BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

22 giugno 2012

DAL NOSTRO INVIATO SPECIALE PER CONTO DELLA CLIENTELA CIRCUM, GENNARO FIORENTINO


TRE PICCOLE NOTIZIE...

La prima
Ho partecipato l’11 Giugno ad una sessione dei lavori del  7° Mobilitiytech a Castel dell’Ovo ed esattamente quella che riguardava maggiormente i miei interessi: tramvie, ferrovie suburbane, tram-treno ecc.
L’ultimo degli interventi è stato quello del “vostro” ingegnere Rullo. Egli era accompagnato da altri due ingegneri (uno di “taglia forte” ma non ne ricordo il nome). Ha parlato dell’avanzato progetto di bigliettazione creato dall’azienda. In sostanza applicando tecnologia tipo Telepass (parlo da ignorante), ai tornelli verrebbe riconosciuto l’abbonamento oppure scalato (checkin/checkout automatico) il costo della corsa per coloro che fossero portatori di tessere ricaricabili. Il metodo mi ha affascinato e Vi fa onore. Ma tornando sul pianeta terra, alla fine non ho potuto fare a meno di fargli sì i complimenti ma accompagnati da una esortazione “Fate pagare i biglietti, e saremo tutti più felici”. Mi avrà preso per pazzo.
La seconda
Stamane ore 12, ai tornelli dell’entrata della stazione collegamento FS, la signora bionda era piuttosto solerte nel verificare gl’ingressi agli aventi diritto. Qualcuno è comunque svicolato con il sistema del “trenino”. Con me non lo fanno perché ho l’idiosincrasia di avere qualcuno appiccicato dietro. Però in generale è servito; anche perché il nefasto varco “abbonati” (ma di chi fu l’idea?), era ermeticamente chiuso. La notizia 1, non è per niente collegata con la 2; però la signora incaricata, di certo eseguiva opportune disposizioni di qualcuno. Certo non mi illudo più di tanto; domani si tornerà allo statu quo. Però si dimostra che con un poco di buona volontà, si possono avere discreti risultati ancorché non risolutivi.
La terza
Sulla circum, incontro talvolta un signore distinto completamente calvo ovvero rasato. Sempre vestito in maniera inappuntabile:giacca e cravatta. Ho sempre sospettato trattarsi di un macchinista in pensione. Ieri non ce l’ho fatta più e, vedendolo con una camicia sfiziosa, ho attaccato bottone dicendo: “Se Lei non ha la cravatta, deve fare davvero caldo”. Voleva farsi le croci. Non sospettava di essere osservato durante i suoi transfer a Napoli. Però gli ha fatto piacere. Si chiama ED ed è effettivamente un macchinista pensionato. Pare sia un notabile dei pensionati. Abbiamo parlato del servizio odierno e mi ha confermato che gli piange il cuore vederlo ridotto così. Però spera che un giorno possa andare meglio.
Ci siamo a malincuore congedati a Napoli con una cordiale stretta di mano. Io l’ho chiamato Cavaliere. Ma ha puntualizzato di non esserlo. La ritengo una cosa davvero ingiusta: se lo meriterebbe perché è tra quelli che hanno fatto grande l’azienda.

Un cordiale saluto

Grazie Gennaro, senza questo tuo intervento non avremmo mai saputo della partecipazione di nostri ingegneri ai lavori di cui ci hai parlato.

la redazione

Nessun commento: