quando ha messo piede nel ministero è stato proprio azzerare l’intera struttura e cambiare la mission. Non più gestione diretta degli appalti e dei progetti ma funzione di programmazione e monitoraggio. Quasi un vestito su misura per Cascetta. Il decreto è stato firmato, si attende solo l’ok della Corte dei conti per poi essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ma il professore napoletano sta già lavorando da mesi con l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, per esempio la riforma dei porti reca anche la sua firma.
Una nomina che non piace a De Luca
Non c’è dubbio, però, che in questa nomina c’è anche un risvolto politico. Cascetta è stato un tecnico prestato all’amministrazione per molti anni, di indiscusso valore. Da marzo 2014 è membro dell’Advisory Board dell’Art, Autorità di Regolazione dei Trasporti. Più volte indicato come papabile ministro nei governi di centrosinistra o per ruoli nazionali, alla fine l’ha chiamato a Roma l’ex rottamatore. Se si dovesse dar retta alle voci di corridoio dei palazzi romani, dovremmo dire che, dopo la nomina di Salvatore Nastasi non proprio amico del sindaco de Magistris, quella di Cascetta non è pro-De Luca. Addirittura si sussurra di un incontro tra il governatore e il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini in cui De Luca avrebbe messo un veto sulla scelta dell’ex assessore bassoliniano. Ma, si sa, a dar retta ai rumors si perde la strada maestra.
Politica centralista
Il governo sta attuando una politica centralista e da caterpillar nei confronti degli enti locali. In Campania Renzi ha inviato un commissario a Bagnoli, ha scelto Cascetta per programmare le infrastrutture (leggasi spesa dei fondi europei per i Grandi progetti, compreso il porto di Napoli), e nei prossimi giorni nominerà il subcommissario alla Sanità. Che, a quanto pare, anche in questo caso, non sarà quello gradito a De Luca (e cioé Massimo Russo, magistrato, ex assessore della Regione siciliana), ma si vedrà.

------------------------------------------------------------------------


...."Ognuno in cuor suo aspirava a vincere la lotteria della pesatura.... Troppi erano i candidati,e pertanto ci furono tre tentativi,dico tre,ma non si riusciva a trovare la quadra per tutti...Ogni ufficio,ogni squadretta, ogni corrente aveva il suo candidato,riunioni su riunioni,e finalmente:ci fu la fumata bianca dal camino,preceduta da tristi presagi e da segnali che non apparivano del tutto chiari....
L'attesa,per forza di cose divenne snervante e la delusione che sopraggiunse dopo l'ultima fumata straziò i cuori:ci fu chi covò rancore e chi visse di rimpianti....
Da allora è trascorso un pò di tempo,ma in effetti nessuno aveva smesso davvero di crederci,e ora nei pomeriggi assonnati del Palazzo di Porta Nolana,tra il dormiveglia,una siesta,un caffè consumato alla buvette e una schermata del P.C sulla donnina che dal monitor ammicca l'estasiato scriba volturniano:si ritorna a parlare dell'eterno convitato di pietra...Ed è tutto un alzarsi di tensione,di polemiche,di dar di gomito,di litigi via social(?)tra tutti gli attori protagonisti di questa serie di successo: ideata,progettata e girata all'ombra del Vesuvio.....




Di prossima pubblicazione......