BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

22 maggio 2013

ANCHE IL NOSTRO FOTO CINEOPERATORE , GENNARO IOVINO, CI FA IL SUO RESOCONTO SULL'INCONTRO DEL 16 MAGGIO U.S.



Il 16 maggio 1988 fummo assunti in circumvesuviana. Cinquantadue guardabarriere e 31 guardie di fermata (così mi sembra che ci qualificarono).
Il numero dovrebbe essere esatto.
Ci divisero in 3 aule diverse (quindi eravamo 3 gruppi in ordinati alfabeticamente). Nella nostra aula c'era pure l'ing. Luigi Inverardi appena assunto anche lui. Luigi però fece solo una settimana con noi. La prima settimana fu svolta in aula, la seconda "sul campo" (in tutto due settimane di corso).
Da allora non ci era mai capitato di riunirci e ciò a causa di tutta una serie di problemi. Al tempo non esistevano ancora i telefonini e sui P.L. nelle garitte non avevamo i telefoni interni per cui al contrario dei colleghi delle fermate eravamo isolati. Loro invece avendo i telefoni interni quindi possibilità di comunicare, sono riusciti ad incontrarsi in diverse occasioni. 
Poi, circa tre o quattro mesi fa, ero uscito per un sopralluogo in linea (stazione di Villa dei Misteri) ho incontrato il collega Lino Filardi, nel frattempo diventato macchinista.

Non lo vedevo da un bel po’ di tempo e parlando del più e del meno gli ricordai che quest’anno a maggio avremmo compiuto la bellezza di 25 anni di ferrovia... 
A questo punto la domanda partì automaticamente: "Che dici ci vogliamo rivedere tutti insieme? E Lino tutto entusiasmato, rispose che era una buona idea. Assieme decidemmo così di sondare un poco il terreno,per renderci conto della disponibilità degli altri colleghi.

L'impresa si presentava ardua. Non avevamo un elenco di nomi dal quale partire e ormai ci eravamo divisi in vari settori e specializzazioni.
Comunque il tam tam ferroviario ormai era partito. Procurato l’elenco con i nomi,  via via tutti i colleghi interpellati, si sono mostrati entusiasti.
Ormai era scontato: la festa si doveva fare e si sarebbe fatta nonostante i tentennamenti di alcuni che ripetevano che la situazione aziendale non era buona e forse il momento per festeggiare era il meno adatto.

Nel frattempo siamo venuti a conoscenza che anche i colleghi delle fermate (assunti lo stesso giorno e anch'essi presenti assieme a noi nelle aule di a San Giovanni a Teduccio) si stavano dando il classico appuntamento (non so se annuale ma comunque con una certa cadenza) in un ristorante a Torre del Greco.Poiché eravamo alla ricerca anche noi di un ristorante quasi automaticamente ci siamo fusi con loro.
Ormai era tutto in mano a Lino (in questi casi è meglio che una sola persona si occupi di tutta l'organizzazione altrimenti si rischia di creare una gran confusione) che ha organizzato in modo perfetto e impeccabile l’evento:dal menu alla torta, alla targa personale (bellissima) fino alle pergamene ricordo.
Mi sono sentito con lui ogni giorno e anche più volte al giorno ma alla fine ce l’abbiamo fatta. E’ stata una giornata intensa piena di incontri e di ricordi.
Alcuni di noi non si vedevano da allora (sono passati 25 anni) perfino il collega Schettino che da circa 12 anni vive a l’Aquila, ed è venuto ad allietarci con la propria partecipazione. 
Cosa aggiungere a questo racconto se non...."Un grande ringraziamento a tutti e...a presto rivederci." 

Gennaro Iovino













Nessun commento: