BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

22 giugno 2012

RIAPRE LA FERMATA DI POZZANO


CASTELLAMMARE DI STABIA – L’invito del consigliere Russo del Pd affinché l’Amministrazione comunale si attivi per ottenere la riapertura della stazione di Pozzano ancora una volta è stato accolto, dal sindaco, prima ancora di essere formulato, con ciò dimostrandosi non solo la piena e profonda consapevolezza, da parte del sindaco, dei reali bisogni e delle necessità dei cittadini stabiesi, ma anche la tempestività d’azione.
Perché, già in data 15 giugno 2012, il sindaco Luigi Bobbio aveva scritto all’ad di «Circumvesuviana srl» dott. Gennaro Carbone e al responsabile Rete ing. Virgilio Amanteo per chiedere di «predisporre le attività necessarie all’apertura della stazione di Pozzano per la stagione estiva 2012» offrendo la «disponibilità ad impiegare nostro personale dipendente per l’apertura e la chiusura dei cancelli».
Nella lettera ai vertici di «Circumvesuviana srl», il primo cittadino aveva sottolineato inoltre che «quest’anno, in seguito a una serie di iniziative intraprese dalla mia Amministrazione tese al contrasto delle attività illegali legate al parcheggio abusivo nei pressi delle spiagge cittadine, sarà maggiormente importante garantire un servizio alternativo al trasporto su gomma per consentire agli utenti, per lo più stabiesi, di raggiungere le località balneari».
La Circumvesuviana, nella giornata di ieri, ha prontamente risposto dichiarando la propria immediata adesione alla richiesta dell’Amministrazione comunale rendendosi disponibile sin da sabato 23 pv.
“Ho dato, quindi, immediate disposizioni affinché venga individuato il personale da dedicare alle attività di apertura e chiusura della stazione”, ha commentato il sindaco Bobbio.


Castellammare di Stabia, 21 giugno 2012


FONTE: http://www.lostrillone.tv/index.asp

1 commento:

Anonimo ha detto...

……Chiacchiere e tabacchiere o banc e napule nun se impegna…….
Il minestrone Vesuviano
Sfrantumati e sbruffoncelli;Pataccari e jacuvelle;Spernacchiati:Piripicchio e piripacchio…..

Mentre in Circumvesuviana i Barbari(Alessandro Baricco)bivaccano al secondo piano, continua nel braccio di mare antistante Santa Lucia l’avanspettacolo..
IL FATTO

IL PRESIDENTE della Regione Stefano Caldoro ha scritto una lettera al Presidente del Consiglio ed ha incontrato a Roma il Ministro Corrado Passera ed il sottosegretario Antonio Catricalà per far inserire nel decreto sullo sviluppo una norma che consenta un PIANO di rientro dai debiti, per i TRASPORTI in Campania sul modello della Sanità……
L’INCIPIT
Di solito i racconti horror puntano sullo splatter tradizionale o sull’ironia intelligente…Perché inquietare il lettore è molto difficile senza le leve delle notizie sensazionali,senza megagalattici e fantasiosi progetti,senza fantasia….Insomma:senza tutti quegli accorgimenti che fanno trasalire, spaventare,terrorizzare e precipitare,così da non essere prevedibili,e proprio per questo capaci di suscitare qualche brivido….Il nostro racconto splatter comincia con i debiti…E’ un passaparola:tutti temono il peggio…Si prosegue con la minaccia di libri contabili in tribunale e fallimenti…Si continua con pignoramenti delle retribuzioni e poi via-via una serie di passaggi cinguettanti e inquietanti….
Scorporo,fusione,cessione….etc,etc,etc…..
Non contenti poi:i figliocci della grande Dea CALI’(ta cal tu o ma cal io/ti cali tu o mi calo io)e orfani dell’Ente inutile del Volturno si trasferiscono penne,bagagli e segretarie incorporate,nel piccolo mondo antico vesuviano ricco di tradizione e di epos……
Il “ Vecchio “ maniero però è pieno di porte, corridoi dei passi perduti e di chiavi,che conducono solo a ricordi ed incubi mai completamente rimossi….
Il tratto caratterizzante di questo horror demenziale sono i colori smorti….Come se tutto fosse coperto da una patina di grigio-nero,così,(visti i tempi ed i personaggi)da assumere una tonalità cadaverica…
Sono cadaverici gli A.D…… Gerontocratico il Nellino….Mago Zurlì l’esperto in numerologia e moti celesti,invece,vive in una sua personalissima dimensione parallela….
Mummie sclerotizzate da troppi anni di potere sono invece i cacicchi sindacali…..
Il maniero del piccolo mondo antico è avvolto da una ragnatela che opprime e su cui troneggia la cessione del credito ad IFITALIA che ci guarda beffardamente sorridendo con il cappio che ondeggia tra le mani,mimando così il battito del tempo..…

(Di prossima pubblicazione)

Ego Vobis,"vos mihi "

Frate Guglielmo